V Video

A John Zorn

R Dischi di John Zorn

Kristallnacht10/10

John Zorn
Kristallnacht (Tzadik 1993)

Parlare di certi argomenti è difficile. Farlo senza scadere nella retorica, specialmente in un paese dove la santificazione arriva, postuma, sotto una pioggia...
FilmWorks VII: Cynical Hysterie Hour8,5/10

John Zorn
FilmWorks VII: Cynical Hysterie Hour (Tzadik 1997)

John Zorn. È difficile, eh? Molto. Basterebbe questo nome per chiudere la recensione, basterebbero queste due parole per far comparire rispetto e profonda...
FilmWork XIX: The Rain Horse9/10

John Zorn
FilmWork XIX: The Rain Horse (Tzadik 2008)

Signori e signore, il genio è tornato fra di noi. Splendido cinquantaquattrenne, dalla vena compositiva rimasta fulgida e prolifica come un tempo, negli ultimi...
The Dreamers8/10

John Zorn
The Dreamers (Tzadik 2008)

È incredibile. È davvero incredibile. Non è passato nemmeno un mese dall’uscita del diciannovesimo, celestiale, consigliatissimo FilmWork “The Rain Horse”, per...
The Crucible8/10

John Zorn
The Crucible (Tzadik 2008)

Moonchild, parte 4. Scardinate le porte, bruciate le insegne, togliete i lucchetti, gettate lontano le chiavi. E mettetevi al sicuro. Credevamo, noi, che...
FilmWorks XX: Sholem Aleichem7/10

John Zorn
FilmWorks XX: Sholem Aleichem (Tzadik 2008)

Facciamo rapidamente due più due: lo scrittore ed umorista ebraico più famoso dell’Ottocento viene omaggiato di un documentario, successivamente musicato da uno...
O'o8/10

John Zorn
O'o (Tzadik 2009)

Anche in casa Zorn, seppure con ritardo e dispendio di energie, è arrivata l’estate. Cosa fare, dunque? Abbandonare per qualche tempo gli studi di registrazione...
In Search Of The Miraculous7/10

John Zorn
In Search Of The Miraculous (Tzadik 2010)

Peculiarità distintiva dell’ultimo biennio di uscite a nome John Zorn, generalmente agevoli ed appetibili anche al pubblico più insofferente agli spinti (non...
Ipsissimus8/10

John Zorn
Ipsissimus (Tzadik 2010)

In gergo si direbbe, semplicemente, che il ragazzo ci ha preso gusto. Il ragazzo, ovviamente, è John Zorn. E ci ha preso gusto, ne consegue, condividendo questo...
Nova Express7/10

John Zorn
Nova Express (Tzadik 2011)

Una decade fa potevamo filosofeggiare, giustamente, sul fatto che un disco di Zorn al giorno togliesse il medico di torno (niente mele di mezzo, portano sfiga...
A Dreamers Christmas6/10

John Zorn
A Dreamers Christmas (Tzadik 2011)

Non chiamatela senilità acuta: è una scusa sin troppo banale. Nei suoi quarant’anni di carriera “ufficiale”, John Zorn ha rivisitato la colonna sonora di James...
The Gnostic Preludes7,5/10

John Zorn
The Gnostic Preludes (Tzadik 2012)

Per i suoi cinquant’anni, nel settembre del 2003, John Zorn aveva deciso, giustamente, di autocelebrarsi. Facendolo, peraltro, nel migliore dei modi: un mese no...
Nosferatu6,5/10

John Zorn
Nosferatu (Tzadik 2012)

Sin qui, il dispiegamento massiccio di forze. Ma come indirizzare, cosa consigliare ad un completo neofita, che mai ha sentito parlare di John Zorn in vita sua...
Dreamachines7,5/10

John Zorn
Dreamachines (Tzadik 2013)

Chi si era abituato ai colori pastello e alla tenui nuances del songwriting zorniano infatuato del romanticismo, della musica da camera e del surf easy...
The Last Judgment7/10

John Zorn
The Last Judgment (Tzadik 2014)

