storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  OMNIA THE BEATLES!
VDGG
MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2015 12:51 pm  Rispondi citando
Ospite





Paolo Nuzzi ha scritto:
VDGG ha scritto:
Paolo Nuzzi ha scritto:
VDGG ha scritto:


https://youtu.be/zd61M256RfM

https://youtu.be/pPSR9K7tzPc


Che meraviglia.

Se trovo il poster, lo compro immediatamente..



Puoi provare su amazon, allposters, europosters, qualcosa trovi, magari non questa.
Con l'immagine di Lennon ed Harrison (i 2 che preferisco) che trovo più "psichedeliche" e riuscite mi ci sono fatto una t-shirt Wink



Cazzo, la maglietta, che idea splendida!

In privato mi spieghi come hai fatto? (me ragazzino 17enne Laughing )

Comunque l'immagine più bella è quella di George, favolosa.

A proposito, ma quanto cazzo è bella "I Want to tell you"?

Quando il piano va in dissonanza su "I don't mind, I can wait forever, I got time", vado in estasi.

https://www.youtube.com/watch?v=77J0-NMMJHA



E' relativamente semplice: scansiono l'immagine a 1200 dpi, la elaboro con photoshop e la porto a 300 dpi.
Salvato il file, lo porto dal fotografo che stampa a colori direttamente sulla maglietta.
Maglietta + stampa = € 15,00 Wink

I want to tell you è sicuramente una delle mie preferite in assoluto.

P.S. Ma hai veramente 17 anni o era una battuta? Wink
Top
Paolo Nuzzi
MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2015 1:53 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 15/11/13 12:19
Messaggi: 337
Residenza: Hunger City

VDGG ha scritto:
Paolo Nuzzi ha scritto:
VDGG ha scritto:
Paolo Nuzzi ha scritto:
VDGG ha scritto:


https://youtu.be/zd61M256RfM

https://youtu.be/pPSR9K7tzPc


Che meraviglia.

Se trovo il poster, lo compro immediatamente..



Puoi provare su amazon, allposters, europosters, qualcosa trovi, magari non questa.
Con l'immagine di Lennon ed Harrison (i 2 che preferisco) che trovo più "psichedeliche" e riuscite mi ci sono fatto una t-shirt Wink



Cazzo, la maglietta, che idea splendida!

In privato mi spieghi come hai fatto? (me ragazzino 17enne Laughing )

Comunque l'immagine più bella è quella di George, favolosa.

A proposito, ma quanto cazzo è bella "I Want to tell you"?

Quando il piano va in dissonanza su "I don't mind, I can wait forever, I got time", vado in estasi.

https://www.youtube.com/watch?v=77J0-NMMJHA



E' relativamente semplice: scansiono l'immagine a 1200 dpi, la elaboro con photoshop e la porto a 300 dpi.
Salvato il file, lo porto dal fotografo che stampa a colori direttamente sulla maglietta.
Maglietta + stampa = € 15,00 Wink

I want to tell you è sicuramente una delle mie preferite in assoluto.

P.S. Ma hai veramente 17 anni o era una battuta? Wink


Se vabbè, sono davvero un asino Rolling Eyes chissà se ci riuscirò...

Magari avessi 17 anni, sono un ragazzino inside (ne ho 36, sigh)

Comunque tornando ai Fab Four, non smetterò mai di tessere le lodi di questo libro e del suo autore:



Con un'analisi impeccabile e cronologica di tutte le registrazioni dei Beatles con un bel saggio introduttivo su ciò che gravitava loro attorno, in quel momento storico irripetibile.

_________________
"I don't know where I'm going from here, but I promise it won't be boring" (David Bowie)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2015 3:35 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud

Paolo Nuzzi ha scritto:


Comunque tornando ai Fab Four, non smetterò mai di tessere le lodi di questo libro ed al suo autore:



Con un'analisi impeccabile e cronologica di tutte le registrazioni dei Beatles con un bel saggio introduttivo su ciò che gravitava loro attorno, in quel momento storico irripetibile.



... in libri sui Beatles ho investito 'na cifra ... Crying or Very sad ...

... naturalmente ho anche il MacDonald (edizione cartonata) in bella mostra con tutti gli altri nello scaffale di legno d'epoca ...

