storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  Nella Trap(pola) Italiana?
Cas
MessaggioInviato: Mer Nov 21, 2018 3:45 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2875
Residenza: Aosta

Davvero una delle scene italiane più internazionali e pop degli ultimi anni non merita nulla più di commenti sarcastici su facebook?

Non è una domanda retorica, me lo sto proprio chiedendo e lo chiedo anche a voi.

Cosa si salva della trap italiana? Quali sono i suoi meriti e i suoi demeriti? Quali gli artisti migliori? Chi invece non è altro che un bluff?


_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
zagor
MessaggioInviato: Mer Nov 21, 2018 5:20 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1322

premetto che conosco solo superficialmente il fenomeno

meriti....uno solo, esprime lo spirito del suo tempo ed è sempre un bene, a prescindere, cio' che ascoltano i giovani è sempre la forza motrice della musica,...alcune cose di Ghali non sono malvagie poi

demeriti...per me è proprio musicaccia...tipo quel napoletano Liberato, sembra una versione rap dei neomelodici, con video tamarrissimi da "un posto al sole"

Sfera e basta proprio da prendere a badilate sui denti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Mer Nov 21, 2018 6:33 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2875
Residenza: Aosta

zagor ha scritto:

meriti....uno solo, esprime lo spirito del suo tempo ed è sempre un bene, a prescindere, cio' che ascoltano i giovani è sempre la forza motrice della musica,...alcune cose di Ghali non sono malvagie poi


Ecco, lo spirito dei tempi. Oltre alle liriche, tutte incentrate su droga, soldi e in misura minore sesso (oltre a un generale senso di malattia e frustrazione), il senso generale è una sorta di iperpompato "fare buon viso a cattivo gioco". Del tipo: il mondo è una merda? Faccio la merda anche io e me ne vanto. Una cosa molto rock, volendo.

Tecnicamente, invece, questa generazione ha deciso di allontanarsi dai modelli cantautorali tanto cari alla nuova leva indie composta perlopiù da universitari e classi medie. Roba annoiata, melodica, provinciale. La trap, invece, è tanto provinciale quanto internazionale (seppur in modo stereotipato). Privilegia produzioni notevoli, effettistica bombastica, ultramodernismo spinto.

zagor ha scritto:
demeriti...per me è proprio musicaccia...tipo quel napoletano Liberato, sembra una versione rap dei neomelodici, con video tamarrissimi da "un posto al sole"

Sfera e basta proprio da prendere a badilate sui denti


Da questo punto di vista forse per la prima volta mi trovo a scontrarmi con il formato album. Ci sono ottimi singoli di Myss Keta, anche di Ghali e Young Signorino (la demenziale "Mmm ha ha ha" è stupidamente geniale), o del recentemente scoperto Ketama126. Un album intero invece? Non digeribile, o almeno non del tutto (per il momento).

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Giuseppe Ienopoli
MessaggioInviato: Ven Nov 23, 2018 6:55 am  Rispondi citando
Musicofilo


Registrato: 10/08/11 19:48
Messaggi: 595
Residenza: Profondo Sud

Mi risulta che una volta i trappers erano così ...







... Rolling Eyes ... Rolling Eyes Rolling Eyes








... Question ... Question Question ... Mr. Green Mr. Green

_________________
... è rosso_finito!
https://youtu.be/gXZ8Oq2gOAk
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Ven Nov 23, 2018 10:27 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1322

io la prima volta che ho sentito la parola trap pensavo si riferissero a lui...

Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Ven Nov 23, 2018 10:35 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1322

cmq per riprendere il discorso fatto con Cas, pure la kritica ufficiale scopre l'acqua calda, ossia che da anni ormai i ragazzi ascoltano rap e derivati...e il rock è morto!!!!

ahahahah

https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/11/23/news/il_rock_e_morto-212340323/
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lepo
MessaggioInviato: Sab Nov 24, 2018 3:41 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 03/09/13 18:27
Messaggi: 193

I migliori:
Liberato, anche se forse il suo pezzo migliore è Pecchè me stai appennenn, che è house... ma comunque tu t’e scurdat e nove maggio sono bellissime, il videoclip di quest’ultima poi è iconico, altro che ‘un posto al sole’ dai... Laughing

Ghali, uno dei pochi che ha qualcosa da dire anche nei testi, non soltanto dal punto di vista dei contenuti ma proprio nella forma. Adotta un linguaggio a tratti visionario, peculiare, che a me sembra soltanto suo. Musicalmente poi ha diversi pezzi interessanti, mi piace soprattutto quando imita stromae come in Habibi o in Vida. Ma anche Ricchi dentro e cara italia non sono male (quest’ultima è praticamente un inno anti sovranista, suo malgrado)

L’ultimo Fabri Fibra, che dei rapper storici mi sembra quello che meglio si è integrato con le nuove tendenze del rap (anzi, Fenomeno è sicuramente il suo album che preferisco).

Qualcosa di achille lauro, ma poca roba tipo ‘Non sei come me’, in generale è un truzzo forte. E dire che mi starebbe pure simpatico come personaggio, con quell’aria un po’ glam.


