storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Bar dello Sport  ~  Motorizziamoci tutti!
FrancescoB
MessaggioInviato: Mer Lug 29, 2020 12:00 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4592

Sorpasso clamoroso e astuto, del resto quanto a abilità pura nel fondamentale non teme nessun confronto, quanto a pazzia è uno dei pochi veri piloti vecchio stampo, duri ma leali e capaci di tutto in giornata.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Ago 03, 2020 7:59 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4592

Dopo una gara da sbadigli i problemi alle gomme scatenano una bagarre inattesa nel finale, Bottas poco fortunato, Lewis riesce a gestire da pilota d'altri tempi, un miracolo villeneuviano.

Ma mi preme parlare di Vettel: umiliato da Leclerc, la macchina con poco carico lo relega all'undicesima posizione, condannandolo a subire sorpassi da un Gasly qualsiasi.

Alla fine, temo che la figura del pur grande Sebastian esca ampiamente ridimensionata da tutto quanto accaduto dal 2014 in avanti: il duello con Ricciardo lo vede massacrato sotto ogni voce (qualifica, cattiveria, velocità pura, successi, punti), ma poteva essere un'annata no dopo quattro titoli; poi però tra 2017 e 2018, pur collezionando successi importanti, non capitalizza al meglio una Ferrari che per larghi tratti vale la Mercedes e nella prima parte del 2018 anche qualcosa di più; nel 2019 Leclerc fa quasi sempre meglio e vince di più.

Voi cosa ne pensate? Io per inclinazione non sminuisco mai i titoli, ha vinto 4 mondiali e tanto basta a collocarlo tra i grandi, però tutto il contorno un pochino desta il sospetto che la Red Bull fosse davvero un'astronave (né più né meno come la miglior Mercedes) e che lui non avesse un rivale vero in casa, tolto il 2010 in cui Webber era davanti fino all'ultima gara.

Credo anche per per figurare tra i giganti della storia un pilota debba combinare qualcosa di importante anche quando non ha il mezzo per primeggiare. Schumacher l'ha fatto più volte, Alonso pure, Hamilton ha collezionato record con un super mezzo, ma ha pure portato a casa due mondiali con una vettura leggermente inferiore alla concorrenza (2008 e 2018) e vinto gare con la McLaren del 2009 che partiva spesso in fondo allo schieramento.

Vettel, tolto il capolavoro del 2008 con la Toro Rosso (che era comunque in seconda fila con Signor Nessuno Bourdais), ha sempre vinto "sui binari", quando mezzo circostanze circuito avversari etc.. non potevano troppo impensierirlo. In quelle condizioni, si è dimostrato un drago, senza dubbio velocissimo, ma non so se valga più di un Rosberg, un Raikkonen o un Button, complessivamente.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Lun Ago 03, 2020 9:27 am  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1616

concordo su tutto....aggiungo che per quanto non mi fosse simpatico Alonso, è decisamente ingiusto che abbia la metà dei titoli di Vettel ( due dei quali vinti sullo spagnolo solo per la netta superiorità del mezzo).

certo che per la ferrari si fa dura se hamilton vince pure senza una ruota

per lewis l'unica ombra sulla carriera alla fine sarà il titolo perso in casa contro Rosberg, ma sarà un'inezia in rapporto al bottino che ancora deve essere ben rimpinguato
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Ago 03, 2020 11:28 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4592

Premesso che nel 2016 fu molto sfortunato, alla faccia della fama di lucky boy che pure è meritata per altre occasioni, in quella stagione Lewis mi deluse in due o tre gare decisive: a Singapore fu massacrato per la prima forse unica volta da Rosberg, proprio non lo vide tutto il week end; a Suzuka perse la pole di 6 millesimi ma con una partenza pessima rovinò tutto. Insomma, alla fine fu comunque colpevole, benché avesse sofferto 5 o 6 guai meccanici (decisivo quello in Malesia), contro i 2 del rivale.

Schumacher per me anche nell'occasione avrebbe trovato il modo di vincere, a mio parere rimane un microgradino sopra Hamilton soppesando tutto, anche per come portava la Ferrari della seconda metà dei '90 in posizioni impensabili.

A parziale compensazione del maggiori distacco rifilato da Schumi ai compagni di squadra dobbiamo valutare il valore dei compagni: Hamilton ha corso contro tre campioni del mondo che, escluso lui, hanno sempre massacrato la concorrenza interna; contro Bottas, che non è un fenomeno ma che finiva il mondiale terzo con la Williams nel 2014 e ha sempre battuto in modo ampio Massa, nel confronto diretto; con Kovalainen che è l'unico pilota normale tra questi, e infatti finiva ottavo e dodicesimo quando Lewis era primo e quinto.

Schumacher ha corso contro Verstappen padre, Johnny Herbert, Irvine che era meglio come tombeur de femme che come pilota, Barrichello e Massa, che è stato probabilmente il compagno più scomodo. Aggiungiamo che ha sempre e giustamente avuto la squadra tutta dalla sua parte, sia per la qualità dei materiali che sul piano strategico. Non può essere del tutto casuale se Irvine divenne competitivo con Schumacher fuori: evidentemente fu messo nelle condizioni di esserlo, poi che non valesse un'unghia del tedesco siamo tutti d'accordo.

Rispetto agli altri mostri come Senna, Prost, Alonso e lo stesso Hamilton, a Schumi (che pure reputo il più grandi tra questi) è mancato davvero un confronto interno contro un avversario all'altezza.

Prost sotto questo profilo è il più grande: ha corso con Keke Rosberg, Lauda, Senna, Hill e sul piano dei punti ha vinto quasi sempre, perse contro Lauda nel 1984 un po' per caso (ma parliamo di Lauda, ovvero un altro stratega impeccabile come Prost, che fu leggermente più fortunato), e contro Senna, che era più veloce ma che con le regole attuali non avrebbe mai battuto il francese.

Poi ribadisco che per me nessuno ha fatto la differenza dello Schumacher migliore, Hamilton c'è riuscito nella seconda parte del 2018, in cui sprigionava la stessa magia, ma Schumi ha raggiunto certe vette con più costanza.

L'unico dubbio riguarda appunto la mancanza di un rivale in casa.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 45 di 45
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 43, 44, 45
Indice del forum  ~  Bar dello Sport

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it