storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Bar dello Sport  ~  Motorizziamoci tutti!
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Dic 02, 2019 3:55 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Verstappen e Leclerc sono il futuro e lo sarà anche Sainz con il mezzo giusto, due grandissimi talenti. Anche per me l'olandese è comunque cresciuto e sul piano velocistico non teme confronti, Leclerc è lì per velocità pura e forse più maturo nella gestione.

Sarebbe curioso vedere Hamilton in Ferrari, ma arriverebbe a carriera quasi finita, con in tasca 6 mondiali o forse 7. Certo, lo farebbe per ritrovare le giuste motivazioni e chiudere alla grande, per me non partirebbe battuto neppure contro i due suddetti e compirebbe comunque un atto a suo modo coraggioso, basterebbero un paio d'anni per divertirsi sul serio; con la Ferrari 2018 per me vince il titolo in carrozza (Leclerc permettendo), con quella di quest'anno non credo avrebbe fatto troppo meglio del monegasco, troppa la differenza con la Mercedes a inizio stagione, nessuno avrebbe ribaltato la storia.

In generale sulla sua carriera ti quoto Lepo, cioè questo è un titolo che avrebbero vinto tutti i piloti migliori oggi in circolazione, magari giocandosela con Bottas fino all'ultimo, ma ecco credo che Vettel Ricciardo Verstappen e Leclerc sarebbero campioni del mondo al suo posto (forse Ricciardo o Vettel se la sarebbero giocata con questo Bottas, ecco).
In sintesi, il mondiale più facile della carriera, per quanto non siano mancati acuti e grandissime prestazioni. Però, ecco, i titoli 2008, 2017 e soprattutto 2018 per me sono due spanne sopra, perché conquistati con una vettura alla pari (2017) o anche leggermente inferiore a quella dei rivali (2008 e 2018). Quelli giocati contro Rosberg fanno storia a sé, certo nella seconda metà del 2014 e nella prima parte del 2015 si è visto un Hamilton stellare, in altre fasi molto meno.

Paradossalmente, fece forse meglio nel 2012, quando corse una stagione superlativa con la seconda/terza forza e non si giocò il titolo solo perché la McLaren era di burro e lo lasciò a piedi in 4 o 5 occasioni decisive (tre volte mentre era in testa in solitudine). Come dice anche Alonso, in quelle stagioni o nel 2009 (con una McLaren da terza fila) si è capito perché Hamilton era ed è un fenomeno, quest'anno bravissimo ma altri avrebbero fatto come lui.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lepo
MessaggioInviato: Mar Dic 03, 2019 2:12 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 223

Boh, Hamilton in Ferrari non mi scalda troppo, mi pare un’operazione troppo virata sul marketing rispetto alle convenienze sportive... Certo il lewis degli ultimi anni sembra non aver perso smalto per nulla, al di là di stagioni facili come quella appena finita.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Mar Dic 17, 2019 12:45 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1618

Iannone positivo agli anabolizzanti...vediamo se tornerà buona la scusa della pomata vaginale di Belen Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Lug 19, 2020 5:55 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Evoco i motorofili del forum per due considerazioni su queste stagioni anomale, Mercedes che pare ancora un'astronave, Lewis che emoziona sull'acqua ma che per il resto ha quasi stufato ghghg

Enorme passo indietro di una Ferrari che sembra brancolare nel buio, con Leclerc che non brilla troppo rispetto al 2019. Verstappen si conferma forse oggi il più veloce di tutti, spero che la Red Bull cresca.

In Motogp, Marquez si rompe e forse si profila un duello in casa Yahama, Valentino però proprio non ne ha più, assurdo sia ancora nel team ufficiale.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lepo
MessaggioInviato: Mar Lug 21, 2020 9:53 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 223

Mi faccio evocare volentieri, o cari motorofili!

