V Video

R Recensione

8/10

Fujiya & Miyagi

Transparent Things

Esce alla faccia di chi crede che non ci sia più spazio per qualcosa di nuovo, negli anni del riciclo sterile e del plagiarismo smunto, questo “Transparent Things” del duo scozzese Fujiya e Miyagi, raccolta di singoli che sono stati una boccata d’aria fresca per la scena elettronica mondiale e che hanno risposto ad un interrogativo mai risolto. È possibile rendere il kraut rock divertente e ballabile ? È possibile riprenderlo aldilà degli stereotipi un po’ onanistici del post rock e dell’electro indie rock di Stereolab e compagnia ?

Un conto è riportare sulle piste del leftfield le ritmiche fratturate ma commestibili del punk funk newyorkese come fatto da James Murphy e compagnia danzante, un altro è ridare calore alle algide sinfonie spaziali di gente come Kraftwerk, Cluster e Neu. I due scozzesi, chissà come, ce la fanno, trovando un ideale e impossibile punto di congiunzione tra elettronica kraut e punk funk.

Il suono è pulito ma non slavato, geometrico ma non meccanico, la trasparenza c’è, ma non significa assenza di colore, o di calore, e il termine minimalismo non sta per spoglio.

Vengono sparati subito gli assi, : la fenomale partenza di Ankle Injuries, minimalismo che lavora i fianchi dell’ascoltatore attraverso parsimoniose addizioni, l’insidioso groove a presa istantanea di Collarbone, il crescendo di gran classe di Photocopier, come se Tricky decidesse di cimentarsi con la new wave con i Cluster come comprimari.

Ascoltatelo mentre corre sulla sua Autobahn di silicio, il dischetto, tra una siderale Conductor 71 ed una pulsante Cassettesingle, ammiratelo mentre si spolvera leggermente di soul nella titletrack e dimena i fianchi sulle curve funk di Sucking Punch, novello Prince perso nello spazio tempo. Non perdetelo di vista, mentre cede alle lusinghe di un punk funk ultra chic (In One Ear & Out The Other).

Ci si guarda indietro per andare avanti in un disco che ti fa venir voglia di avere un paio di cuffie, al posto delle orecchie.

V Voti

Voto degli utenti: 8/10 in media su 4 voti.
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
0,5
motek 8/10

C Commenti

C'è un commento. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

Nadine Otto (ha votato 8 questo disco) alle 23:17 del 6 maggio 2007 ha scritto:

una rivelazione questo disco!