Quelli che invece tengo sempre a portata di mano sono i seguenti:




... è il mio preferito perché è una sorta di diario dei giorni di lavoro di incisione negli Studios di Abbey Road, ogni canzone è descritta attraverso gli interventi degli autori, dei tecnici della EMI, dei "verbali" degli assistenti di studio, ma soprattutto sulla base dei nastri registrati e catalogati in maniera "maniacale" ... solo attraverso questo libro si può veramente capire, ad esempio, quale sia stato il ruolo determinante di George Martin Exclamation ... e a chi "appartiene" effettivamente la singola canzone made in Lennon/McCartney ... e qui ci vuole la strizzatina alla VDGG ... anzi due con la mia Wink Wink Exclamation




... su questo non mi dilungo, è da comprare ... diritto in libreria senza distrarsi con le edicole di "aspettando Godot" ... le consultazioni sono frequenti, lo tengo in bagno e in zona asciutta ... Embarassed ... mi vergogno un po' ma così è molto pratico e "conciliante" (... ovviamente nessun riferimento ai testi Exclamation )

.... dulcis in fundo e non in bagno ... non fosse altro che per le dimensioni, i caratteri piccolissimi e il peso ...









... costa un po' troppo, ma basti dire che è l'unica biografia dei Beatles "scritta" dai Beatles ... ricchissimo l'apparato fotografico (da cui il costo), carta di qualità, ma difficoltoso da leggere perché il testo è sovrapposto alle foto a colori di grande formato e bisogna avere la vista di uno di 36 anni Exclamation Laughing

... tu capisci che al MacDonald ci vado raramente e con mio figlio ... ma l'ho letto un paio di volte Rolling Eyes ...

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paolo Nuzzi
MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2015 3:55 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 15/11/13 12:19
Messaggi: 337
Residenza: Hunger City

Giuseppe Ienopoli ha scritto:
Paolo Nuzzi ha scritto:


Comunque tornando ai Fab Four, non smetterò mai di tessere le lodi di questo libro ed al suo autore:



Con un'analisi impeccabile e cronologica di tutte le registrazioni dei Beatles con un bel saggio introduttivo su ciò che gravitava loro attorno, in quel momento storico irripetibile.



... in libri sui Beatles ho investito 'na cifra ... Crying or Very sad ...

... naturalmente ho anche il MacDonald (edizione cartonata) in bella mostra con tutti gli altri nello scaffale di legno d'epoca ...

Quelli che invece tengo sempre a portata di mano sono i seguenti:




... è il mio preferito perché è una sorta di diario dei giorni di lavoro di incisione negli Studios di Abbey Road, ogni canzone è descritta attraverso gli interventi degli autori, dei tecnici della EMI, dei "verbali" degli assistenti di studio, ma soprattutto sulla base dei nastri registrati e catalogati in maniera "maniacale" ... solo attraverso questo libro si può veramente capire, ad esempio, quale sia stato il ruolo determinante di George Martin Exclamation ... e a chi "appartiene" effettivamente la singola canzone made in Lennon/McCartney ... e qui ci vuole la strizzatina alla VDGG ... anzi due con la mia Wink Wink Exclamation




... su questo non mi dilungo, è da comprare ... diritto in libreria senza distrarsi con le edicole di "aspettando Godot" ... le consultazioni sono frequenti, lo tengo in bagno e in zona asciutta ... Embarassed ... mi vergogno un po' ma così è molto pratico e "conciliante" (... ovviamente nessun riferimento ai testi Exclamation )

.... dulcis in fundo e non in bagno ... non fosse altro che per le dimensioni, i caratteri piccolissimi e il peso ...









... costa un po' troppo, ma basti dire che è l'unica biografia dei Beatles "scritta" dai Beatles ... ricchissimo l'apparato fotografico (da cui il costo), carta di qualità, ma difficoltoso da leggere perché il testo è sovrapposto alle foto a colori di grande formato e bisogna avere la vista di uno di 36 anni Exclamation Laughing

... tu capisci che al MacDonald ci vado raramente e con mio figlio ... ma l'ho letto un paio di volte Rolling Eyes ...


