storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  I vostri dischi preferiti
Albertobrenna
MessaggioInviato: Ven Ago 30, 2019 3:25 pm  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 29/08/19 20:16
Messaggi: 5

Mi pare che non ci sia ancora un topic del genere, quindi vedo di aprirlo io...

Quali sono i vostri album del cuore? Quali sono secondo voi i capolavori massimi della storia della musica?

Prendetevi del tempo per rispondere, sceglietene quanti ne volete e, se vi va, motivate. Very Happy

Dal canto mio, penso che nei prossimi giorni stilerò la mia personale lista (mi sa che saranno parecchi) e poi la ripubblicherò qui, magari dividendola per decenni per evitare un post troppo lungo. Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Ven Ago 30, 2019 5:49 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2971
Residenza: Aosta

Albertobrenna ha scritto:
Mi pare che non ci sia ancora un topic del genere, quindi vedo di aprirlo io...


Anche se ci fosse è sempre bello fare i nostalgici con i propri dischi del <3

Laughing


Così a caldo ti dico, senza dubbio alcuno:

Smashing Pumpkins - Mellon Collie & the Infinite Sadness
Disco dell'adolescenza, saliscendi emozionale che stordisce e frastorna ogni volta. Immancabile.

Ganger - Hammock Style
Ho una passione spropositata per questo disco: lo trovo davvero perfetto nel suo insieme di rigore costruttivista e nelle sue espansioni romantiche. In macchina scorre che è una meraviglia.

John Fahey - America
Anche qui, disco da viaggi infiniti. Pastorale, intenso, fantasioso, tra i miei dischi da isola deserta.

Soda Stereo - Dynamo
Il disco shoegaze (che supera lo shoegaze) più bello di sempre, dall'Argentina con furore. Pochi sapevano scrivere canzoni così sature e creative come i Soda Stereo di Gustavo Cerati.

Fairport Convention - Liege & Lief
Altra grande passione, il british folk rock. E questo è davvero un capolavoro.

Joy Division - Unknown Pleasures
Brividi ogni volta che parte la prima Disorder: tutto perfetto, mood, produzione, energia compressa e repressa.

Verdena - Il suicidio del samurai
Il disco italiano che più ho ascoltato negli ultimi 20 anni. Praticamente il mio corrispettivo nazionale di Mellon Collie. Da isola deserta pure questo.

E questo è solo un assaggio... Cool

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Ven Ago 30, 2019 8:14 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 102

Cavolo Alberto, devi essere un grande conoscitore di musica! Le mie congratulazioni (e la mia ammirazione)

Detto questo, dando ora un'occhiata ai dischi che possiedo, alcuni di quelli che proprio mi fanno venire i brividoni lungo la schiena sono (senza ordine):

Nine Inch Nails: The Downward Spiral {1994

Mars Volta: Frances the Mute {2005

Robert Wyatt: Rock Bottom {1974

Pink Floyd: Meddle {1971
//: The Piper at the Gates of Down {1967
//: Atom Heart Mother {1970
//: Ummagumma {1969

Dream Theater: Images & Words {1992
//: A Change of Seasons {1995
//: Octavarium {2006

Nick Cave & the Bad Seeds: The Firstborn Is Dead {1985
//:The Good Son {1990

Jane's Addiction: Nothing's Shocking {1988

Velvet Underground & Nico: The Velvet Underground & Nico {1967
Velvet Underground: White Light / White Heat {1968

Type 0 Negative: Slow, Deep and Hard {1991

Jimi Hendrix Experience: Electric Ladyland {1968

Guns 'N' Roses: Appetite for Destruction {1987

Tori Amos: Little Earthquakes {1992

Tom Waits: Swordfishtrombones {1983

Joni Mitchell: Blue {1971

Bruce Springsteen: The Wild, the Innocent & the E-Street Shuffle {1973

Nick Drake: Five Leaves Left {1969

Tim Buckley: Lorca {1970
//: Happy Sad {1969

Alanis Morissette: Jagged Little Pill {1995
Top
Profilo Invia messaggio privato
Albertobrenna
MessaggioInviato: Ven Ago 30, 2019 11:55 pm  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 29/08/19 20:16
Messaggi: 5

Grazie Giorgio per i complimenti, trop buon! Very Happy

Come previsto, alla fine dividerò la mia top per decenni, cominciando dai meravigliosi anni ‘60 (anche se con una piccola eccezione.) Non tutti i decenni avranno lo stesso numero di dischi, sicuramente sarà molto variabile in base alle mie preferenze.

Cominciamo!

Jacques Brel - Jacques Brel N. 4 (1959)
Il più grande cantautore di sempre, secondo me, qui al suo top, sia per quanto riguarda i suoi meravigliosi testi che per le musiche (vedi alla voce: La valse à mille temps e La colombe.)

Stan Getz, Joao Gilberto - Getz Gilberto (1963)
La definitiva unione fra il jazz e la musica brasiliana, in un tripudio di musicalità creato dall’unione di tre fra i più grandi geni che il Sudamerica abbia mai conosciuto (oltre a Getz e Gilberto anche il poeta Vinicius Moraes.) E The Girl from Ipanema è di una dolcezza incredibile.