Per quanto riguarda la F1, credo che verstappen sia giunto al pieno compimento delle sue potenzialità e sia pronto a lottare per il titolo. Il problema è che con una Mercedes del genere, in formato missile e con la spinta aggiuntiva di qualche zona d’ombra regolamentare (come se il dominio dei precedenti sei anni non fosse abbastanza!), Max non potrà lottare per il mondiale nemmeno quest’anno, data oltretutto la brevità della competizione.
Mi è difficile invece valutare i piloti Ferrari, quando la macchina è così palesemente inferiore alle aspettative di risultato i piloti poco possono e talvolta cercando di cavare il massimo risultato possono strafare. Il Leclerc della prima gara ad esempio, fortunato certo, ma anche miracoloso a mettere seconda una vettura del genere, sembra avere poco a che spartire col pasticcione della seconda e quello in perenne difficoltà di passo gara in Ungheria (dove ha comunque evidenziato ottime capacità nel corpo a corpo).
La Ferrari paga evidenti limiti nella composizione societaria/manageriale e probabilmente anche di cultura motoristica, dove Mercedes ha totalmente dominato l’ultima era ibrida. È necessario muoversi immediatamente per la prossima stagione, questa è già da archiviare. In questo senso la coppia di piloti scelti per il 2021 non mi piace molto, avrei preferito Ricciardo al posto del pur bravo Sainz. L’ultima volta che la Ferrari ha vinto un mondiale è stato attaccando a due punte, con Massa-Raikkonen nel 2007-2008.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lepo
MessaggioInviato: Mar Lug 21, 2020 10:02 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 223

Nella MotoGP invece Marquez paga per la prima volta il suo stile di guida spettacolare come pochi altri ma spericolato e molto irruento (in una buona metà dei suoi sorpassi se il pilota passato non apre la porta si stendono entrambi). La caduta è stata brutta e molto probabilmente comprometterà il suo mondiale. A questo punto per vinales e dovizioso si manifesta l’occasione della vita, forse ancor di più per il forlivese che un mondiale lo meriterebbe per quanto mostrato nelle ultime stagioni. Il punto è che il giovane Diablo va forte, fortissimo (non si contano più le pole position), e chissà che non possa fare il miracolo di trionfare con una moto clienti.
Dai la Ducati nettamente inferiore alla Yamaha Francesco? A jerez non hanno mai fatto benissimo eppure ci sono stati ottimi piazzamenti di dovi e Miller (altro bel pilota).
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Mar Lug 21, 2020 4:40 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Sì, sarebbe bello vedere oggi un confronto su vetture di valore simile (in stile Ferrari-Mercedes 2017-2018) tra Hamilton e Verstappen. Oggi l'olandese è forse addirittura più veloce sul giro secco, ricorda l'Hamilton dei primi anni, ma l'inglese è diventato maestro della gestione, come accade sempre con l'esperienza.

Max mi pare però davvero il talento più cristallino (e pasticcione, come spesso accade) dal 2007 a oggi, mi impressiona più del giovane Vettel; Leclerc è lì ma appunto deve confermarsi.

Poi certo, Max dovrà dare il meglio correndo per il titolo, tanti piloti si ridimensionano anziché fare il salto di qualità.

Sulla Motogp forse hai ragione, non ho pensato alla Ducati, vediamo come si evolve la situazione!

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Mar Lug 21, 2020 4:43 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Ah, quoto sulla Ferrari. Alla fine, nel 2007 era probabilmente di poco la vettura più competitiva e ha capitalizzato con un Kimi sontuoso e il suicido di un giovane Lewis, nel 2008 idem, la Ferrari era un po' meglio ma il pilota e un po' la fortuna fecero la differenza.

Si tratta però delle ultime stagioni, tolto il 2018, soprattutto la prima parte, in cui la Ferrari era davvero al meglio e forse la vettura migliore, anche se di poco.

Vi faccio una domanda: come vedete un confronto tra Raikkonen, Rosberg, Hill, Button, Villeneuve e Montoya, ovvero i campioni cui forse è mancato il quid per consacrarsi tra i fuoriclasse totali (nell'ordine, dacché seguo l'automobilismo: Schumacher, Senna, Hamilton, Prost, Alonso, Hakkinen).

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lepo
MessaggioInviato: Gio Lug 23, 2020 9:37 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 223

Concordo più o meno su tutto, solo su Verstappen dici che è addirittura il più veloce sul giro secco? Vero che è migliorato ultimamente ma in carriera al momento ha ottenuto solo due pole (già solo Leclerc ne ha più del triplo)... se c’è un punto debole che posso individuargli è proprio quello del giro secco, mentre a mio avviso i suoi punti forti sono il passo gara e la cazzimma (a volte pure troppa, in stile marquez ghghgh).