Se se, che spiritoso, guardalo là, il calabro che si tiene la nduja tutta per se'.. tsk Laughing Laughing

A onor del vero il diciassettenne qui presente, l'anthology ce l'ha, ben nascosta dalle grinfie della mia pargoletta... I DVD li ho ordinati la settimana scorsa e dovrebbero arrivare, grave lacuna a cui ho rimediato di recente (li avevo visti e rivisti milioni di volte) i cd ce li ho, c'è una versione in progress di Strawberry Fields forever che è assurda..

Manca il tomo di Lewisohn, ma prima o poi sarà mio.

A George Martin dovrebbero dedicare un monumento, chi ci pensa? Wink

_________________
"I don't know where I'm going from here, but I promise it won't be boring" (David Bowie)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2015 11:38 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud







... non proprio queste urlanti e agitate ...




... magari queste ... composte e mistiche ...




... oppure in versione "illuminazione a basso consumo energetico" ...





... o infine "tutto il cucuzzaro" in doppia versione ...

... prima o quasi ... in formato tessera.





... dopo o pressappoco ... a mezzobusto tralasciando il "resto".





Comunque la pensiate queste furono o sono ancora ... alcune hanno influenzato finanche le musiche del malcapitato scarafaggio o le dinamiche interne del gruppo e non poteva essere diversamente ... fanno parte di questa storia e difficilmente ne usciranno Exclamation Confused

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Dom Giu 21, 2015 1:30 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud




INIZIA LA SETTIMANA DELLE CELEBRAZIONI Razz Razz





Arrow Arrow http://www.vedichieranoibeatles.rai.it/dl/portali/site/ugc/ContentItem-c351bfcc-c88f-490e-9a2c-f050348c0576.html?homepage


Arrow Arrow https://youtu.be/HMGi3v5XRck

... signori ... i Bitels Exclamation ... Bitel ... Crying or Very sad (... perla linguistica della presentatrice Rossella Como ... Mr. Green )


Arrow http://it.expoincitta.com/search.aspx?s=beatles&rsec=38201&page=1


L'ultima modifica di Giuseppe Ienopoli il Dom Giu 21, 2015 9:35 pm, modificato 1 volta

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Dom Giu 21, 2015 9:29 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud




ORGANIZZAZIONE DEL TOUR ITALIANO:

IMPRESARIO: Leo Weachter
PRESENTATORI: Rossella Como e Lucio Flauto
SOVRAINTENDENTE: Valerio Vancheri
ACCOMPAGNATORE: Gianni Minà

SUPPORTERS: Le Ombre, I Giovani Giovani, Guidone e gli Amici,
Angela e il Gruppo Guidone e gli Amici, i New Dada, Fausto Leali e i Novelty,
Peppino Di Capri ed il suo gruppo.

REPERTORIO: Twist And Shout, She's A Woman, I'm A Loser, Can't Buy Me Love, Baby's In Black,
I Wanna Be Your Man, A Hand Day's Night, Everybody's Trying To Be My Baby,
Rock And Roll Music, I Feel Fine, Ticket To Ride, Long Tall Sally.

Il primo tempo dello spettacolo era riservato ai Supporters.
I Beatles intervenivano nel secondo tempo.
Durante il concerto Paul presentò in lingua italiana moltissimi brani e
allo stesso modo non poche volte volle ringraziare gli spettatori.
La durata dell'esibizione dei Beatles si aggirava sui 35 minuti.

N.B. Non esistono filmati Rai dell'evento perché il funzionario responsabile non ritenne producente e opportuno inviare le telecamere per quattro semplici capelloni!

Mr. Green Mr. Green Mr. Green Mr. Green Mr. Green Laughing Laughing


Arrow Arrow Arrow https://youtu.be/4pu75GbECGc

Arrow Arrow https://youtu.be/IASPkxjwdz0


ALBUM FOTOGRAFICO





































Arrow https://youtu.be/fgnH-yj0Yrw

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Mer Giu 24, 2015 12:44 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud




I Beatles in Italia ... quattro fan ritrovate dopo 50 anni





"Guardate questa foto. E' bellissima.

Ci sono quattro giovanissime fan dei Beatles, ognuna con un nome di uno dei "fab four" scritto sul braccio, sono in attesa di vedere i loro idoli in concerto a Milano, nel giugno del 1965. La storia che vi stiamo per raccontare è fantastica, mette insieme ricordi, persone, la televisione e "Chi l'ha visto", l'amore per i Beatles e la celebrazione dei 50 anni passati dai concerti italiani della band di Liverpool e oggi.

