R Recensione

7/10

Caribou

Andorra

Dan Snaith alias Manitoba alias Caribou. Più semplicemente uno dei nomi di spicco della cosidetta scena indietronica, alle spalle tre dischi uno migliore dell'altro, che hanno contribuito a definire l'estetica del (non) genere.

All'attivo, da poco, anche un quarto album: questo Andorra, che si apre etereo e sognante con un paio di pezzi, Melody Day e Sandy, che innestano amabilmente la sua elettronica lo-fi sul corpo ancora vivo della psichedelia anni '60. O viceversa. Suggestioni orientali, pattern ritmici allucinogeni, falsetti sognanti ed eterei, amabile pop dell'età dell'oro impreziosito da sgargianti diademi sonori e da inventivi cambi armonici e ritmici.

After Hours non perde quota e non cambia rotta, mantiene l'assetto ultraterreno e ci saluta dalle sue 8 miglia di altezza, volteggia estatica e plana serena nel finale, mentre le voci dell'equipaggio si intarsiano come nei migliori sogni Wilsoniani. Che colorano anche il romanticismo placido di She's The One, gioiello di modernariato indie pop che farebbe felici High Llamas e Stereolab.

L'anima psichedelica del disco è ormai svelata: mai come in questo Andorra infatti i Caribou si sono lasciati risucchiare dalla fascinazione psych. In tutti i suoi aspetti e in tutte le sue anime: attraverso la psichedelia morbida e bucolica d'oltremanica (Desiree) e le atmosfere narcotiche del dream pop (Eli), le spirali sintetiche di certo Kraut Rock (Sundialing) e lontane suggestioni Wyattiane (la splendida Irene).Per poi chiudere a sorpresa con la techno ambient di Niobe.

Un ottimo esempio di cosa possa voler dire, nell'annus domini 2007, il termine neo psichedeliaSnaith riesce ad omaggiare il passato senza risultare datato e a stendere in modo esemplare un ponte tra due mondi che, in fondo, sono sempre stati contigui concettualmente, ma mai così vicini musicalmente.

V Voti

Voto degli utenti: 7,7/10 in media su 6 voti.
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
0,5
rubens 8/10
REBBY 7/10

C Commenti

Ci sono 2 commenti. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

Peasyfloyd (ha votato 8 questo disco) alle 19:59 del 28 dicembre 2007 ha scritto:

sorprendente

indie-tronica davvero piacevole con un ottimo retrogusto psycho e con uno spirito che strizza l'occhio al pop morbido. Ottimo ascolto, fatto alla cieca tra l'altro...della serie sarebbe anche ora che iniziassi a farmi una cultura seria sullo scenario elettronico di questo nuovo millennio

Truffautwins (ha votato 9 questo disco) alle 2:17 del 27 novembre 2008 ha scritto:

Caribouuuuuuuuuuuuuuu

Ottimo, davvero stimolante!