storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  mistiscismo edonistico o edonismo mistico?
Gorgia
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 3:01 am  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 15/12/18 17:18
Messaggi: 108
Residenza: Rieti

questa domanda mi sorge spontanea quando rifletto su quel geniaccio sregolato di Jim Morrison. Da un lato era uno dei tanti personaggi trasgressivi e sregolati che si sono bruciati prestissimo (cosa assai frequente nella musica). A conferma di questo ci sono i temi trasgressivi delle canzoni, sommati ai loro toni spesso beffardi e ironici, anche nella melodia; ma c'è molto di più. Quello che credo abbia fatto di Morrison un mito così archetipico è la compresenza con questi elementi di un'istintiva e arcana saggezza, che solo un individuo illuminato può tirare fuori senza sforzi intellettuali per i quali tanti altri artisti hanno dovuto spendere molto più tempo e disciplina. E' come se Morrison volesse dirci "biasimatemi pure per la mia sregolatezza e per la mia avversione alla disciplina, quello che sono in grado di trasmettervi mi viene spontaneo e dirompente, senza che abbia dovuto lavorarci un granché seguendo regole altrui". Inoltre, da aforista e poeta dilettante, mi ha colpito l'esistenza di classifiche che lo collocherebbero tra i maggiori poeti di sempre. Con tutto ciò non voglio dire che si tratti del mio cantautore preferito, ma il mistero che lo circonda (niente a che vedere con la sua scomparsa prematura, quella è roba da complottisti svitati) m'intriga come per tante altre figure celebri in diversi altri ambiti non musicali.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 11:51 am  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 85

E se Morrison fosse stato soltanto un "cazzone" molto esaltato?
Certo è stato un cantante di un espressività più unica che rara, e assieme ai suoi Doors ha forgiato uno degli impasti musicali più personali e unici del periodo; c'è anche da dire però che le sue poesie non sono chissà che profonde o meritevoli di attenzione, e non mi risulta che abbia mai scritto un libro degno di suscitare almeno un po' di interesse dal punto di vista della filosofia di vita.
Io penso "semplicemente" che Jim Morrison fu il grande frontman di un complesso rock straordinario; il che non è certo poco, ma ecco, niente di più
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 2:28 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1428

Jimbo chiaramente sopravvalutato come autore di testi, e terribilmente inflazionato dalle sue frasi finite su smemoranda e diari vari delle liceali in calore.

cio' detto, grandissimo frontman, voce sciamanica e perfetto complemento di tre musicisti da favola come manzarek e soci.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gorgia
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 4:09 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 15/12/18 17:18
Messaggi: 108
Residenza: Rieti

già molti esperti di letteratura hanno storto il naso quando hanno dato il Nobel a Bob Dylan, dunque non mi sorprende che a molti non convinca il valore dei testi di Morrison

leggendo la sua biografia emerge la sua insospettata erudizione (leggeva una quantità incalcolabile di testi) nonché un QI di 149

tutti elementi a sfavore di chi intenda sminuirlo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 5:58 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2932
Residenza: Aosta

Secondo me è sempre rischioso cercare in un artista qualcosa di più di quello che è (e quindi riversare nella vita le sue qualità artistiche). Per carità, non dico che tutti gli artisti sono anche delle merde, ma pensando a Morrison mi viene in mente una persona con un ego smisurato e delirante, così assorto nell'identificazione tra vita e arte da risultare fastidiosamente sopra le righe, eccessivamente "costruito" e pompato. Quindi l'idea del "cazzone molto esaltato" mi sembra forse la più adatta per il personaggio (e paradossalmente la più rispettosa).

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 5:58 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 85

D'accordo, grazie di queste informazioni su JM che non conoscevo. Comunque per un poeta avere un QI molto alto non credo equivalga ad una produzione poetica straordinaria, suppongo.
Mi spiego, non so se il QI di Eugenio Montale o di Giovanni Pascoli fosse superiore a 130, tuttavia loro sono collocati tra i grandi poeti della storia, Jim Morrison no. Rimanendo in ambito rock, credo che i testi di Leonard Cohen siano ben più rilevanti in ambito letterario rispetto a quelli di Jim Morrison; eppure non so se il QI di Cohen superasse il 130. Chi lo sa? D'altronde leggere e studiare moltissimi libri è certamente un vantaggio enorme per chi scrive poesia, come chi studia la musica con grande dedizione è più portato per composizioni brillanti: ma tutto ciò se spesso si concretizza in una produzione di tutta eccellenza (Giacomo Leopardi), talvolta ciò potrebbe non accadere (Angelo Branduardi?). Detto questo, massimo rispetto come frontman e cantante rock.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 6:06 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 85

P.S. Il mio "grazie delle informazioni" era riferito al post di Gorgia
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gorgia
MessaggioInviato: Ven Dic 28, 2018 10:38 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 15/12/18 17:18
Messaggi: 108
Residenza: Rieti