E' una storia talmente bella che vale la pena raccontarla tutta."


... per chi vuole continuare a leggere ...

Arrow http://assante.blogautore.repubblica.it/2015/06/i-beatles-in-italia-e-quattro-fan-ritrovate-dopo-50-anni/

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Ven Giu 26, 2015 3:19 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud




... ho capito Exclamation ... c'ero solo io ieri sera a guardare RAI tre ... Laughing Mr. Green

Tutti gli altri potete comodamente andare a ... curiosare qui Arrow

http://www.ilsussidiario.net/News/Cinema-Televisione-e-Media/2015/6/26/VEDI-CHI-ERANO-I-BEATLES-Una-serata-con-il-gruppo-di-Liverpool-Riassunto-e-replica-puntata-25-giugno-2015-video-streaming/620415/

... bella seratina con Frizzolone pure emozionato!











... forte 'sto ragazzo!

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Lun Lug 06, 2015 12:47 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1489

Intervista a Paul che parla del suo rapporto con Lennon e dei Beatles in generale, veramente interessante


http://www.esquire.co.uk/culture/music/8511/paul-mccartney-interview/
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 4:42 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud






_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Lun Lug 13, 2015 12:29 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud

Oggi vi propongo un quiz.

Guardate bene questi cinque bambini, la loro espressione, i loro "padiglioni", le pettinature, l'intensità dello sguardo ...























... uno di loro, quando fu grandicello, tra l'altro ha detto:

"I Beatles appartengono certamente alla storia del costume degli anni '60, ma i loro meriti musicali sono quantomeno dubbi."

" I Beatles rappresentarono la quintessenza della reazione a una rivoluzione musicale che non era finita, e per qualche anno riuscirono ad arenarne l'impeto."

"Per il resto della loro carriera i Beatles furono quattro musicisti mediocri che cantavano ancora canzoni melodiche di tre minuti (le stesse che si facevano da decenni) in un'era in cui la musica rock tentava di spingersi al di la` di quel formato (un formato originariamente dovuto alle limitazioni tecniche del 78 giri)."

"I Beatles appartenevano ancora, come i Beach Boys (di cui emularono gran parte della carriera), all'era dei complessi vocali, nei quali la tecnica allo strumento non era importante: cio` che contava era il ritornello. Indubbiamente dotati nel comporre ritornelli, si avvalsero del produttore George Martin (capo della Parlophone fin dal 1956) per abbellire quei ritornelli con arrangiamenti via via piu` eccentrici."

"Grazie a un'accorta campagna pubblicitaria, divennero forse gli entertainer piu` celebri della seconda meta` del secolo, e sono rimasti beniamini dei rotocalchi mondani e dei tabloid, cosi` come le principesse di Monaco e Lady Di."

"Ogni loro canzone e ogni loro album faceva seguito a canzoni e album altrui ben piu` salienti, ma, lungi dal semplice copiarli, le canzoni dei Beatles li riconducevano anche a una dimensione piu` borghese, ortodossa, conformista."

"I Beatles erano la quintessenza della mediocrita` strumentale. George Harrison era un chitarrista patetico al confronto degli altri in circolazione a Londra in quegli anni (Townshend degli Who, Richards dei Rolling Stones, Davies dei Kinks, Clapton e Beck e Page degli Yardbirds, e tanti altri meno famosi ma molto piu` originali). I Beatles si erano completamente persi la rivoluzione della musica rock (che era fondata sull'uso vistoso della chitarra) ed erano rimasti al modulo delle orchestrine di musica leggera. Paul McCartney era un cantante anni '50, che non avrebbe potuto cantare in maniera piu` scontata. Come bassista non valeva l'ultimo dei bassisti rhythm and blues (anche se nel mondo del Merseybeat il suo stile era effettivamente rivoluzionario). Ringo Starr suonava la batteria come qualsiasi ragazzo dell'epoca (in realta` era forse l'unico dei quattro ad avere un minimo di competenza tecnica)."

