storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  I Libri della nostra vita
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Mar Mar 02, 2021 9:59 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 303
Residenza: Verona



📖 La coscienza di Zeno - 1923
scritto da Italo Svevo

"Le parole bestiali che ci lasciamo scappare rimordono più fortemente delle azioni più nefande cui la nostra passione c’induca."

(parlando di Guido) "Ne vidi sempre tanto chiaramente i difetti che il suo pensiero spesso mi irritava, quando non mi commoveva qualche suo atto di debolezza."

"Quando però i miei occhi si richiusero, nell'oscurità vidi che le sue parole avevano creato un mondo nuovo, come tutte le cose non vere."

Queste e cento altre perle resteranno a vagare nel mio inconscio per sempre.
Accennare alla trama di quello che è di gran lunga il romanzo a cui più sono legato mi pare quanto mai fuori luogo. Cercherò in breve di concentrarmi su cosa lo renda tanto speciale. Ed anzi lo rivelo subito: la figura di Zeno, il protagonista. Mi è stato descritto dalla scuola superiore come "un inetto a vivere"; è una rappresentazione idiota, avvilente, fuorviante. Zeno è anzitutto un uomo straordinario - nel bene e nel male, s'intenda. Intelligente - nel senso che pensa e riflette moltissimo sulle cose - si ritrova spessissimo impacciato con le persone e con i suoi affari, a causa di una scarsa intelligenza emotiva e di una latente timidezza. Egli non è però affatto "inetto a vivere", in quanto il suo matrimonio non fallisce, lui non cade mai in povertà e mai non impazzisce completamente; è un bullone scadente, ma tenacissimo, in una macchina della società che forse non è poi così brillante come vuol far credere. Osservare come evolvono i suoi rapporti con i vari membri della famiglia Malfenti, e con Guido Speier, è un processo di un'intensità e di una raffinatezza assolutamente unici: "La coscienza di Zeno" è la grande storia di una grande famiglia, più quella della formazione individuale del protagonista. Due storie dentro e fuori la mente di Zeno, l'antieroe più commovente della letteratura italiana. La scrittura è bellissima. Prodigioso il modo in cui Zeno ripassa la sua vita, da quando cerca di smettere di fumare, alla storia del suo matrimonio, alla storia del suo lavoro, fino all'ultimo capitolo dove lo stile viene stravolto giungendo a parlare persino di...

Arrivai alla "Coscienza" leggendo prima "Senilità", sempre di Svevo. Consiglio di intraprendere lo stesso percorso, perché "Senilità" è un libro importante e sottovalutato, e perché è breve, e perché ci si abitua al linguaggio sveviano. La coscienza di Zeno è uno dei pochissimi libri di cui mi sia concesso il lusso di leggere più volte. Ed è uno dei romanzi più perfetti della storia della narrativa.

_________________
Oggi la critica è l'arte di cui abbiamo più bisogno (William T. Gaddis)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Mer Mar 31, 2021 6:00 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 303
Residenza: Verona



📖 El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha (Don Chisciotte della Mancha) - 1615
scritto da Miguel de Cervantes

"Insomma, io non lo cambierei con nessun altro scudiero, [...]" (Don Chisciotte parlando di Sancho, non in sua presenza)

Il libro di cui tutti hanno sentito parlare e che pochi hanno letto davvero. Troppe cose si potrebbero dire su questo romanzo monumentale e miliare: il fatto che sia nato come una parodia delle storie di cavalleria, e che paradossalmente è il capolavoro assoluto della letteratura cavalleresca; o il fatto che il Don Chisciotte uscito di senno cercando di compiere le più grandi imprese (frequentemente spassosi scivoloni) viene giudicato ridicolo da tutti, ma proprio la sua vita piena di fallimenti (tanti) e soddisfazioni (poche) resta nella Storia e riesce a divertirci dopo quattro secoli, in fin dei conti; o il fatto che Cervantes è cristiano fino al midollo (tanto che ha combattuto a Lepanto), ma che mette in guardia da una fede che troppo facilmente diventa fanatismo giungendo ad esempio alla censura - vedasi il personaggio del curato, uomo buono e intelligente, e anche uno dei pochi che davvero si preoccupa della salute mentale del protagonista, che tuttavia opta per bruciare i "dannosi e sciocchi" libri di cavalleria... qualche analogia? Che poi, lo stesso don Chisciotte che crede ciecamente a tutte le imprese di cavalleria mai esistite potrebbe a un certo livello essere caricatura di certi cristiani che si fidano ciecamente di tutte le storie di miracoli e santi che sono state dette... chi lo sa.

Ma forse queste sono solo divagazioni, forse il vero fulcro del romanzo è il legame tra Don Chisciotte e Sancho Panza, questo assurdo rapporto padrone-servo lungi dall'essere idilliaco, conteso fra pesanti sgridate, commosse lodi, impeti lirici (illuminanti o ridicoli) e sproloqui: lì sta la sua bellezza. Sancho sa che don Chisciotte è pazzo, ma sente che stando vicino a lui si salva dalla vita banale, dunque contro ogni buon senso (o ottusità?) e ragione (o grigiore?), lo segue - forse una cristianissima parodia del discepolato di Cristo? Ma naturalmente molte, molte cose possono essere dette riguardo al simbolismo delle vite di questi due personaggi...

In tutto questo, sarebbe ingiusto soprassedere sull'estrema importanza formale e storica dello scritto, essendo a tutti gli effetti il primo grande romanzo "moderno", forse il primo in assoluto.

Non ci riesco, devo seguirlo; siamo dello stesso paese, ci siamo divisi il pane, gli voglio bene, è riconoscente, mi ha dato i suoi asinelli e, soprattutto, io sono fedele; e non c'è più niente che ci possa separare se non la morte. (Sancho Panza parlando di Chisciotte, non in sua presenza)

_________________
Oggi la critica è l'arte di cui abbiamo più bisogno (William T. Gaddis)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 2 di 2
Vai a Precedente  1, 2
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it