The Beatles - Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band (1967)
Il definitivo sbocciare della genialità dei quattro di Liverpool crea questo meraviglioso concept album, compendio di pop e psichedelia, con influenze che variano dal rock più classico alla musica indiana, grande passione di John Lennon. Un pezzo su tutti? Sicuramente A Day in the Life.

The Doors - The Doors (1967)
Psichedelia allo stato brado, a mio avviso il più grande disco del genere. Un lisergico viaggio condotti dalle furiose tastiere manzarekiane e dall’inconfondibile voce di Jim Morrison fino alle più profonde viscere dell’Inferno dantesco. E poi, alla fine, con The End si esce a veder nuovamente le stelle.

Pink Floyd - The Piper at the Gates of Dawn (1967)
Adoro i Pink Floyd: sia la follia blues-psichedelica del periodo Barrett che il progressive del periodo Waters, il quartetto statunitense è sicuramente uno dei miei gruppi preferiti di sempre. Ma se devo scegliere il loro disco perfetto, non posso non dare la mia preferenza al loro esordio: un altro incredibile viaggio psichedelico, sostenuto dal solido trio Waters-Mason-Wright e condito dai colpi di genio di un ancora (più o meno) lucido Barrett. Astronomy Domine la vetta.

Velvet Underground - Velvet Underground & Nico (1967)
Sospeso nel limbo fra il più classico pop rock della bellissima di Sunday Morning e la pura sperimentazione musicale del duo Reed-Cale, è probabilmente il più incredibile fra i dischi usciti in quel magico anno che è il ‘67. Influenzatore di una incredibile varietà di generi seguenti seppur realizzato da un gruppo meno noto al pubblico degli allora contemporanei, si avvale dell’eccezionale partecipazione di Nico, la cui voce eterea, a tratti solenne e a tratti impetuose, da’ un punto in più al disco.

The Beatles - The Beatles (White Album) - 1968
Molti lo definiscono il più confusionario fra i lavori dei Fab Four. In parte potrebbero anche avere ragione (sicuramente gli manca la compattezza del predecessore, ma anche di un Revolver, per dire). Io posso solo dire che adoro la sua incredibile varietà di stili e generi. Incredibilmente avanti coi tempi, anche 50 anni dopo.

The Beatles - Abbey Road (1969)
Se si esclude l’ottima Come Together, in realtà la prima parte del disco l’ho sempre trovata abbastanza noiosa (inferiore, per certi versi, persino all’ancora acerbo Rubber Soul). Ma la suite della seconda facciata è forse la miglior cosa realizzata dai Beatles. Un insieme di suoni diversi fra di loro che si intersecano, si susseguono uno dopo l’altro andando a creare qualcosa di totalmente nuovo. E perfetto.

Terry Riley - A Rainbow Curved in Air (1969)
Che piaccia o meno, la musica minimalista americana ha irrimediabilmente influenzato la scena rock e pop dei decenni successivi. Questo disco, secondo me, è l’apoteosi di quella sperimentazione, e Terry Riley l’uomo che ha definitivamente trovato il ponte fra il minimalismo e la musica pop. Tutti ci sono passati: da Robert Fripp ai Talking Heads, da Canterbury a Battiato. Gli Who gli hanno addirittura dedicato la stupenda Baba O’Riley. Anche se non dovesse incontrare i vostri gusti, questo è uno di quei dischi che va ascoltato almeno una volta nella vita.

Per oggi abbiamo finito. A rivederci nei prossimi giorni con gli anni ‘70. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Ago 31, 2019 5:48 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4349

Quoto Cas, può sembrare un topic banale ma non lo è affatto, rovistare nel carniere della memoria e celebrare un po' il proprio insano amore per certi dischi è sempre salutare Smile

Mi limito a qualche nome per decennio anche io, sennò facciamo tutti notte.

Per gli anni '60:

Astral Weeks di Van Morrison, di cui non riesco mai a parlare con serenità perché ho paura di ciò che potrebbe rivelare su di me e poi perché l'ho scoperto nel 2003 e ha cambiato tutto, boh, potrei ricorrere ad argomentazioni tecniche e razionali (folk irlandese, canzone d'autore e poesia romantica, il jazz, e tanto basterebbe), ma la verità è che il mio amore per questo disco ha radici profonde e radicate in livelli cognitivi cui forse non ho accesso.

Black Saint and the Sinner Lady di Charles Mingus, scelta abbastanza scontata, rimando alla mia indegna recensione per comprendere il mio rapporto con quest'opera che è davvero larger than life, qualcosa di impensabile se non ti chiami Charles Mingus.

Songs di Leonard Cohen, eh sì, dal 2003 se Astral Weeks è il disco rock della vita, questo è l'unico contendente che l'abbia saltuariamente scalzato. Non brillo per originalità, ma si parla di un pezzo della mia vita per mille ragioni diverse, anche dolorose.

The Doors dei Doors, e va bene non spicco neanche qui ma dato che ho vissuto almeno un anno di fase Doors maniacale (e chi mi conosce sa che so essere davvero maniacale) e che non c'è un nanosecondo che non mi esalti, questo figura per forza tra i dischi della vita.