"I loro erano dischi di canzoni tradizionali, canzoni come si facevano da secoli, ma servivano un pubblico immenso, ben piu` numeroso di quello (hippies e contestatori) che voleva cambiare il mondo. I fans dei Beatles ignoravano o aborrivano i tanti musicisti rock che in quegli anni stavano sperimentando con il formato della suite, che stavano componendo lunghi brani free-form, che stavano usando la dissonanza, che stavano cambiando radicalmente il concetto di brano musicale. I fans dei Beatles pensavano (e molti lo pensano ancora oggi) che usare le trombe in una canzone rock fosse un fatto rivoluzionario, che usare qualche rumore di sottofondo (peraltro appena udibile) fosse un fatto ancor piu` rivoluzionario e che soltanto grandi geni musicali potessero svariare in cosi` tanti stili nell'arco di uno stesso album (proprio cio` che tanti musicisti rock stavano facendo in giro per il mondo, e con ben altre escursioni stilistiche)."

"I Beatles ebbero la funzione storica di ritardare l'impatto delle innovazioni degli anni '60. Mentre fra il 1966 e il 1969 andava di modo la suite, la jam, il brano lungo dallo svolgimento piu` o meno libero (a cui i Beatles arrivarono soltanto alla fine della loro carriera), mentre il mondo era pieno di chitarristi, pianisti, bassisti, cantanti e batteristi che suonavano assoli e sperimentavano sul contrappunto, i Beatles si limitavano a battere il tempo e ad accompagnare la melodia. Ma la loro funzione storica fu anche quella di far accettare alcune di quelle innovazioni (la musica rock stessa) al pubblico più conservatore."

"La loro forza fu forse proprio quella di essere l'epitome della mediocrita`: mai un volo di genio, mai un'idea rivoluzionaria, mai discostarsi dallo standard; accettare le novita` soltanto quando sono state accettate dall'establishment. Ma forse proprio quella cronica mediocrita` fece la loro fortuna: laddove gli altri complessi cercavano di superare il proprio pubblico, di stare sempre due passi avanti alla miopia dei loro fans, di aprire strade sempre piu` tortuose e territori sempre piu` avventurosi, i Beatles furono sempre attenti a condurre i propri fans per mano lungo un rettilineo senza curve e, soprattutto, senza salite."

"Le canzoni dei Beatles erano corredate da testi discretamente sciocchi per quell'epoca, un'epoca in cui innumerevoli cantautori e complessi tentavano di dire qualcosa di intelligente. I testi dei Beatles erano ancora legati alla tradizione della canzone leggera, mentre nella musica rock dilagavano narrazioni fortemente psicologiche, satire anti-establishment, arringhe politiche, droga, sesso e morte (giusto o sbagliato che fosse)."

"Il fatto piu` artistico e innovativo alla fin fine erano gli arrangiamenti di George Martin, che, forse conscio dei limiti musicali dei Beatles, uso` i sessionmen e lo studio di registrazione in maniera creativa, spingendosi forse oltre quanto avevano tradizionalmente fatto i produttori di musica leggera (che da sempre si appoggiano alle orchestrine e allo studio di registrazione per abbellire le canzoni)."

"Oggi le loro canzoni sono suonate per lo piu` nei supermercati. Ma il loro mito, come quello di Rodolfo Valentino e Frank Sinatra, vivra` finche' vivranno i fans che ci hanno creduto. Negli anni la loro fama verra` sostenuta artificialmente da campagne pubblicitarie colossali, che non hanno eguali nella storia dello spettacolo."

"... A dilagare furono gli insetti. I più famosi furono i Beatles."

... bene se avete letto tutto, ancora meglio se avete evitato ... in ogni caso adesso cercate di indovinare quale dei cinque bambini, quando fu grandicello (?!), tra l'altro ha detto questa serie di ca ... cose ............ Rolling Eyes Laughing

... solito aiutino ... potrebbe avere avuto fin dalla nascita problemi di orecchio, forse un orecchio in meno o fortemente atrofizzato ... in tal caso era evidentemente molto difficile nasconderlo all'obiettivo del fotografo Exclamation

Chi dovesse indovinare vince la possibilità immediata di leggere tutto il tra l'altro ...
... pensato (?) e detto dal bambino quando fu grandicello Exclamation

Arrow Arrow http://scaruffi.com/vol1/beatles.html

Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Evil or Very Mad Evil or Very Mad Twisted Evil Twisted Evil Mr. Green Mr. Green

_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
fabfabfab
MessaggioInviato: Lun Lug 13, 2015 2:59 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 07/06/08 13:04
Messaggi: 6945

Giuseppe Ienopoli ha scritto:
Oggi vi propongo un quiz.