Per quanto riguarda il confronto tra i piloti ‘quasi fenomeni’ intendi stabilire una graduatoria? Se è così per me tra i nomi fatti i migliori sono Damon Hill (che comunque se non è diventato bicampione del mondo è stato solo a causa di una scorrettezza assoluta del buon Schumi) e soprattutto il mito Kimi. Lui fondamentalmente è stato a livello dei pesi massimi almeno fino agli anni in Lotus, addirittura per più tempo di una furia come Hakkinen. Gli è mancata un po’ di fortuna negli anni McLaren e un po’ di voglia dopo il 2007 (soprattutto nel 2008 dove ha corso completamente appagato dal successo appena ottenuto).
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Gio Lug 23, 2020 1:05 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Sì, Max ha meno pole ma mi pare portare quasi sempre la macchina ai limiti, le perplessità riguardano il fatto che non ha ancora avuto un compagno vero dopo Ricciardo, e Ricciardo spesso e volentieri lo bastonava.

Quoto le considerazioni su Hill e Raikkonen.

Damon veniva spacciato per brocco quando aveva tenuto botta nel confronto con Prost e poi, escluso il 99 da ex pilota, ha sempre fatto molto bene, superando Villeneuve e Coulthard senza troppe discussioni. La Williams 96 era la vettura migliore con margine, ma Hill ha sfiorato l'impresa epocale con una Arrows da quarta fila (la leggendaria gara in Ungheria nel 97) e ha vinto pure con la Jordan nel 98, era un signor pilota.

Raikkonen come velocità di base negli anni migliori era vicinissimo ai top, è stato capace di imprese colossali, ad esempio Spa 2004, Spa 2009, Suzuka 2005. Pilota fenomenale sul passo gara come dimostrato anche in Renault nel 2012. Paga una certa incostanza e aver sofferto in modo troppo evidente il confronto con Alonso e vettel, vero che non era più al top però è sembrato quasi sempre pilota di categoria inferiore, i suoi anni al top sono pochi. Nel 2008 correva con il mezzo migliore e probabilmente era demotivato o poco in forma, o non si è adattato bene al mezzo (tra 2007 e 2008 tolsero il controllo di trazione e la guida cambiò di molto), fatto sta che da un campione come lui mi aspettavo di più. Pilota però emozionante come pochi.

Rosberg per me è lì, in ogni caso, veloce in qualifica e quasi sempre consistente in gara, non un estroso, incapace di certe imprese riuscite a Raikkonen, ma più continuo, affidabile e forse cattivo. Nel 2008 ha conquistato tutti i punti della Williams, per fare un esempio, poi ha demolito il vecchio Schumi e con Hamilton non ha sfigurato. Insomma, per me è un pilota del livello dei sopracitati.

Idem Button, pilota forse leggermente meno veloce ma di intelligenza senza pari, davvero un Prost 2.0, imbattibile in condizioni ibride, capace di imprese da urlo già tra 2004 e 2006 con la BAR, o nel 2011 in Canada (da ultimo va a vincere). Gli è mancata appunto forse leggermente la capacità di estrarre il 110% dalla macchina come pura guida, ma rimane l'unico pilota capace di conquistare più punti sia di Hamilton che di Alonso. Alla fine, il mondiale della Brawn è quasi un episodio meno significativo, dimostrò solo che Barrichello neppure con un'astronave si giocava il mondiale Laughing

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Ven Lug 24, 2020 6:51 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Lepo e Zagor vi chiedo anche di citarmi le imprese più spettacolari al volante cui avete assistito, diciamo che una decina può andare, ma non voglio numeri né ordini prestabiliti, solo conoscere quali sono secondo voi le robe più assurde e grandiose combinate da un pilota dacché seguite la formula uno. Cool

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lepo
MessaggioInviato: Sab Lug 25, 2020 12:54 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 223

Io seguo la formula 1 da quando avevo 10 anni, dal 2002, da non molto tempo quindi, e non posso citare nulla dell'era a cavallo tra anni 80 e 90, probabilmente quella più densa di talenti e le cui imprese ho potuto solo ammirare tramite repliche o filmati online.

Diciamo che su due piedi mi vengono in mente la leggendaria gara di Raikkonen a Suzuka 2005, la vittoria di Alonso nel gp d'Europa 2012 (in generale tutta la sua stagione quell'anno è stata clamorosa, con vittoria finale negata da quell'incapace di Grosjean a Spa), il duello Raikkonen-Hamilton sotto la pioggia a Spa nel 2008, dove si perdeva l'auto praticamente ad ogni curva, la vittoria di Vettel in Toro Rosso a Monza, il Gp del Brasile 2016 di Max Verstappen. Ricordo alcune grandissime vittorie di Hamilton nel periodo di maggior difficoltà sua e della McLaren come Cina 2011 o in Mercedes alcuni episodi come il duello con Rosberg in Bahrein 2014.