Velvet Underground e Nico, idem come sopra e poi mi ha aperto un mondo, lo conservo come una reliquia, amore allo stato puro.

The Gilded Palace of Sin dei Flying Burrito Brothers, che antepogno di un cm a Younger Than Yesterday dei Byrds: la California e gli anni '60 e il country, ma soprattutto composizioni sensazionali.

Imprescindibili anche:

Michel Polnareff di Polnareff
Ce-gens là di Brel
Blonde on Blonde di Bob Dylan
A Love Supreme di John Coltrane
The Shape of Jazz to come di Ornette Coleman
Spiritual Unity di Albert Ayler
Astigmatic di Kryzstof Komeda
White Album dei Beatles
Freak Out! delle Mothers of Invenction
Trout Mask Replica
J'Arrive di Jacques Brel
Happy Sad di Tim Buckley
New York Tendaberry di Laura Nyro
Beggar's Banquet dei Rolling Stones
Caetano Veloso di Veloso
Nefertiti di Miles Davis
Pet Sounds dei Beach Boys
Fire Music di Archie Shepp
Fuchsia Swing Song di Sam Rivers
Abbey Road dei Beatsles

Questi proprio immancabili, mo' mi fermo davvero

Laughing

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Set 01, 2019 7:28 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4349

Passo agli anni '70, cercando di contenermi:

Starsailor e Lorca di Tim Buckley, vale un discorso simile a quello fatto che Astral Weeks, siamo giusto pochi millimetri sotto per ragioni puramente personali, ma anche questi sono due dischi dell'inconscio, mi mettono quasi a disagio, sarà che Tim sembra quasi piangere, sarà che un ventitreenne sposta in avanti le lancette della storia e sceglie percorsi tutti suoi e non replicabili.

Roxy Music e For Your Pleasure dei Roxy Music: sul piano estetico, questi potrebbero benissimo essere i due dischi della mia vita. La ricetta dei Roxy Music è avveniristica anche oggi, quasi, e le loro composizioni sono vera pop art: melodie irresistibili, competenza strumentale da progressive band, conoscenza armonica idem, rock'n'roll, il cabaret, aspirazioni avanguardistiche e i Velvet Underground, la voce di Ferry e le bizzarre trovate di Eno. Siamo prossimi al 10 in entrambi i casi, e anche sul resto della carriera non riesco a essere oggettivo, per me anche Avalon è un disco minimo da 7,5. Praticamente una fracca di new wave, il new romantic etc.. nascono qui.

Who's Next degli Who, e anche qui non spicco per originalità, però se voglio qualcuno che suoni rock con aspirazioni arty e progressive senza perdere un briciolo di furia vado su Tonwshend e soci, la band perfetta sotto molti punti di vista. Per citare Bill Hicks, datemi del fottuto rock, non mi importa se 'sta gente è morta in una pozza del proprio vomito, voglio gli Who.

Anima Latina di Lucio Battisti, un disco con cui fatico a relazionarmi per le stesse ragioni di Astral Weeks, anche qui giusto un paio di mm sotto. Rimando alla mia recensione che trasuda adorazione da ogni poro.

Ho visto anche degli zingari felici, ovvero un omaggio al mio vecchio che mi ha tormentato l'adolescenza con Lolli, ma per questo disco è puro amore, specie per le liriche più belle dell'intero canzoniere italiano.

Marquee Moon dei Television, che sono riuscito a farmi regalare per il ventunesimo compleanno, ovvero oltre quindici anni fa, senza sapere di chi stessi parlando. La chitarra e la voce di Verlaine mi hanno ripagato in tre nanosecondi.

Altri nomi irrinunciabili, vado più di corsa:

Rock Bottom di Robert Wyatt
Harvest, Afted the Gold Rush, On the Beach e Tonight's the night di Neil Young
London Calling dei Clash
Les Stances à Sophie dell'Art Ensemble of Chicago
Attica Blues di Archie Shepp
Saxophone Improvisations Series F di Anthony Braxton
Transa di Caetano Veloso
Pink Moon di Nick Drake
What Color is Love di Terry Callier
Superfly di Curtis Mayfield
Abandoned Luncheonette di Hall & Oates
Rumours dei Fleetwood Mac
Histoiure de Melody Nelson di Serge Gainsbourg
Les Marquises di Jacques Brel
Before and After Science di Brian Eno
The Modern Dance dei Pere Ubu
Metal BOX dei PIL
Ma chi ha detto che non c'è di Gianfranco Manfredi
Crystals di Sam Rivers
Vernal Equinox di John Hassell
Fare Forward Vojagers e Amerca di John Fahey
Visions of the Country di Robbie Basho
My Song e Koln Concert di Keith Jarrett
Suicidio di Faust'O
Y del Pop Group
GI dei Germs
Unknown Pleasure dei Joy Division
Live at the Witch Trials dei Fall
Ziggy Stardust di Bowie
Neu! dei Neu!
Horses di Patti Smith
Changes Two di Charles Mingus

e infine una chicca A Frauta de Pa del brasiliano Carlos Waker, un incanto ogni volta che mi metto all'ascolto.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Lun Set 02, 2019 8:35 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 635
Residenza: Profondo Sud

Per non rischiare di annoiare evito di bignamizzare la mia scaletta a pioli ...