Guardate bene questi cinque bambini, la loro espressione, i loro "padiglioni", le pettinature, l'intensità dello sguardo ...























... uno di loro, quando fu grandicello, tra l'altro ha detto:

"I Beatles appartengono certamente alla storia del costume degli anni '60, ma i loro meriti musicali sono quantomeno dubbi."

" I Beatles rappresentarono la quintessenza della reazione a una rivoluzione musicale che non era finita, e per qualche anno riuscirono ad arenarne l'impeto."

"Per il resto della loro carriera i Beatles furono quattro musicisti mediocri che cantavano ancora canzoni melodiche di tre minuti (le stesse che si facevano da decenni) in un'era in cui la musica rock tentava di spingersi al di la` di quel formato (un formato originariamente dovuto alle limitazioni tecniche del 78 giri)."

"I Beatles appartenevano ancora, come i Beach Boys (di cui emularono gran parte della carriera), all'era dei complessi vocali, nei quali la tecnica allo strumento non era importante: cio` che contava era il ritornello. Indubbiamente dotati nel comporre ritornelli, si avvalsero del produttore George Martin (capo della Parlophone fin dal 1956) per abbellire quei ritornelli con arrangiamenti via via piu` eccentrici."

"Grazie a un'accorta campagna pubblicitaria, divennero forse gli entertainer piu` celebri della seconda meta` del secolo, e sono rimasti beniamini dei rotocalchi mondani e dei tabloid, cosi` come le principesse di Monaco e Lady Di."

"Ogni loro canzone e ogni loro album faceva seguito a canzoni e album altrui ben piu` salienti, ma, lungi dal semplice copiarli, le canzoni dei Beatles li riconducevano anche a una dimensione piu` borghese, ortodossa, conformista."

"I Beatles erano la quintessenza della mediocrita` strumentale. George Harrison era un chitarrista patetico al confronto degli altri in circolazione a Londra in quegli anni (Townshend degli Who, Richards dei Rolling Stones, Davies dei Kinks, Clapton e Beck e Page degli Yardbirds, e tanti altri meno famosi ma molto piu` originali). I Beatles si erano completamente persi la rivoluzione della musica rock (che era fondata sull'uso vistoso della chitarra) ed erano rimasti al modulo delle orchestrine di musica leggera. Paul McCartney era un cantante anni '50, che non avrebbe potuto cantare in maniera piu` scontata. Come bassista non valeva l'ultimo dei bassisti rhythm and blues (anche se nel mondo del Merseybeat il suo stile era effettivamente rivoluzionario). Ringo Starr suonava la batteria come qualsiasi ragazzo dell'epoca (in realta` era forse l'unico dei quattro ad avere un minimo di competenza tecnica)."

"I loro erano dischi di canzoni tradizionali, canzoni come si facevano da secoli, ma servivano un pubblico immenso, ben piu` numeroso di quello (hippies e contestatori) che voleva cambiare il mondo. I fans dei Beatles ignoravano o aborrivano i tanti musicisti rock che in quegli anni stavano sperimentando con il formato della suite, che stavano componendo lunghi brani free-form, che stavano usando la dissonanza, che stavano cambiando radicalmente il concetto di brano musicale. I fans dei Beatles pensavano (e molti lo pensano ancora oggi) che usare le trombe in una canzone rock fosse un fatto rivoluzionario, che usare qualche rumore di sottofondo (peraltro appena udibile) fosse un fatto ancor piu` rivoluzionario e che soltanto grandi geni musicali potessero svariare in cosi` tanti stili nell'arco di uno stesso album (proprio cio` che tanti musicisti rock stavano facendo in giro per il mondo, e con ben altre escursioni stilistiche)."

