A Beck si, Courtney no.

Beck si, Courtney no.

Se il nuovo disco di Courtney Love non sarà il più brutto disco del decennio, i motivi sono solo due: a) il vecchio disco di Courtney Love è uscito in questo decennio, b) il nuovo disco di Courtney Love, probabilmente, uscirà il prossimo decennio.

(libera traduzione da Drowned In Sound)

Quante parole per sparare sulla Croce Rossa, eh? Courtney Love, la poveretta. Courtney Love, per ripetere il solito luogo comune, è la Yoko Ono di fine secolo: stava insieme a Kurt Cobain dei Nirvana, ci ha fatto una figlia, cantava nelle Hole, si faceva le pere, poi è morto Kurt e lei ha limonato un po' con tutta la scena del rock americano degli anni '90, poi si sono sciolte le Hole e lei è diventata una specie di Asia Argento bionda, e la redenzione deve ancora arrivare (pare che Asia Argento si sia sposata con un tizio pulitissimo e un po' democristiano, lo leggevo l'altro giorno nel Grand Hotel di mia madre). Ma parliamo, per l'appunto, di musica. C'è questo disco, Nobody's Daughter, dovrebbe essere da qualche anno il secondo disco solista di Courtney Love e c'è tutto un esercito di giornalisti musicali (buoni, quelli) pronto a sbellicarsi dalle risate sull'ennesimo tentativo di questa disgraziata di fare musica decente. Courtney Love, la poveretta. Da ieri è ufficiale: Nobody's Daughter uscirà (non si sa quando) a nome Hole. Cioè, si sono riformate le Hole! Evviva! Chi? Dai, le Hole, il gruppo di Courtney Love. Ah, la vedova di Cobain. Non ci si scappa. Courtney Love è come Massimo Bubola: "Ehi, io ho fatto tre dischi con De Andrè, Don Raffaè l'ho scritta io, com'è che non sono ricco e famoso? Ehi, io ho fatto una figlia con Kurt Cobain, lui ha scritto per me la canzone più bella dei Nirvana (Heart-shaped box), io sono un sacco bionda e un sacco alternativa, com'è che non mi rispetta nessuno?". E' questione di avercela: Courtney Love non ce l'ha. Kurt Cobain ce l'aveva. Anche De Andrè ce l'aveva (Bubola, no). Anche Beck ce l'ha. 

Se non è il disco rock più bello di tutti i tempi, è sicuramente il disco che ha spinto più persone a formare una band.

(attribuita a Brian Eno)

Si parla di The Velvet Underground & Nico, il primo dei Velvet Underground, quello con la banana di Andy Warhol e Sunday Morning e Waiting for my man e Heroin e All Tomorrow's Parties eccetera, sono tutte belle. Talmente belle che Beck si è svegliato ieri mattina e ha detto: adesso chiamo quattro amici fricchettoni, ci chiudiamo un giorno in studio di registrazione e ri-suoniamo il primo dei Velvet Underground da capo a fondo. Poi pubblico le canzoni sul mio sito, una alla settimana. Poi, lo rifacciamo con un altro disco. Senza fare le prove. Ci state, ragazzi? Urca se ci sto, ha detto Devendra Banhart. Anche noi, anche noi! hanno detto i MGMT. E io chi sono, il figlio della serva? ha detto Jamie Lidell. Tutti dentro. Produttore della session: Nigel Godrich (Ok Computer dei Radiohead, non so se mi sono capito). Se un'idea del genere fosse venuta a Courtney Love, i giornalisti musicali (buoni quelli) si sarebbero strappati i vestiti con metodo, peel slowly and see ("sbuccia lentamente e guarda cosa c'è sotto", era il titolo di un raccoltone dei Velvet Underground. Ma cosa le faccio a fare le citazioni se fanno ridere solo me?). Insomma: Beck che risuona i Velvet Underground è il bene, Courtney Love che riforma le Hole è il male. A questo punto Beck potrebbe chiamare Courtney e chiederle di cantare tutte le parti di Nico: lei tirerebbe fuori la miglior versione di tutti i tempi di Femme fatale, e i giornalisti musicali tornerebbero sconsolati nella loro sala prove a suonare sperimentazioni che nessuno vorrà sperimentare. Sarebbe uno spasso. Solo che Beck ha l’integrità, la coerenza, la coolness, il talento, la sfrontatezza, tutto l’impalpabile armamentario di caratteristiche che fanno il vero musicista e lo distinguono da… ehm, da Courtney Love. Insomma: non la chiamerà mai. Chissà chi canterà le parti di Nico nella Banana Beckiana. Devendra Banhart, forse? Lui sì che ce l’ha. Non stiamo nella pelle (infatti, ci stiamo sbucciando lentamente).

Per approfondire: http://simonerossi.wordpress.com

C Commenti

Ci sono 3 commenti. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

Peasyfloyd alle 10:53 del 19 giugno 2009 ha scritto:

SPLENDIDO!

Ti voglio bene Simone

SimoneRossi, autore, alle 10:59 del 19 giugno 2009 ha scritto:

assaggi di banana

lei mi lusinga, grazie.

qui, per la cronaca, c'è il video della prima canzone registrata da beck e dai suoi amichetti.

naturalmente, trattasi di Sunday Morning.

http://bit.ly/SqBU9

(sì, è bellissima)

purtroppamente, non la canta devendra.