Giorgio_Gennari ha scritto:
D'accordo, grazie di queste informazioni su JM che non conoscevo. Comunque per un poeta avere un QI molto alto non credo equivalga ad una produzione poetica straordinaria, suppongo.
Mi spiego, non so se il QI di Eugenio Montale o di Giovanni Pascoli fosse superiore a 130, tuttavia loro sono collocati tra i grandi poeti della storia, Jim Morrison no. Rimanendo in ambito rock, credo che i testi di Leonard Cohen siano ben più rilevanti in ambito letterario rispetto a quelli di Jim Morrison; eppure non so se il QI di Cohen superasse il 130. Chi lo sa? D'altronde leggere e studiare moltissimi libri è certamente un vantaggio enorme per chi scrive poesia, come chi studia la musica con grande dedizione è più portato per composizioni brillanti: ma tutto ciò se spesso si concretizza in una produzione di tutta eccellenza (Giacomo Leopardi), talvolta ciò potrebbe non accadere (Angelo Branduardi?). Detto questo, massimo rispetto come frontman e cantante rock.


ci sono classifiche internazionali sui maggiori poeti della storia e in acune compare anche Morrison, se pensi che siano poco attendibili ti dico subito che sono tutte classifiche di area anglosassone, non molto diverse da quelle che fanno classifiche sui maggiori cantanti, musicisti e band

chiaro che sono tutte classifiche "etnocentriche" quindi riguardo ai poeti troverai pochissimi italiani e un mucchio di anglofoni

quanto ai poeti italiani in genere non vanno oltre Dante, Leopardi e Petrarca

dei nobel come Montale o Quasimodo non ricordo di averli mai letti in questi elenchi


L'ultima modifica di Gorgia il Gio Gen 03, 2019 5:34 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gorgia
MessaggioInviato: Sab Dic 29, 2018 4:19 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 15/12/18 17:18
Messaggi: 108
Residenza: Rieti

i miei brani preferiti:
https://www.youtube.com/watch?v=dEghu3No8Bc
https://www.youtube.com/watch?v=yAw_w0sA2jY
https://www.youtube.com/watch?v=sezc05A4s2g

people are strange in particolare lo trovo un brano magnetico per la sua disarmante semplicità mista a una criptica profondità
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Dic 31, 2018 10:08 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4276

Un frontman straordinario - durante l'adolescenza ho attraversato la mia fase Jim Morrison e credo di non essere un caso isolato. Come autore di testi ha una rara capacità immaginifica e si è dimostrato in grado di mediare tra alcune istanze e ambizioni "alte" e una forza espressiva immediata e semplice. Oggi alcune sue considerazioni sono un po' datate e altre mi suonano un pochino banali, da inquadrare nel clima ribellistico del tempo, ma altre conservano una forza a mio modo di vedere innegabile, al di là di alcune ingenuità e di numerose spacconate: imparentate con la cultura beat, figlia della contestazione e di tutto un clima irripetibile e che ha dato la svolta alla storia del rock (tra le altre cose).

La sua band però sta nell'Olimpo, con due dischi che sfiorano il 10 e tantissime altre buone cose. Jim era con ogni probabilità quello meno preparato sul piano musicale, ma è altrettanto vero che - morto lui - i suoi sodali si sono persi praticamente subito.

Evidentemente la magia dei Doors si sprigionava proprio dall'attrito fra le capacità espressive e interpretative di Morrison e le profonde conoscenze e doti tecniche degli altri, su tutti ovviamente Manzarek. Accade spesso così, in ogni ambito, se togli una delle due stampelle la creatura si azzoppa ed è accaduto anche ai Doors.


L'ultima modifica di FrancescoB il Dom Gen 06, 2019 3:17 pm, modificato 1 volta

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Dom Gen 06, 2019 2:46 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1428

come sempre impeccabile Francesco, non c'è bisogno di aggiungere altro


i testi di Morrison di certo superiori alla media dei gruppi rock, e poi hanno influenzato tantissimo Ian Curtis...ecco questo mi sembra un merito enorme, lasciamo stare la poesia vera che è una materia diversa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Gen 06, 2019 3:21 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4276

Per me in Morrison ci sono elementi poetici (detto che da scrittore dilettante un pochino diffido delle etichette di poesia "vera" o "finta" Wink ), e la forza di alcune immagini la trovo innegabile, però ecco già un Ian Curtis non è da meno, anzi spesso è più lucido e meno tronfio del Morrison maturo.

Autori come Cohen, Brel, Van Morrison o Dylan poi in materia di "letteratura in musica" secondo me hanno saputo dare e dire di più, sia sul piano della ricerca formale che su quello semantico. Insomma, tendo a considerarli più letterari di Jim Morrison, fermo restando che è stato un validissimo comunicatore anche su questo fronte e che i suoi testi sono spesso l'interessante prodotto della letteratura beat e di un clima meraviglioso e irripetibile.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 1 di 1
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it