Ho dei dischi che sono tatuati nei meandri della mia memoria e da sempre fanno parte del mio essere ... sono i dischi sedimentati che tutti conoscono, i dischi del mio tempo, andato e presente, che quasi non hanno bisogno di recensioni e di spinte promozionali, sono il risultato artistico di chi ha contribuito a scrivere la storia della musica più che tentare di entrarci per una serie di circostanze favorevoli, sono i dischi che ti catturano al primo impatto e non necessitano di ascolti continui alla ricerca del quid nascosto o criptato.

Evidentemente non mi riferisco solo al disco campione di vendite e di permanenza nella hit parade ... vendere molto è un indizio ma non certamente una prova definitiva di qualità.

Non ho dischi ricercati o particolari nella mia cassaforte affettiva, ho sempre diffidato di chi si ritiene artista di nicchia e soprattutto dei proseliiti più convinti della musica per pochi intenditori o per un orecchio molto educato ...

... chiunque faccia musica tende e spera di essere conosciuto e apprezzato dai più, magari si augura di imbattersi nei numeri da 1 a 5 di Scaruffi o di essere schifato a Sanremo ... generalmente entrambi gli accidenti funzionano da vero e proprio trampolino di lancio e sono considerati attestati di merito.

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Mer Set 04, 2019 12:37 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4349

Anni '80

Se dico Replacements non devo dire altro, Zagor mi capirà, bastano le mie recensioni e soprattutto la sua splendida monografia, la band che amo di più in assoluto; meno oltraggiosi, coraggiosi sperimentali etc.. di altri, ma le canzoni cuore in mano di Westerberg per me non le ha mai scritte nessuno, l'anima del cantautore, il rock'n'roll, il punk e molte altre cose. Visto che si parla di dischi, Tim e Let it Be sono due 10 secchi.

Closer dei Joy Division, specie la seconda parte del disco.

Lady of the Mirrors di Anthony Davis, uno tra i dischi avant jazz più emozionanti e unici che ricordi.

Fairy Fractured Tales di Tim Berne, idem e ancora meglio, post jazz inesplicabile ma di una potenza emotiva devastante.

Fire of Love dei Gun Club, mi richiamo alla meravigliosa recensione del fu Coacci.

Swordfishtrombones, che mi feci regalare per San Valentino 2005 e troneggia ancora nella discografia di Tom Waits, boh per me evitare di piangere è impossibile.

The Queen is dead, ovvero la sublimazione della sfiga adolescenziale in qualcosa di irripetibile, anche qui mi trattengo a stento.

Zen Arcade perché sì, frega che sia inflazionato in certi ambienti, è il disco più grande di sempre e lo zio Piero quando la sa, la sa= la Divina Commedia del punk.

This is the sea dei Waterboys, ovvero Astral Weeks catapultato negli anni '80.

Tink of South East degli Unrest, progressive noise hardcore folk per squilibrati e perché dobbiamo ricordare che l'underground americano anni '80 è LA musica.

Skag Heaven degli Squirrel Bait per gli stessi motivi, Kid Dynamite è qualcosa di indefinibile.

You're Living All Ove Me dei Dinosaur Jr, mi riporto anche qui alla recensione, boh fatico a descrivere ciò che provocano la voce di Mascis, la sua chitarra, la scrittura melodica, Neil Young e Kurt Cobain vanno a nozze.

Spirit of Eden che è una scelta non originalissima ma anche qui fatico ad argomentare, Hollis era Dio.

Steve McQueen dei Prefab Sprout, art sophisti pop come non ne ho mai sentito prima né dopo, una sequenza di canzoni da far venire i brividi, Paddy pensava di essere il miglior autore in circolazione in Gran Bretagna e per me aveva ragione da vendere.

Qualche altro nome sparso:

Remain in Light dei Talking Heads
II dei Mea Puppets
Stone Roses degli Stone Roese
Surfer Rosa dei Pixies
EVOL dei Sonic Youth
Umber dei Bitch Magnet
Hats dei Blue Nile
Brown Book dei Death in June
Sign'O The Times di Prince
Universal Congres of dell'omonima band, free jazz core che riesce a essere anche spirituale
Don Giovanni di Lucio Battisti
Graceland di Paul Simon
Diane di Chet Baker e Paul Bley
Soul Mining dei The The
Pornograhy dei Cure
Morgane de Toi di Renaud
Violent femmes
The Lexicon of Love dei ABC
In Holland di William Breuker

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Mer Set 04, 2019 1:00 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1452

FrancescoB ha scritto:
Anni '80

b]Skag Heaven[/b] degli Squirrel Bait per gli stessi motivi, Kid Dynamite è qualcosa di indefinibile.

