storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  Replacements, Husker Du & il rock USA anni '80
FrancescoB
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 9:26 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

E' da un po' di tempo che voglio dedicare un thread all'epopea rock cui sono più affezionato.
Se per quanto concerne la ricchezza e la complessità della proposta la seconda metà dei '60xties sta con ogni probabilità un gradino sopra, la musica che più mi tocca, e per cui provo un affetto personale vero e proprio, è il rock alternativo americano degli anni '80, in particolar modo della prima metà della decade.
Perchè una proposta tanto ricca di urgenza espressiva (ricorro ad un concetto di cui si abusa sempre, ma tant'è) non s'era mai vista e non sarebbe tornata mai più.
Rock che affonda le radici nella rivoluzione hardcore ma che amplia decisamente lo spettro dei generi di riferimento, le sfumature musicali ed anche emotive, che guarda insomma oltre, conservando dell'hardcore la furia, ma realizzando di fatto un ibrido con la tradizione americana (lo smarrimento del country e della psichedelia, la canzone d'autore, il rock'n'roll).
Chi altro è innamorato perso dell'epoca Husker Du, Replacements, Meat Puppets, Violent Femmes, Minutemen etc....?

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
DonJunio
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 9:36 am  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 24/12/06 23:37
Messaggi: 1838

Io!


Go home.....this is the Minneapolis police....the
party's over...


FUCK YOU!!!!


http://www.youtube.com/watch?v=0sX3Xb5MWrk

_________________
Dr.Paul ha scritto:
la storia te la insegno io se permetti, mettiti seduto e comodo!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Emiliano
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 11:22 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 05/10/09 16:52
Messaggi: 356

Sono dei vostri!

_________________
Guns don't kill people. People with moustaches kill people
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 11:45 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 5058
Residenza: Padova

Non c'è due senza tre.
Il bello di questo periodo è che non si finiscono mai di scoprire i gruppi iper cazzuti che gravitavano attorno a questo piccolo microcosmo. Un'esplosione di creatività che si lega a doppia mandata con quella dell'hardcore.

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ozzy(d)
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 1:10 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 24/03/07 00:12
Messaggi: 2275

viva l'hardcore usa ( e contaminazioni varie) anni 80, a morte il synth pop.

ricordiamo anche i grandissimi savage republic!
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 1:51 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

Marco_Biasio ha scritto:
Non c'è due senza tre.
Il bello di questo periodo è che non si finiscono mai di scoprire i gruppi iper cazzuti che gravitavano attorno a questo piccolo microcosmo. Un'esplosione di creatività che si lega a doppia mandata con quella dell'hardcore.


Vero: si tratta di una cesura netta nella storia del rock americano che porterà dritti sino allo slow-core ed al grunge, aprendo una voragine creativa in tutto il continente.
Come dicevo, io non ho più ritrovato un'energia simile nella musica, o meglio tanto equilibrio fra sentimenti tipicamente da eighties oppressi (smarrimento, malinconia, frustrazione, sensazione di impotenza) e volontà di sperimentare/non arrendersi in tutti i sensi possibili (l'attitudine punk ed hardcore, ma in fondo molto da nostalgia anni '60, in contrapposizione con la cultura dominante anni '80).
Per dire, nel grunge prevarranno ora lo scoramento totale (Nirvana, AIC), ora sentimenti più rock tradizionali e legati agli anni '70. Nel post-rock verrà meno quell'urgenza comunicativa e si parlerà "solo" di musica, sperimentando in tal senso nell'ambito di una dimensione più "apatica". Il brit-pop anni '90 riflette a sua volta sentimenti completamente diversi.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Emiliano
MessaggioInviato: Gio Set 08, 2011 8:44 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 05/10/09 16:52
Messaggi: 356

in quegli anni poi vi era un fertilissimo sottobosco di bands assolutamente inclassificabili e che sperimentavano con una naturalezza da far invidia, penso per esempio ai Camper van Beethoven, ai gun club eccetera.
I confini fra i vari generi dell'alternative music non erano ancora stati tracciati, e si ritrovavano più o meno tutti nello stesso magnifico calderone. Poi per gli Husker e i Mission of burma ho sempre avuto una totale venerazione.

