storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  La grana della voce
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Lug 13, 2019 2:41 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

Cito il noto filosofo Roland Barthes per coinvolgervi nell'esplorazione del mistero più indecifrabile della musica, quello della voce. Come ipotizza lo stesso Barthes, è quasi impossibile spiegare perché una voce ci perfora l'anima e l'altra ci lascia totalmente indifferenti: non è sufficiente parlare di tecnica e neppure semplicemente di pathos, di interpretazione. Secondo lui c'è proprio qualcosa di materiale nella vibrazione delle corde vocali che consente di instaurare una relazione - anche e soprattutto empatica - tra cantante e ascoltatore.

Condividete? Quali sono le voci che vi massacrano e quelle che invece - ancorché stimate - vi lasciano piuttosto indifferenti, se non addirittura vi irritano? Per me il feeling con la voce riveste un ruolo chiave - anche se spesso inconscio - quando mi confronto con un brano o un artista.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fabfabfab
MessaggioInviato: Dom Lug 14, 2019 9:12 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 07/06/08 13:04
Messaggi: 6945

FrancescoB ha scritto:
Cito il noto filosofo Roland Barthes per coinvolgervi nell'esplorazione del mistero più indecifrabile della musica, quello della voce. Come ipotizza lo stesso Barthes, è quasi impossibile spiegare perché una voce ci perfora l'anima e l'altra ci lascia totalmente indifferenti: non è sufficiente parlare di tecnica e neppure semplicemente di pathos, di interpretazione. Secondo lui c'è proprio qualcosa di materiale nella vibrazione delle corde vocali che consente di instaurare una relazione - anche e soprattutto empatica - tra cantante e ascoltatore.

Condividete? Quali sono le voci che vi massacrano e quelle che invece - ancorché stimate - vi lasciano piuttosto indifferenti, se non addirittura vi irritano? Per me il feeling con la voce riveste un ruolo chiave - anche se spesso inconscio - quando mi confronto con un brano o un artista.


Uomini: Tom Waits (ovviamente), Marvin Gaye... ma anche alcuni assai più giovani tipo Cody Chestnutt o Michael Kiwanuka. Abbastanza prevedibili, tutti neri. Raramente mi innamoro di voci bianche. Diverso invece con le donne, qui va bene tutto (ma credo dipenda dal testosterone): non so, Cat Power. Anche se il meglio è comunque nero: Sade, la divina Nina Simone...

Nella seconda categoria tantissimi: Thom York, ROBERT PLANT, Eddie Vedder, Chris Cornell...

_________________
http://nientaltrodafare.altervista.org/
Musica meticcia, parole incrociate e cani bastardi
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Lug 14, 2019 9:42 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

Io fatico un pochino a relazionarmi con voci femminili in orbita dream, molto pulite: per questo non sempre entro in sintonia con i Beach House. Ne riconosco la bravura però la voce per qualche tempo mi ha tenuto a distanza.

In generale non mi trovo troppo bene con le voci maschili tendenti al falsetto, Bon iver è una felicissima eccezione; così come con i sospiratori, che tendenzialmente mal sopporto.

Voci maschili limitatissime - davvero tecnica prossima allo zero - che mi spezzano in due: Calvin Johnson, Mick Jones, Will Oldham (soprattutto negli incredibili Palace Music), Neil Young (straordinario persino quando stecca clamorosamente), Tom Verlaine (un sacco di gente non regge il suo timbro da androide annoiato, per me invece un valore aggiunto), Matt Berninger. Kurt Cobain o Paul Westerberg sono una sorta di ricettacolo della grana vocale che sovrasta i limiti tecnici. L'hip hop pure dipende molto dalla grana, per dire adoravo quella del giovane West, di Lamar, la voce allucinata dei cLOUDDEAD.

Voci che non mi piacciono molto: Ian Gilliam, il Freddie Mercury più pacchiano (a volte invece lo trovo straordinario), Bon Scott, le voci jazz tendenti all'untuoso (mentre sono incredibili quelle di Chet Baker, Billy Holiday etc.. anche grazie ai loro limiti tecnici), poi vabbeh sparo sulla croce rossa ma il bel canto neomelodico è davvero un'ordalia.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
victor
MessaggioInviato: Lun Feb 03, 2020 11:11 am  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 24/01/20 11:04
Messaggi: 10

Pienamente d'accordo con FrancescoB

la musica in generale va a toccare parti dell' inconscio inesplorate, ecco perche' l'analisi puramente tecnica puo' solo spiegare in parte una canzone.

Nel mio caso rimasi da giovane sconvolto da

Maria Callas nel Casta Diva di Bellini e
Janis Joplin in Cry Baby.

due generi musicali che manco mi appartengono e due artiste davvero distantissime tra loro, eppure .....
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Lun Feb 03, 2020 5:08 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1658

uno dei motivi per cui non apprezzo piu' di tanto lo shoegaze sono proprio le voci....le trovo tutte uguali, anodine. piatte. non trasmettono la minima emozione, fungono da lamento che si limita ad accompagnare il rumore chitarristico. vale per tutti JAMC, My bloody valentine, ride e loro epigoni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Mar Feb 04, 2020 10:01 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

Io nel settore fatico a orientarmi con precisione: ad esempio apprezzo molto le voci dei MBV e dei Ride, trovo invece meno interessanti quasi tutte le altre, specie nel dream che verrà dopo il 2000.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Mar Feb 04, 2020 2:00 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1658

FrancescoB ha scritto:
Io nel settore fatico a orientarmi con precisione: ad esempio apprezzo molto le voci dei MBV e dei Ride, trovo invece meno interessanti quasi tutte le altre, specie nel dream che verrà dopo il 2000.


no vabbe le cose dopo il 2000 del genere ( tipo beach house o certi gruppi di revival) li consiglio al massimo come sonniferi Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Mer Feb 05, 2020 8:36 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

In generale io non amo la voce al limiti del sussurro e del falsetto, salve rare eccezioni. Diciamo che - impressione mia ovviamente eh - mi sembrano quasi tutte voci molto scolastiche e affettate.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 1 di 1
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it