[r



discone. la mia preferita è Sun God, archetipo di pezzo veloce e cattivo che esplode nel refrain..tre minuti magici

https://www.youtube.com/watch?v=PImYNoVrsl0



ne ho troppi di dischi del cuore ne cito giusto un paio



Love - Forever Changes

delirio californiano in cui Jimi Hendrix e Burt Bacharach si drogano insieme nelle colline di LA


Motorpsycho - Timothy's Monster


la doppia summa del rock anni 90, indie-rock, grunge, psichedelia, shoegaze ( vedi la colossale "the golden core"), folk il tutto amalgamato alla perfezione

giftland la mia preferita, i jane's addiction che lasciano l'assolata california per le gelide coste norvegesi

https://www.youtube.com/watch?v=-8u6xe60TZY
Top
Profilo Invia messaggio privato
theRaven
MessaggioInviato: Dom Set 15, 2019 7:48 pm  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 09/01/14 20:25
Messaggi: 4

Albertobrenna ha scritto:

Quali sono i vostri album del cuore? Quali sono secondo voi i capolavori massimi della storia della musica?


Nonostante il tentativo di sfoltire, mi è stato impossibile fare una lista breve.
Questi in definitiva sono i miei dischi irrinunciabili, quelli che hanno segnato indelebilmente la mia vita di ascoltatore, quelli che più di tutti sono arrivati in profondità:

