V Video

A Manic Street Preachers

Manic Street Preachers

I Manic Street Preachers si formano nel 1986 in Galles. Al terzetto iniziale (James Dean Bradfield, chitarra; Nicky Wire, basso; Sean Moore, batteria) si aggiunge in un secondo tempo Richey James Edwards in qualità di co-autore dei testi e chitarrista. Dopo una serie di concerti iconoclasti e irriverenti, in cui un distruttivo nichilismo punk si coniuga a una forte componente politica di base socialista, i quattro debuttano con Generation Terrorists (1992), tra punk e glam rock. Al più introverso Gold Against The Soul (1993) succede The Holy Bible (1994), i cui brani fatti di riff nevrotici e ritornelli incisivi impongono i Manics come una “angry young band” capace di far coesistere intellettualismo e sudore, angoscia e critica sociale.

La scomparsa nel nulla di Edwards nel febbraio 1995 provoca una decisa sterzata nelle sonorità del gruppo, sempre più installato in una dimensione pop-rock (Everything Must Go, 1996; This Is My Truth Tell Me Yours, 1998; Lifeblood, 2004) capace di recuperare solo a tratti la primigenia energia punk (Know Your Enemies, 2001), ma sempre ancorata a un saldo sostegno ideologico (Send Away The Tigers, 2007).

R Dischi di Manic Street Preachers

Gold Against The Soul5/10

Manic Street Preachers
Gold Against The Soul (Columbia Records 1993)

Ogni disco dei Manic Street Preachers va contestualizzato, forse più di quanto non si debba fare con qualsiasi altro album di qualunque altra band. E questo...
The Holy Bible9/10

Manic Street Preachers
The Holy Bible (Epic 1994)

La Bibbia dei Manic Street Preachers è almeno tre cose: l’apice della band gallese, il testamento di Richey James Edwards, uno dei dischi più violenti dei ’90...
Send Away The Tigers6/10

Manic Street Preachers
Send Away The Tigers (Columbia 2007)

Ogni disco dei Manic Street Preachers (questo è l’ottavo, il quinto dell’era post-James) nasce sempre da un’articolata sommatoria dei precedenti, e in...
Journal For Plague Lovers7,5/10

Manic Street Preachers
Journal For Plague Lovers (Sony 2009)

«A life spent making mistakes is not only more honorable, but more useful than a life spent doing nothing» (George Bernard Shaw). Con questa epigrafe è...
Postcards From A Young Man5/10

Manic Street Preachers
Postcards From A Young Man (Columbia 2010)

Se c’è una cosa che “Journal For Plague Lovers” (2009) ha dimostrato è stata l’importanza cruciale di Richey Edwards per i Manic Street Preachers. Solo il fatto...
Rewind The Film6/10

Manic Street Preachers
Rewind The Film (Columbia 2013)

«How I hate middle age, in between acceptance and rage» “Da loro ci si può aspettare di tutto” è un’espressione che suonerebbe come un complimento per la...
Futurology6/10

Manic Street Preachers
Futurology (Columbia 2014)

È proprio più forte di loro: i Manics non riescono a non pubblicare un disco massimalista, da stadio e sopra le righe dopo aver provato la spigolosità ruvida...