Battiti marziali e urla da far agghiacciare il sangue nelle vene (“Resurrection” fa sembrare Diamanda Galás una liceale), messe dark jazz celebrate a...
Psychomagia6,5/10

John Zorn
Psychomagia (Tzadik 2014)

I comunicati promozionali della Tzadik sono qualcosa di sottilmente umoristico, il trionfo del superlativo e della pompa magna pubblicitaria. Gli “essential”...
On Leaves Of Grass6,5/10

John Zorn
On Leaves Of Grass (Tzadik 2014)

La terza avventura discografica del Nova Express Quartet, dopo gli straordinari “Nova Express”, 2011, e “Dreamachines”, 2013 (non conteremo come tale “At The...
Valentine's Day6,5/10

John Zorn
Valentine's Day (Tzadik 2014)

Un indizio non fa una prova, ma instilla il sospetto. Così, se alla maggioranza la fuitina impro che John Zorn registrò con Thurston Moore l’anno scorso (“@”)...
The Song Project7/10

John Zorn
The Song Project (Tzadik 2014)

La sobrietà, questa sconosciuta. Per i quarant’anni (il mezzo del cammin di nostra vita…) avrete, presumibilmente, passato una notte romantica con moglie o...
Pellucidar - A Dreamers Fantabula6,5/10

John Zorn
Pellucidar - A Dreamers Fantabula (Tzadik 2015)

Tzadik vive un anno densissimo di avvenimenti, di cui, colpevolmente, nel corso di questi mesi, abbiamo riferito poco e male. Vediamo, in rassegna, i più...
Simulacrum6,5/10

John Zorn
Simulacrum (Tzadik 2015)

Si pensi all’immensa opera di John Zorn (1973-2015: quarantadue anni) come ad un’unica, maestosa ragnatela. Ogni brano, superfluo che possa sembrare, ne...
The True Discoveries Of Witches And Demons8/10

John Zorn
The True Discoveries Of Witches And Demons (Tzadik 2015)

Quaranta minuti di lividi e cazzotti agitati a destra e a manca e poi, inaspettatamente, il cerotto. Il sorriso. La conclusione romantica. Così si...
Inferno7/10

John Zorn
Inferno (Tzadik 2015)

Ah, questo benedetto diavolo, sempre a metterci in mezzo la coda… Damy i gospoda, Simulacrum, third act. Dal titolo, roboante, quasi definitivo nel suo...
The Painted Bird7/10

John Zorn
The Painted Bird (Tzadik 2016)

Dietro Kandinskij, tra i miei pittori preferiti v’è, senza dubbio, Hieronymus Bosch: un genio assoluto, avanti anni luce al suo tempo. Alla domanda “perché”...
49 Acts Of Unspeakable Depravity In The Abominable Life And Times Of Gilles De Rais7/10

John Zorn
49 Acts Of Unspeakable Depravity In The Abominable Life And Times Of Gilles De Rais (Tzadik 2016)

Solo uno come John Zorn poteva spingermi a riprendere in mano Huysmans e il suo detestabile decadentismo di maniera, entrambi superbamente accantonati in...
Midsummer Moons6,5/10

John Zorn
Midsummer Moons (Tzadik 2017)

È da quando il genietto della sei corde Julian Lage ha fatto la sua comparsa nell’universo Tzadik che mi sono messo, di soppiatto, a studiare le mosse del...
The Garden Of Earthly Delights6,5/10

John Zorn
The Garden Of Earthly Delights (Tzadik 2017)

Recentemente, in un gruppo Facebook su John Zorn, un utente ha posto una domanda tanto semplice quanto insidiosa: perché il Nostro ha chiamato ogni capitolo...
Insurrection7/10

John Zorn
Insurrection (Tzadik 2018)

Birbantello Zorn, ci hai gabbato tutti un’altra volta, ancora una volta. Ecco, alla buon’ora, la vera motivazione dell’invito a corte per Julian Lage: oltre...
Salem, 16926/10

John Zorn
Salem, 1692 (Tzadik 2018)

Con sette incisioni in poco più di tre anni, la missione soggiacente al progetto Simulacrum – inopinatamente rinominato Insurrection dopo l’entrata in...