AGENT FRESCO A Long Time Listening, Destrier
ANDROMEDA Andromeda
ANGLAGARD Hibris, Epilog, Viljans oga
AREA Arbeit macht frei, Caution radiation Area, Maledetti, Crac!, 1978 Gli Dei se ne vanno gli arrabbiati restano
ASH RA TEMPEL Schwingungen, Join inn
Kevin AYERS Joy of a toy, Shooting at the moon
BALLETTO DI BRONZO YS
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO Banco del Mutuo Soccorso, Darwin, Io sono nato libero, Come in un'ultima cena, Canto di primavera
BARK PSYCHOSIS Hex
Syd BARRETT The madcap laughs, Barrett
Lucio BATTISTI Anima latina
BEATLES Rubber soul, Revolver, Sgt. Pepper's lonely heart club band, Abbey Road,
Jeff BECK Truth
BENT KNEE Bent Knee, Shiny Eyed Babies, Say so, Land animal
Paolo BENVEGNU' Le labbra
BERSERK! Berserk!
BIRDSONGS OF THE MESOZOIC Magnetic Flip (Dawn of the Cycads)
BLACK HEART PROCESSION The 1, 2, 3, The spell
BLOOMFIELD M., KOOPER A., STILLS S. Super session
BLOSSOM TOES We are ever so clean, If only for a moment
BLUE NILE Hats
BLUES MAGOOS Electric comic book, Psychedelic lollipop
Graham BOND ORGANISATION The sound of '65
Jack BRUCE Harmony row
Jeff BUCKLEY Grace
Tim BUCKLEY Happy sad, Blue afternoon, Dream letter Live in London 1968, Live at the Troubadour 1969, Starsailor, Lorca
BUILT TO SPILL Keep it like a secret, Perfect from now on
BUSH Kate Hounds of love
BYRDS the Fifth dimension, Younger than yesterday
CALLIER Terry What colour is love
CAMEL Camel, Mirage, The snow goose, Moonmadness, Rain dances, A live record
CAN Tago mago
CARAVAN Caravan, If I could do it all over again, I'd it all over you, In the land of grey and pink, Waterloo Lily
CARDIACS On land and in the sea, A little man and a house and the whole world window
CATAPILLA Catapilla, Changes
CENTIPEDE Septober energy
CHAMELEONS The Script of the bridge, What does anything mean? Basically, Strange times
CHICAGO Chicago Transit Authority
CHOCOLATE WATCHBAND No way out
COHEED AND CAMBRIA In keeping secrets of silent earth: 3
COLOSSEUM Those who are about to die salute you, Valentyne Suite, Colosseum Live
COMUS First utterance
CONTORTIONIST Clairvoyant
CREAM Disraeli gears, Wheels of fire
CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL Creedence Clearwater Revival, Cosmos factory, Pendulum
CRESSIDA Cressida, Asylum
CROSBY David If I could only remember my name….
CROSBY, STILLS & NASH Crosby, Stills & Nash
CROSBY, STILLS, NASH & YOUNG Deja vu, 4 way street
CURE the Pornography, Kiss me kiss me kiss me, Disintegration, Wish
CURVED AIR Air conditioning, Second album, Phantasmagoria
Pino DANIELE Nero a metà, Vai mò, Bellambriana
DARK STAR Twentty twenty sound
Betty DAVIS Betty Davis, They say I'm different, Nasty gal
DEUS EX MACHINA Gladium Caeli, Deus ex Machina, De Republica, Equilibrismo da insofferenza, Cinque, Imparis, Devoto
DEVIL DOLL The girl who was....death, Eliogabalus, Sacrilegium, Dies Irae
Nick DRAKE Five leaves left, Bryter layter, Pink moon
DIAGONAL Diagonal, Second mechanism, Arc
DUTCH UNCLES Dutch Uncles, Out of touch in the wild, Big balloon
ECHOLYN As the world
ECHO & THE BUNNYMEN Crocodiles, Heaven up here, Porcupine, Ocean rain
ELBOW Asleep in the back
ELECTRIC PRUNES The Electric Prunes, Underground
EMBRYO Opal
EMTIDI Saat
Brian ENO Before and after science
EVERYTHING EVERYTHING Man alive, A fever dream
FAIRPORT CONVENTION Liege & Lief
FAMILY Music in a doll house, Family entertainment, A song for me, Anyway, Bandstand, Fearless
FIELD MUSIC Field Music, Measures, Commontime, Tones of town, Open here
Eugenio FINARDI Diesel
FIRE THEFT The fire theft
FIVE DAY WEEK STRAW PEOPLE The five day week straw people
Alberto FORTIS Alberto Fortis, Tra demonio e santità
FOTHERINGAY Fotheringay
FREE Tons of sobs, Free, Fire and water, Highway, Free Live
FRIPP Robert Exposure
FUCHSIA Fuchsia
FUNKADELIC Maggot brain
FUSION ORCHESTRA Skeleton in armour
GENESIS Trespass, Nursery crime, Foxtrot, Selling England by the pound, Tha lamb lies down on Broadway
GENTLE GIANT Gentle Giant, Acquiring the taste, Three friends, Octopus, In a glass house, The power and the glory, Free hand
GODSPEED YOU BLACK EMPEROR Slow riot for new zero, Lift yr. Skinny fists like antennas to heaven!, Yanqui U.X.O.
GONG Camembert electrique, Flying teapot, Angel's Egg, You
GRAND FUNK RAILROAD Closer to home
Peter GREEN The end of the game
Peter HAMMILL Fools mate, Chamaleon in the shadow of the night, The silent corner and the empty stage, In Camera, Nadir's big chance, Over, A black box, Enter K, Love songs, The Margin
HAPPY MONDAY Pills 'n' thrills and bellyaches
Roy HARPER Flat baroque and berserk, Stormcock, Lifemask, Valentine, HQ
HATFIELD & THE NORTH Hatfield & the North, Rotters' Club
HENRY COW Legend, Unrest, In praise of learning
HIGH TIDE Sea shantes, High Tide
Steve HILLAGE Fish rising, Green
Julia HOLTER Loud city song, Have you in my wilderness, Aviary
H.P. LOVECRAFT H.P. LOVECRAFT I, II
IF If, 2, 3, 4
ISLAND Pictures
JAPAN Quiet life, Gentlemen take polaroids, Tin drum
JEFFERSON AIRPLANE Surrealistic pillow, After bathing at baxter's, Crown of creation, Volunteers
JETHRO TULL This was, Stand up, Benefit, Aqualung, Living in the past, Thick as a brick, A passion play, Minstrel in the gallery
JUMBO DNA, Vietato ai minori di 18 anni
JUNKFOOD Transience, The cold summer of the death
KHAN Space shanty
KING Carole Tapestry
KING CRIMSON In the court of the Crimson King, In the wake of Poseidon, Lizard, Island, Larks tongues in aspic, Stairless and bible black, Red, Discipline, Beat, Three of a perfect pair, Thrak
LANDBERK Riktigt akta, One nan tell's another, Indian summer
LED ZEPPELIN I, II, III, Led Zeppelin, Houses of the holy, Physical graffiti, Presence
LEVITATION Meanwhile gardens
LITFIBA 17 re
LOCANDA DELLE FATE Forse le lucciole non si amano piu`
LOLLI Claudio Ho visto anche degli zingari felici
LOTUS EATERS No sense of sin
LOVE Da Capo, Forever changes
Paul McCARTNEY Band on the run
MAGMA Magma, 1001° Centigrades, Mekanïk Destruktïw Kommandöh, Köhntarkösz