Vedo se nei prossimi giorni riaffiora alla mente qualche altro ricordo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Lug 25, 2020 2:58 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Grande Lepo, ti dovrei maledire visto che hai 9 anni sicuri in meno di me, ma pazienza ghghg

Ne cito alcune io:

Damon Hill a Suzuka nel 1994. Da far vedere e rivedere a tutti quello che lo considerano un mezzo pilota miracolato dalla Williams. Non valeva Schumacher naturalmente, ma in quel caso, con addosso tutta la pressione del mondo, lo supera sul terreno di caccia prediletto del crucco (l'acqua), toccando forse l'apice della propria carriera.

Michael Schumacher a Spa nel 1995, vince in condizioni miste con guida superlativa, partendo dal sedicesimo posto, e in questo caso massacra Hill, lasciando a bocca aperta tutto il paddock e mezzo mondo.

Michael Schumacher in Spagna nel 1996, in quella che è forse la sua vittoria più grande e l'impresa più grande cui abbia assistito. Schumi guida una macchina da terza fila e non contento parte malissimo, credo sia decimo alla prima curva, sotto un diluvo assurdo. Poi passa tutti, uno per uno, fino a raggiungere Alesi e Villeneuve che parevano in fuga e cui invece rifila tra i due e i quattro secondi al giro. Vince con oltre quaranta secondi di margine. Una cosa mai rivista.

Damon Hill in Ungheria nel 1997: guida la mediocre Arrows che lo appieda in due terzi delle gare, eppure nella pista dei campioni fa la differenza, sorpassa Schumacher, doppia il compagno e si invola verso un successo leggendario, ma rompe all'ultimo giro, perde dieci secondi e finisce secondo.

Michael Schumacher in Ungheria nel 1998: le Mclaren hanno qualcosa di più quasi su ogni circuito, lui e Todt si inventano la strategia a tre soste che disorienta gli inglesi, ma gran parte del merito è del tedesco, che inanella qualcosa come tredici o quattordici giri veloci di fila, rifilando quasi un secondo al giro agli inseguitori, così da poterli superare a dispetto della leggera inferiorità tecnica. Titanico.

Kimi Raikkonen a Suzuka nel 2005: parte diciassettesimo e mette insieme un capolavoro con pochi precedenti e pochi successori, gara da applausi a scena aperta, con sorpasso finale da infarto. Quando stava bene ed era concentrato, era un titano.

Fernando Alonso a San Marino 2005: duello all'arma bianca con Schumacher che lo vede uscire vincitore, tra i momenti più alti della sua carriera, un corpo a corpo da urlo e i due finiscono a due decimi di distanza.


Jenson Button in Ungheria nel 2006: anche qui, gara da far vedere e rivedere a chi denigra il mondiale 2009. Parte nelle retrovie con la BAR e si dimostra dotato di intuito e intelligenza superiori, passando chi deve passare e gestendo quando deve farlo, vince con una macchina da terza fila contro avversari più quotati e meglio atrrezzati.

Lewis Hamilton a Silverstone nel 2008: parte quarto per un errore in qualifica, dopo cinque giri è primo, solo Kimi può tenere il passo ma un certo punto Lewis guadagna 5 secondi al giro su tutti, vincendo con oltre un minuto di margine e doppiando tutti fino al terzo, se ricordo bene. Una roba leggendaria.

Lewis Hamilton in Germania nel 2008: sarebbe una vittoria normale, se non fosse che a pochi giri dal termine un problema lo costringe ai box e lo fa rientrare in quarta posizione. Rientra, cambia marcia, si prende rischi allucinanti e supera tutti, andando a vincere. Ricordo di aver sfiorato l'infarto sul sorpasso a Massa.

Sebastian Vettel a Monza nel 2008: la gara che lo rivela come talento superbo "sui binari". Ovvero, se la gara si incanala nella direzione giusta e lui può gestire, è un martello. Porta la piccola Toro Rosso a un successo a suo modo epocale, girando come un tornado senza sbagliare nulla, per di più sotto l'acqua, una condizione in cui spesso andrà in difficoltà negli anni successivi.

