A La Batteria + Nicolas Godin live Roma 04/06/15

La Batteria + Nicolas Godin live Roma 04/06/15

Cinquanta metri di fila transennata per acquistare a pochi minuti dall’inizio e direttamente in cassa, i biglietti per la serata inaugurale dei concerti a Villa Medici. Chi poteva immaginare una simile affluenza? In verità, il programma odierno è particolarmente sfizioso, eccone il dettaglio: ore 21.30 La Batteria, ore 22.30 Nicolas Godin (Air), ore 23.30 Miss Kittin (dj set).

Rapido giro tra terrazza panoramica sui tetti di Roma, stand col solito merchandise e soprattutto bar per drink freddi e alcolici, ed è subito tempo di prendere posizione sotto il palco.

Una cosa ci è chiara immediatamente, il quartetto romano de La Batteria sarà anche arrivato per ultimo sul carro delle band library music e soundtrack retromaniaca così in voga negli ultimi anni, ma non per questo merita meno considerazione rispetto ai suoi illustri predecessori. La riproposizione completa del loro omonimo disco d’esordio è coinvolgente e suonata con ottima padronanza, la sezione ritmica è cazzuta: Nerattini alla batteria e Pecorelli al basso si muovono con stile e competenza sui rispettivi strumenti, Emanuele Bultrini seduce con la chitarra acustica e abbaglia con la elettrica colma di wah wah, Vicarelli si divide con gusto e personalità fra Hammond e Moog. Prova superata con grande agilità, non c’erano molti dubbi a riguardo.

Alle 22.40, nell’ombra, compare la figura di Nicolas Godin, il 50% di una delle band cardine degli anni ’90 elettronici ma non solo, gli Air. Per la nostra delegazione trattasi di vero e proprio idolo, quindi, come il piano premeditato nei minimi particolari prevede, prima di farlo salire sul palco è d’obbligo imporgli uno stop per farsi autografare copia cd di quel capolavoro che risponde al nome di Moon Safari. Detto fatto, i francesi non sono così str… come qualcuno li dipinge. Con gli Air in posizione di hiatus, Godin presenta in anteprima l’uscita del suo primo disco solista, titolo: Contrepoint. E' lo stesso protagonista ad evidenziare che il punto di partenza per l’ispirazione di ogni brano della tracklist, ha una non meglio precisata attinenza con le fughe e i preludi di Bach. Il mood generale è quello cui gli Air degli anni più recenti ci hanno abituati, groove ipnotico, elettronica minimale, psichedelia 70s sullo sfondo, per un giudizio ponderato meglio aspettare il lavoro in studio, la performance live è stata indubbiamente persuasiva.

Gli impegni di lavoro del mattino successivo ci impediscono di proseguire la serata con il dj set della quotata Miss Kittin e le sue bordate electroclash, synthpop e tech house. Ce ne scusiamo con i lettori.

La Batteria

https://www.youtube.com/watch?v=zYZKxpEvIsc

Nicolas Godin

https://www.youtube.com/watch?v=_o7yQc-Nwe0

C Commenti

Ci sono 5 commenti. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

fabfabfab alle 16:31 del 8 giugno 2015 ha scritto:

Carino il disco de La Batteria ....

Dr.Paul, autore, alle 13:07 del 9 giugno 2015 ha scritto:

bello sì, lo ha recensito Marco....ma è stato bassino con il voto imho!

Marco_Biasio alle 17:56 del 9 giugno 2015 ha scritto:

Ahah, ma commentate pure, marrani, non fatevi problemi! Sì, sono stato un po' basso, già nella recensione tendevo un po' a discolparmi... Hanno due-tre pezzi davvero killer e sui generis sono quelli più bravi a suonare del filone. Almeno mezzo punto in più ci stava. Bravo tu che li hai intercettati dal vivo, spero di poterlo presto fare anch'io

fabfabfab alle 18:10 del 9 giugno 2015 ha scritto:

hmm non so se ci basta come giustificazione. Paul tu che dici?

Dr.Paul, autore, alle 21:42 del 9 giugno 2015 ha scritto:

heee-ee vabbè dai