MAHAVISHNU ORCHESTRA Birds of fire
MANDRILL Mandrill, Mandrill is, Composite truth, Mandrilland
MARILLION Script for a Jester's tear, Fugazi, Misplaced childhood, Clutching at straws, Brave, Marbles, F.E.A.R.
MARK-ALMOND Mark-Almond, Mark-Almond II
MARS VOLTA The De-loused in the comatorium, Frances the mute, Amputechture
MARTYN John Solid air, Inside out
MATCHING MOLE Matching Mole, Little red record
MAYALL John & the Blues Breakers With Eric Clapton, A hard road, Crusade, Barewires, From Laurel Canyon, The turning point
MAYBLITZ Mayblitz, The 2nd of May
MAZZY STAR So tonight that I might see
MELLOW CANDLE Swaddling songs
MERCURY TREE The Permutations, Spidermilk
MEW Frengers, And the Glass Handed Kites
MIGHTY BABY Mighty Baby, A jug of love
MIRIODOR Avanti! , Cobra Fakir
MISUNDERSTOOD Before the dream faded
Joni MITCHELL Ladies of the canyon, Blue, For the roses, Court and spark, The hissing of summer lawns, Hejira, Mingus, Shadows and light
MOGUL THRASH Mogul Thrash
MORRISON Van Moondance
MUSEO ROSENBACH Zarathustra
MUSIC MACHINE Turn on
NATIONAL HEALTH National health, Of queues and cures
NUCLEUS Elastic rock, We'll talk about it later, Solar plexus, Belladonna, Labyrinth, Roots
OCEANSIZE Effloresce, Frames
OPAL Happy nightmare baby
OPEN MIND Open mind
ORME Collage, Uomo di pezza, Felona e Sorona
OSANNA L'uomo, Milano calibro 9 colonna sonora, Palepoli
PATTO Patto, Hold your fire
PAVLOV'S DOG Pampered menial
PERIGEO Azimut, Abbiamo tutti un blues da piangere, Genealogia, La valle dei templi, Non è poi così lontano
Shawn PHILLIPS Second contribution
PHOLAS DACTYLUS Concerto delle menti
PHYSICS HOUSE BAND Mercury fountain
PINIOL Bran Coucou
PINK FLOYD Umma gumma, Meddle, The dark side of the moon, Wish you were here, The wall
POLICE the Outlandos d'amour, Reggatta de blanc, Zenyatta mondatta, Ghost in the machine, Synchronicity
POPOL VUH Hosianna mantra
PORTISHEAD Dummy, Portishead, Roseland NYC live
PREFAB SPROUT Steve McQueen
PREMIATA FORNERIA MARCONI Storia di un minuto, Per un amico, Photos of ghosts, L'isola di niente, Live in U.S.A., Chocolate kings, Jet lag
PRETTY THINGS SF Sorrow, Parachute
PROCOL HARUM A whiter shade of pale, Procol Harum, Shine on brightly, A salty dog, Home, Procol Harum in concert with the Edmonton Symphony Orchestra, Grand Hotel
QUICKSILVER MESSENGER SERVICE Happy Trails
RADIOHEAD The bends, Ok computer, Kid A, Amnesiac, Hail to the thief, In rainbow
RAIN TREE CROW Rain tree crow
RED HOT CHILI PEPPERS One hot minute, Blood sugar sex magik, Californication
RIDE Nowhere
RILEY Terry A rainbow in a curved air
ROXY MUSIC For your pleasure
SADE Diamond life
SEVEN IMPALE City of the sun, Contrapasso
SHEARWATER Rook, The golden arcipelago
SIMPLY RED Picture book
SLY & THE FAMILY STONE There's a riot goin' on
SMITHS The The Smiths, Meat is murder, The queen is dead, The world won't listen, Strangeways, here we come
SOFT MACHINE Soft Machine, Volume two, Third, Fourth
SONAR A flaw of nature, Static motion, Black light
SONAR with David TORN Vortex
Alan SORRENTI Aria , Come un vecchio incensiere all'alba di un villaggio deserto
SPAIN I believe
SPIRIT Spirit, The family that plays togheter, Clear, Twelve dreams of Dr. Sardonicus
SPIRITUALIZED Ladies and gentlemen we are floating in space BP, Lazer Guided Melodies
SPRING Spring
STEELY DAN Pretzel logic, Katy Lied, The royal scam, Aja, Gaucho
Cat STEVENS Mona bone jackon, Tea for the Tillerman, Teaser and the firecat
Al STEWART Year of the cat
STING The dream of the blue turtles
SUNNY DAY REAL ESTATE How It Feels to Be Something
SUPERTRAMP Supertramp, Breakfast in America, Crime of the century
SYCAMORE AGE Sycamore Age, Perfect laughter
SYD ARTHUR On an on, Sound mirror
David SYLVIAN Brilliant trees, Alchemy an index of possibilities, Gone to earth, Secrets of the beehive, Dead bees on a cake
David SYLVIAN & Robert FRIPP The first day, Damage
TALKING HEADS More Songs About Buildings and Food, Fear of Music, Remain in light
TALK TALK It's my life, The colour of spring, Spirit of eden, Laughing stock
TELEVISION Marquee moon
13th FLOOR ELEVATOR The psychedelic sound of 13th Floor Elevator
THIS HEAT Deceit
THIS TOWN NEEDS GUNS Animals
TIME MACHINE Turn on
TINDERSTICKS Tindersticks
Keith TIPPET Group Dedicated to you. But you were'nt listening
TITUS GROAN Plus....
TOM MOTO Junk, Allob allen
TOMORROW Tomorrow
TONTON MACOUTE Tonton Macoute
TRAFFIC Mr. Fantasy, Traffic, John Barleycorn must die, The low spark of high-heeled boys, Shoot out at the fantasy factory, On the road
TREES Garden of Jane Delawney, On the shore
TWELFTH NIGHT Fact and fiction, Live and let live
TWINK Think pink
U.K. U.K. , Danger money
UNIVERS ZERO Uzed, 1313, Heresie
UPSILON ACRUX Radian Futura, Galapagos Momentum
VAN DER GRAAF GENERATOR The least we can do is wave to each other, H to he who am the only one, Pawn hearts, Godbluff, Still life, World record, The quite zone the pleasure dome, Vital
VANILLA FUDGE Renaissance
Suzanne VEGA Solitude standing
VERVE the A storm in heaven, Urban hymns
VITAMIN SUN She is the sea & she is loud
Tom WAITS The heart of Saturday night, Nighthawks at the diner, Small change, Foreign affair, Blue valentine, Heartattack and vine
WHO the My generation, Live at Leeds, Sell Out, Tommy, Who's next, Quadrophenia
WISHBONE ASH Argus
Stevie WONDER Inner visions, Music of my mind, Talking book, Songs in the key of life
WORKING WEEK Working nights
WRITING ON THE WALL The power of the picts
Robert WYATT Rock bottom, Shleep
XTC Black Sea, English Settlement, Mummer, The Big Express, Skylarking, Oranges & Lemons, Nonsuch, Apple Venus – volume one
Neil YOUNG Everybody knows this is nowhere, Rust never sleep, Ragged glory, Weld, Harvest, After the gold rush, On the beach, Tonight's the night, Zuma
YUGEN Labirinto d'acqua, Iridule, Mirrors, Death by water
Frank ZAPPA Freak out, Absolutely free, Hot rats, Chunga revenge, Waka/Jawaka, Apostrophe, The grand wazoo, Over-nite sensation, One size fits all, Bongo fury, Zoot allures, Joe's garage


