storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  Nella Trap(pola) Italiana?
hiperwlt
MessaggioInviato: Mer Gen 23, 2019 12:21 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 12/10/08 20:08
Messaggi: 1958

Citazione:
Su Ghali hai letto cose interessanti perchè è l'unico "accettabile" dalla borghesia indie di cui parlavo sopra. E' l'unico che possiamo incamerare nel "nostro mondo". E lo è, o lo sarebbe, solo per quel testo impegnato con cui si è reso famoso (soprattutto tra i clienti Vodafone) che si chiama "Cara Italia" e dice cose tipo "Ma che politica è questa? Qual è la differenza tra sinistra e destra? Cambiano i ministri, ma non la minestra". Per quanto mi riguarda è il peggiore


Sì. Non credo il peggiore, sicuramente quello più ripulito e addomesticato dal senso comune. Il percorso iniziale sembrava decisamente più genuino (sebbene abbastanza basso, per me, qualitativamente).
Continuo a credere che l'artista che rappresenti meglio, e a un livello più alto dal resto, il movimento (escluso Achille Lauro, che continua a non piacermi un gran ché lo stesso) sia Tedua.
https://www.youtube.com/watch?v=FLm_4ohkAaQ

Ritornando a Salmo, anche con un album non eccelso ha dato prova che anche i suoi pezzi più trappeggianti tengono decisamente, live
https://www.youtube.com/watch?v=E0Pn59R6WkM
https://www.youtube.com/watch?v=TzsRCqKbOVg


L'ultima modifica di hiperwlt il Gio Gen 24, 2019 7:43 am, modificato 1 volta

_________________
"Chile"
http://www.edizioniterramarique.com/shop/chile/

Serve me the sky with a big slice of lemon
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Lepo
MessaggioInviato: Gio Gen 24, 2019 12:13 am  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 194

Ghali è l’unico tra i trappers italiani ad essere una popstar a tutti gli effetti. L’unico che al momento si può pensare riuscirà a sopravvivere quando quest’ondara sarà trascorsa. Già ad ora è il più contaminato (Habibi e Vida sono quanto di più vicino a Stromae si sia sentito in Italia, Mamma è una specie di dub hypnagogico annegato in mille delay e stratificazioni, e potrei continuare).
È anche il più addomesticato? Boh, può darsi, ma è una questione che ormai mi interessa sempre meno. Anche i Police o i Duran erano tra i più addomesticati del post punk, eppure furono due tra le più grandi band della loro epoca.
I versi citati da fab sono effettivamente molto paraculi, ma se già si scorre un po’ più avanti nel testo, ecco: ‘il tuo telefono forse non prende nell’hinterland, finite a fare freestyle su una zattera in Darsena/ La mia chat di WhatsApp sembra quella di Instagram, Amore e ambizione, già dentro al mio starter pack’. Decisamente notevoli questi versi, specie perchè accompagnati da quella base, al contempo latina, ‘gotica’, sfacciata e trattenuta.

P.S.: Salmo è un tamarro incredibbile Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
emiya86
MessaggioInviato: Gio Gen 24, 2019 9:19 pm  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 24/01/19 21:01
Messaggi: 2

Giuseppe Ienopoli ha scritto:
Mi risulta che una volta i trappers erano così ...







... Rolling Eyes ... Rolling Eyes Rolling Eyes








... Question ... Question Question ... Mr. Green Mr. Green


hahahaah
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 5:16 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4236

Fab un po' mi impressiona l'idea di essere superato anche nel modo di vedere la musica, anche se forse - parlando in termini generali - hai ragione; ma hai ragione anche se estendiamo il discorso: siamo nati superati, nel senso che il nostro è destinato ontologicamente a rimanere l'approccio della minoranza, mi viene da citare Moretti quando diceva "Mi sa che sarò sempre d'accordo con una minoranza".

Già noi tra i quaranta e i trenta siamo una generazione pop (e lo dico pur detestando la generalizzazione, già solo l'idea di "generazione" rappresenta una forzatura, ma un retroterra comune minimo forse c'è), cioè siamo cresciuti senza più barriere né distinzioni.

I ragazzi di oggi hanno fatto un ulteriore passo avanti, portando forse alla definitiva archiviazione di quella mid culture (cito Mauro) che con pro e contro rappresenta il terreno più fertile per le innovazioni "accessibili".

Il capolavoro del rock e del pop è stato creare una terra di mezzo, una forma nuova di espressione svincolata dalle dinamiche, dai dogmatismi e dal carrierismo delle accademie (dove trionfa la cultura "alta", ammesso che ancora si possa definire così) e le forme di espressione più popolari, prive di qualsiasi ambizione estetica, creativa, divulgativa, priva di coraggio ma di enorme successo.

Ecco, la cultura della seconda metà del '90 ha aperto una voragine enorme nel mezzo: basti pensare alla canzone d'autore, scioccamente tacciata di "non essere poesia" dai letterati e di "non essere musica" dai musicisti colti, che ha introdotto una forma di espressione radicalmente nuova collocandosi a metà strada tra questi mondi e quello della ballata popolare (il folk, il country etc..).