"I Beatles ebbero la funzione storica di ritardare l'impatto delle innovazioni degli anni '60. Mentre fra il 1966 e il 1969 andava di modo la suite, la jam, il brano lungo dallo svolgimento piu` o meno libero (a cui i Beatles arrivarono soltanto alla fine della loro carriera), mentre il mondo era pieno di chitarristi, pianisti, bassisti, cantanti e batteristi che suonavano assoli e sperimentavano sul contrappunto, i Beatles si limitavano a battere il tempo e ad accompagnare la melodia. Ma la loro funzione storica fu anche quella di far accettare alcune di quelle innovazioni (la musica rock stessa) al pubblico più conservatore."

"La loro forza fu forse proprio quella di essere l'epitome della mediocrita`: mai un volo di genio, mai un'idea rivoluzionaria, mai discostarsi dallo standard; accettare le novita` soltanto quando sono state accettate dall'establishment. Ma forse proprio quella cronica mediocrita` fece la loro fortuna: laddove gli altri complessi cercavano di superare il proprio pubblico, di stare sempre due passi avanti alla miopia dei loro fans, di aprire strade sempre piu` tortuose e territori sempre piu` avventurosi, i Beatles furono sempre attenti a condurre i propri fans per mano lungo un rettilineo senza curve e, soprattutto, senza salite."

"Le canzoni dei Beatles erano corredate da testi discretamente sciocchi per quell'epoca, un'epoca in cui innumerevoli cantautori e complessi tentavano di dire qualcosa di intelligente. I testi dei Beatles erano ancora legati alla tradizione della canzone leggera, mentre nella musica rock dilagavano narrazioni fortemente psicologiche, satire anti-establishment, arringhe politiche, droga, sesso e morte (giusto o sbagliato che fosse)."

"Il fatto piu` artistico e innovativo alla fin fine erano gli arrangiamenti di George Martin, che, forse conscio dei limiti musicali dei Beatles, uso` i sessionmen e lo studio di registrazione in maniera creativa, spingendosi forse oltre quanto avevano tradizionalmente fatto i produttori di musica leggera (che da sempre si appoggiano alle orchestrine e allo studio di registrazione per abbellire le canzoni)."

"Oggi le loro canzoni sono suonate per lo piu` nei supermercati. Ma il loro mito, come quello di Rodolfo Valentino e Frank Sinatra, vivra` finche' vivranno i fans che ci hanno creduto. Negli anni la loro fama verra` sostenuta artificialmente da campagne pubblicitarie colossali, che non hanno eguali nella storia dello spettacolo."

"... A dilagare furono gli insetti. I più famosi furono i Beatles."

... bene se avete letto tutto, ancora meglio se avete evitato ... in ogni caso adesso cercate di indovinare quale dei cinque bambini, quando fu grandicello (?!), tra l'altro ha detto questa serie di ca ... cose ............ Rolling Eyes Laughing

... solito aiutino ... potrebbe avere avuto fin dalla nascita problemi di orecchio, forse un orecchio in meno o fortemente atrofizzato ... in tal caso era evidentemente molto difficile nasconderlo all'obiettivo del fotografo Exclamation

Chi dovesse indovinare vince la possibilità immediata di leggere tutto il tra l'altro ...
... pensato (?) e detto dal bambino quando fu grandicello Exclamation

Arrow Arrow http://scaruffi.com/vol1/beatles.html

Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Evil or Very Mad Evil or Very Mad Twisted Evil Twisted Evil Mr. Green Mr. Green





"La loro forza fu forse proprio quella di essere l'epitome della mediocrita`: mai un volo di genio"

_________________
http://nientaltrodafare.altervista.org/
Musica meticcia, parole incrociate e cani bastardi
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Lun Lug 13, 2015 11:32 pm  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 648
Residenza: Profondo Sud

fabfabfab ha scritto:

"La loro forza fu forse proprio quella di essere l'epitome della mediocrita`: mai un volo di genio"


Arrow https://youtu.be/0BFQvNpkvpU

... Gud Nait Exclamation


_________________
... è bianco e che bianco!
https://youtu.be/0QTB0n3f_kg
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paolo Nuzzi
MessaggioInviato: Mar Lug 14, 2015 8:53 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 15/11/13 12:19
Messaggi: 337
Residenza: Hunger City

No ma la più bella resta:

"Non avevano nulla da dire e infatti non lo dissero".

Levateje er vino

Laughing

_________________
"I don't know where I'm going from here, but I promise it won't be boring" (David Bowie)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 3 di 12
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Successivo
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it