_________________
Guns don't kill people. People with moustaches kill people
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Ven Set 09, 2011 8:43 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 5058
Residenza: Padova

C'era quella naturalezza e quella spensieratezza giovanile che oggi manca totalmente nel dna delle band. Ragazzi che suonavano e provavano per il gusto di stare assieme, di aggregarsi, di fare muovere qualche culo. E' così che nascono i dischi più belli. Tutto un altro modo di pensare, decisamente: molta più socialità e più feeling "umano".

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FrancescoB
MessaggioInviato: Ven Set 09, 2011 11:01 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

Sì, è stato forse l'ultimo momento in cui il "significato" della musica ha avuto un'importanza centrale. Con tutte le sfumature possibili: dalle arringhe folli ed acutissime dei Minutemen, pregni fino al midollo di ideologia sinistroide e legati addirittura a determinati movimenti sindacali, alle riflessioni esistenziali di Westerberg, poste sempre in un'ottica di insoddisfazioni ma senza sfumature politiche. O ancora i Meat Puppets o i Dinosaur Jr., che portano alle estreme conseguenze il concetto di psichedelia come abbandono e rifiuto del mondo.
E poi la musica possedeva una vitalità incredibile, era fresca e nuova, secondo me molto più dirompente e "forte" di quasi tutto l'indie che verrà.
Una stagione davvero irripetibile, forse l'ultimo grande movimento di "massa" (sempre relativa eh) della storia del rock, figlio degenere della stagione hippie ma già proiettato verso il futuro.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Voltaire
MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 9:14 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 17/11/11 11:40
Messaggi: 223
Residenza: TRIPOLI

Mi aggiungo alla lista! Sono dei vostri!
Bands preferite :

Bad Brains
Black Flag
Battalions of Saints
Adolescentes
Negative Trend
Flipper
minor Threat
D.O.A
Germs
Circle Jerks

Hard Core era come un pugno dritto nello stomaco.
Ricordo pezzi velocissimi, in 45 secondi vomitavano parole e frasi a volte senza un significato ben preciso o magari solo uno slogan potente tipo Out Of Vogue ehehe.

Insomma tutti quei fuori di testa fino al 1985 mi piacciono. heheh.

Ho visto un documentario qualche tempo fa (non so se ne avete già parlato, scusatemi ma sono nuovo) della shake edizioni ma non so quanto sia realistica la dinamica politica che addossona al movimento ...
Top
Profilo Invia messaggio privato
ozzy(d)
MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 1:12 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 24/03/07 00:12
Messaggi: 2275

Voltaire ha scritto:


Ho visto un documentario qualche tempo fa (non so se ne avete già parlato, scusatemi ma sono nuovo) della shake edizioni ma non so quanto sia realistica la dinamica politica che addossona al movimento ...


come si chiamava il documento, si trova qualcosa in rete? ( anche solo sul tubo)

beh molti gruppi hc avevano una bella componente politica ( pensa solo ai dead kennedys)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Voltaire
MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 1:33 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 17/11/11 11:40
Messaggi: 223
Residenza: TRIPOLI

Credo American Hardcore...
Se vai sul sito della shake lo trovi. Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
ozzy(d)
MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 1:34 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 24/03/07 00:12
Messaggi: 2275

grazie!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Noi!
MessaggioInviato: Ven Nov 18, 2011 1:43 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 14/06/11 06:37
Messaggi: 597

Ah giusto American Hardcore... c'è anche il film. Io ho invece il libro.

_________________
The Indian smiles, he thinks that the cowboy is his friend. The cowboy smiles, he is glad the Indian is fooled. Now he can exploit him.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 8:29 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4651

Noi! ha scritto:
Ah giusto American Hardcore... c'è anche il film. Io ho invece il libro.


Gran libro peraltro, che evidenzia anche certi aspetti particolarmente "crudi" della scena, oltre che la tendenza a considerarsi un movimento culturale e latamente politico, e non solo musicale.
Comunque secondo me molte fra le cose più interessanti le realizzarono i figli degeneri dell'hardcore, coloro che ne trassero spunti significativi ma se ne discostarono anche dal punto di vista strettamente musicale: è proprio tutta la scena underground ad essere spaventosamente ricca e bella.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it