Kimi Raikkonen a Spa nel 2009: con una Ferrari da quarta fila e scarsa pressoché ovunque conquista trionfo epocale sulla pista delle Ardenne, dove non ha quasi mai avuto rivali. Gara da cuore in gola e da applausi.

Fernando Alonso a Singapore 2010: su una pista dove la Red Bull aveva quasi un secondo di margine per giro conquista una pole incredibile e tiene a bada Vettel per ogni singolo giro, andando oltre i limiti di una vettura competitiva ma non certo da prima fila su quel circuito.

Per ora mi fermo, attendo Zagor e poi posterò qualche gara dell'ultimo decennio. Cool

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Lug 26, 2020 9:11 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4605

Aggiungo:

Jenson Button in Canada, nel 2011: credo sia l'unico pilota che a un certo punto si trova ultimo e finisce per vincere, in una lunghissima gara epocale, con varie interruzioni, acqua, asciutto, incidenti anche piuttosto gravi. In un contesto simile, si dimostra sempre una spanna sopra tutti.

Lewis Hamilton in Cina nel 2011: nella sua stagione più brutta, in cui colleziona guasti e incidenti, riesce comunque a portare a casa un successo da cuore in gola, quando in Cina sorpassa 4 piloti negli ultimi 10 giri e va a vincere, spingendo come un pazzo, complice la giusta scelta degli pneumatici.

Fernando Alonso a Valencia nel 2012: capolavoro di guida, coraggio e strategia del miglior Alonso di sempre, che dimostra ripetutamente una consistenza con pochi eguali e perde il titolo solo perché guida la seconda, a volte la terza macchina. Gara da fenomeno partendo dalle retrovie in una pista difficilissima.

Sebastian Vettel in Brasile nel 2012: il rendimento post 2013 getta qualche ombra su un pilota che ha vinto un po' in carrozza, ma il titolo del 2012 fa parzialmente eccezione, perché alla prima curva a Interlagos si gira e finisce ultimo. Potrebbe arrendersi, specie dopo tre titoli, e invece rimonta da fenomeno, come ha fatto poche volte in carriera, e va a conquistarsi forse il suo mondiale più bello e sofferto, quello in cui la Red Bull non sempre è superiore alla concorrenza. Quel giorno è da applausi.

Nico Rosberg a Montecarlo nel 2013: nella pista di casa, con una Mercedes ancora da seconda o terza fila, batte Lewis e le due Red Bull che parevano invincibili e domina tutta la gara, dimostrandosi un campione (a Monaco si ripeterà). Forse la sua vittoria più bella e difficile.

Lewis Hamilton a Suzuka nel 2014: la vittoria decisiva ai fini del titolo, parte secondo ma si capisce che ha un altro passo, dopo 28 giri supera Rosberg con una manovra che ricorda quella di Kimi del 2005 e poi guadagna un secondo al giro sotto il diluvio.

Max Verstappen in Brasile nel 2016: gara leggendaria per un diciannovenne, che trova il grip in posti impensabili, supera una decina di vetture in pochi giri, non si gioca la vittoria solo perché è obbligato dal team a un cambio supplementare. A posteriori, è noto che Toto Wolff chiese a Chris Horner di richiamare Max per evitare che superasse Rosberg, rischiando di regalare il titolo a Hamilton.

Lewis Hamilton in Germania nel 2018: impresa epica e decisiva in ottica titolo. Parte quattordicesimo ma quando inizia a piovere guadagna circa 1,5 al giro sui rivali, portandosi alle loro spalle. L'errore di Vettel gli spiana la strada, ma lui stesso considera quella vittoria forse la più importante della carriera.

Max Verstappen in Germania nel 2019: disputa una gara spettacolare in condizioni miste, superando le Mercedes e prendendosi la vittoria più bella della carriera.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Mar Lug 28, 2020 2:00 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1618

per Hamilton e Marquez ormai si tratta di vedere solo quando diventeranno i leader all time, spodestando Schumi e Ago....vediamo se Quartararo riuscirà a mettere i bastoni fra le ruote al simpaticissimo campione iberico, non mi faccio troppe illusioni ma ci spero


scodello un ricordo che amo molto, un super sorpasso di Mansell a Senna all'hungaroring ( dove si diceva e' impossibile superare)

https://www.youtube.com/watch?v=NRpTbb05094
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 44 di 45
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 43, 44, 45  Successivo
Indice del forum  ~  Bar dello Sport

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it