Cannonball ADDERLEY Somethin' else, Know what I mean? , Mercy, Mercy, Mercy
Nik BARTSCH Stoa, Holon, Llyria, Live, Awase, Continuum
Carla BLEY Escalator over the hill
BROWN vs BROWN Oddsand unevens
Dave BRUBECK Time out, Dave Brubeck Quartet at Carnegie Hall
Billy COBHAM Spectrum
John COLTRANE Blue train, Giant steps, My favorite things, Coltrane plays the blues, The complete Africa/brass sessions, Olè Coltrane, The complete Village Vanguard recordings, Coltrane, Duke Ellington and John Coltrane, Ballads, Impressions, Live at Birdland, Crescent, A love supreme, The John Coltrane quartet plays
Chick COREA Now he sings, now he sobs
Miles DAVIS Milestones, Ascenseur pour l'échafaud, Kind of blue, Porgy and Bess, Sketches of Spain, Miles smiles, Nefertiti, Miles in the sky, Filles de Kilimanjaro, In a silent way, Bitches Brew, A tribute to Jack Johnson
Eric DOLPHY At Five Spot vol. 1, 2, The great concert of Eric Dolphy, In Europe vol. 1, 2, Out to lunch
Don ELLIS Electric bath
Bill EVANS Portrait in jazz, Explorations, The complete live at Village Vanguard 1961, Undercurrent, The Paris concert edition one, two
Gil EVANS Out of the cool, The individualism of Gil Evans
Charlie HADEN Liberation music orchestra
Herbie HANCOCK My Point of View, Inventions and Dimensions, Empyrean Isles, Maiden voyage, Fat Albert Rotunda, Mwandishi, Crossing, Sextant, Head hunters, Thrust
Andrew HILL Compulsion!!! , Black fire, Point of departure
Billie HOLIDAY Lady sings the blues
Dave HOLLAND Conference of the birds, Prism, Uncharted Territories
Bobby HUTCHERSON Dialogue, Happenings, Oblique, Stick Up!
Dollar Brand - Max ROACH Streams of consciousness
Keith JARRETT Facing you, Expectations, The Koln concert, Death and the flower, Shades, Mysteries, The survivors suite, Eyes of the earth
KNEEBODY Kneebody, You can have your moment, The line
Steve LACY Reflections: Steve Lacy Plays Thelonious Monk
LED BIB People in Your Neighbourhood, Umbrella Weather
John LEWIS Jazz abstractions
Abbey LINCOLN Straight ahead
Booker LITTLE Out front
Charles LLOYD Dream weaver, Forest flower, Soundtrack
John McLAUGHLIN Extrapolation, My goal's beyond, Devotion
Charles MINGUS Pithecantropus erectus, Mingus ah um, Mingus dynasty, Charles Mingus presents Charles Mingus, Tijuana moods, The black saint and the sinner lady, Mingus Mingus Mingus Mingus Mingus, Mingus at Monterey, The great concert of Charles Mingus, Changes one, Changes two
Oliver NELSON The blues and the abstract truth
Art PEPPER Straight life
The QUINTET Jazz at Massey Hall
Max ROACH Drums unlimited, We Insist! Freedom now suite, Speak, brother, speak, Percussion bitter sweet
Sonny ROLLINS Way out west, Freedom suite
George RUSSELL Ezz-Thetics
SHA'S FECKEL Feckel For Lovers
Nina SIMONE High priestess of soul, Nina Simone sings the blues
Esperanza SPALDING Emilys D+Evolution
SUN RA Space is the place
Lennie TRISTANO Tristano
WEATHER REPORT Weather Report, I sing the body electric, Sweetnighter, Black market, Heavy weather, 8.30
Tony WILLIAMS Emergency! , Turn it over, Ego


L'ultima modifica di theRaven il Lun Set 16, 2019 3:27 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Lun Set 16, 2019 9:11 am  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 102

Ecco, già mi fai invidia di brutto, Raven Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
theRaven
MessaggioInviato: Lun Set 16, 2019 9:50 am  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 09/01/14 20:25
Messaggi: 4

Giorgio_Gennari ha scritto:
Ecco, già mi fai invidia di brutto, Raven Very Happy


Oibbò e perché mai? Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 1 di 1
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it