Oggi chi occupa questo spazio? Naturalmente esistono ancora i detriti di quello che fu, ma la mid culture elevata è in via di estinzione, o sbaglio io? Dopo il duecentesimo revival cosa faremo?

La trap rivendica invece la propria autonomia e il proprio anti intellettualismo, vive qui e ora. Da un lato abbiamo quindi i circoli "colti" che esistono per alimentarsi, dall'altro uno sterminato territorio dominato dalla cultura pop. Nel mezzo, cosa c'è di originale, di significativo?

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 5:18 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4236

Ecco, il fenomeno più interessante in questa "terra di mezzo" per me è rappresentato dalla musica nera dell'ultimo decennio, uno dei pochi settori capaci di dimostrare vitalità, non a caso per me quasi tutti i lavori più interessanti degli ultimi dieci anni appartengono a un filone che definirei black wave.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 6:07 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2908
Residenza: Aosta

FrancescoB ha scritto:
La trap rivendica invece la propria autonomia e il proprio anti intellettualismo, vive qui e ora. Da un lato abbiamo quindi i circoli "colti" che esistono per alimentarsi, dall'altro uno sterminato territorio dominato dalla cultura pop. Nel mezzo, cosa c'è di originale, di significativo?

FrancescoB ha scritto:
Ecco, il fenomeno più interessante in questa "terra di mezzo" per me è rappresentato dalla musica nera dell'ultimo decennio, uno dei pochi settori capaci di dimostrare vitalità, non a caso per me quasi tutti i lavori più interessanti degli ultimi dieci anni appartengono a un filone che definirei black wave.


Mi viene da aggiungere un elemento leggendo quello che hai scritto.

Se la musica nera recente è stata una forma di recupero piuttosto forte tra identità-politica-musica, la stessa cosa succede, a suo modo, con la trap: in Italia è l'unico genere che esprime un'adesione forte, che implica un legame tra appartenenza stilistico-sociale e gusto. Finora la musica, in particolare l'indie, aveva rivendicato una certa autonomia: era estetica, astratta, piccolo borghese, nostalgica, autoreferenziale. Artistica. In qualche modo la trap rifiuta il confinamento astratto come "disciplina" separata che riflette su se stessa, essendo invece espressione in atto, viva rappresentazione di una condizione, o almeno di una volontà (di rivincita, di mobilità sociale). È una sottocultura di tipo classico: esistono forti elementi omologici tra stile, pratiche, condizione sociale, linguaggi, ecc...

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 6:24 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4236

Se la poniamo così il ragionamento per me ci sta.

Mancano però alla trap alcuni elementi che rendevano alcuni movimenti (e che rendono in parte la BAM, che è anche fenomeno di moda naturalmente) originali:

- ambizione controculturale; la trap non solo accetta ma esalta lo status quo e reclama una fetta di torta più grande;
- ricerca sonora autonoma, anche se su questo fronte potrei sbagliarmi, so poco.

Dal punto di vista identitario invece nulla da dire, ma ecco è un'identità anticulturale e nemica di ogni ambizione e ricerca radicale, difficile. Per l'appunto, per me quella enorme terra di mezzo dove è nato il rock più grande (dai Velvet Undergound ai Radiohead, sono tutti sovrani della terra di mezzo) oggi è un po' povera.

Poi forse dalla trap, come accadde con il punk, nascerà un movimento più ampio e "difficile" come la new wave, del resto l'hip hop non è nuovo a simili scossoni (dal trip hop alla Anticon).

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 6:49 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2908
Residenza: Aosta

FrancescoB ha scritto:

Mancano però alla trap alcuni elementi che rendevano alcuni movimenti (e che rendono in parte la BAM, che è anche fenomeno di moda naturalmente) originali:

- ambizione controculturale; la trap non solo accetta ma esalta lo status quo e reclama una fetta di torta più grande;
- ricerca sonora autonoma, anche se su questo fronte potrei sbagliarmi, so poco.


Certo, stiamo parlando di un fenomeno dai tratti reazionari (anche se non bisogna esagerare col confinarlo a fenomeno degenere e basta). Per questo il paragone con il punk ci sta: è la catarsi, l'aprire nuovi spazi, a rappresentare il potenziale effetto progressivo. Poi, detto questo, rimane da capire come si conforma l'uditorio trap, e capire quali forme di appropriazione si stiano sviluppando (per dire, c'è l'ascoltatore che condivide lo stesso substrato cultural-sociale, c'è chi invece è affascinato dagli aspetti devianti, c'è chi semplicemente prende quel che passa il convento...)

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Feb 04, 2019 11:26 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4236

La trap rappresenta un po' il fenomeno del sovranismo sul piano culturale, e la sua affermazione dipende anche dalla pochezza del vecchio culturame.. che si è dimostrato quasi sempre di un'incoerenza sconcertante (similmente a certa sinistra à la page), favorendo così l'emersione di un fenomeno che smonta la puzza sotto il naso di questo culturame.

Diciamo che le parabole della politica rispecchiano un po' le parabile dei movimenti artistici di così ampia portata sociale.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 3 di 3
Vai a Precedente  1, 2, 3
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it