In generale, penso che il trap rap sia un genere limitatissimo: le basi hanno spesso pochissimi suoni, ritmi lentissimi che praticamente annullano il groove, sostenuto quasi solo dall’hi hat. quando va bene però le canzoni riescono ad essere pervase da un mood maledetto e narcolettico, sostanzialmente inedito nel rap fino a qualche anno fa, quando va male invece, sono inconsistenti. Poi va malissimo quando il rapper di turno inizia a fare versacci da protoscimmia.
Credo che questo genere per i suoi limiti intrinsechi non potrà durare molto, infatti tutti gli artisti che ho citato o si cimentano anche in altri stili, o mescolano la trap con altri generi (tipo ghali e lauro, che immettono contaminazioni latine per dare varietà musicale).

Che dire, il genere quando riesce è sicuramente eccitante, attendo tuttavia una fase ‘progressive’ della trap, magari lì potremmo iniziare a vedere un movimento globalmente consistente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2018 3:59 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2875
Residenza: Aosta

zagor ha scritto:
cmq per riprendere il discorso fatto con Cas, pure la kritica ufficiale scopre l'acqua calda, ossia che da anni ormai i ragazzi ascoltano rap e derivati...e il rock è morto!!!!

ahahahah

https://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/11/23/news/il_rock_e_morto-212340323/


ma a Gino Castaldo non viene mai in mente che, magari, è lui a essere finito??

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Cas
MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2018 4:01 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2875
Residenza: Aosta

Lepo ha scritto:

Credo che questo genere per i suoi limiti intrinsechi non potrà durare molto, infatti tutti gli artisti che ho citato o si cimentano anche in altri stili, o mescolano la trap con altri generi (tipo ghali e lauro, che immettono contaminazioni latine per dare varietà musicale).

Che dire, il genere quando riesce è sicuramente eccitante, attendo tuttavia una fase ‘progressive’ della trap, magari lì potremmo iniziare a vedere un movimento globalmente consistente.


Certo, infatti secondo me la cosa è molto più rilevante sociologicamente che musicalmente (anche se poi spesso le due cose coincidono).

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
hiperwlt
MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2018 9:36 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 12/10/08 20:08
Messaggi: 1941

Sì, la trap si è imposta come uno dei gusti dominanti delle nuove generazioni, a livello globale. Anche da qui, basta avere a che fare con i ragazzini e gli adolescenti di oggi per capirne la diffusione e la portata, soprattutto estetica, non ristretta al solo discorso musicale. È un fenomeno di costume e sociologico, in Italia è esploso in modo simile per intensità al contesto francese.
Il rovescio dello scontro con il sistema capitalistico è l’accettazione incondizionata dello stesso, anche dalle fasce sociali più deboli: ed ecco di nuovo i grandi brand (come piace chiamarli oggi), l’esaltazione dei social, accelerazione e consumo senza soluzione di continuità del digitale e dei suoi prodotti. Tutti capisaldi dell'era globalizzata e anche campo semantico-vocabolario della trap.

Trap come attitudine musicale (con la sua capacità di inserirsi nei discorsi musicali di altri generi) esiste a vari livelli da tanto tempo e sono tante le produzioni che fanno ricorso alle sue ritmiche e a certi suoni bombastici (come dice Cas) ecc. Così come è accaduto con la dubstep un decennio fa, anche qui per certi aspetti si può parlare di processo di assimilazione nella genetica "pop".

Come musica in sé, limitandosi al discorso italiano, mi viene da distinguere i fenomeni di puro entertainment-baraccone (Dark Polo Gang, Young Signorino ecc) a quella che è più propriamente la (perdonatemi) proposta “artistica”. Mi riferisco soprattutto a Tedua, Ghali, Rkomi, Sfera Ebbasta, Izi. In poche parole (forse, tolte certe cose di Tedua): l'inferno dell'uguale. Su Ghali non condivido molto quanto scritto precedentemente.

Poi ci sono vecchie leve accomodate alle sonorità trap, come Gué Pequeno e Marracash... ma stendiamo a prescindere un velo pietoso. Fibra si è avvicinato più come consapevolezza di linguaggio e immagini, che per sonorità.

A gamba testa in questo scenario è entrato due settimane fa Salmo, che da sempre assimila le tendenze del momento (prendiamo il dubstep hardcore di "Death Usb") per riversarci il suo immaginario. In "Playlist", da una parte fa il verso a tutto il movimento trap italiano (esemplificative sono “Perdonami” https://www.youtube.com/watch?v=rrVd99E_xqo e “Ricchi e Morti”: https://www.youtube.com/watch?v=jMC1qSotmv4), dall’altra ne viene risucchiato nella scrittura (ad esempio “Cabriolet” con Sfera Ebbasta) e in certi esiti. Con la cattiveria e l’urgenza lirica di “Hellvisback” (recensito qui da Fab e me con un 8, due anni fa) aveva dimostrato di essere il più grande della scena italiana; ora, con gli inserti trap e pop di “Playlist”, si è fatto (in molti casi: tolgo “Lunedì” soprattutto, poi "Stai Zitto" feat. Fabri Fibra e “Ho paura di uscire”) un po' bidimensionale - al netto di versi geniali qua e là - in "Ho paura di uscire", "Dispovery Channel" e "Lunedì" ad es. - e del suo flow. Una mossa, la sua, piuttosto paracula (che, come dicevo, non si limita ai soli elementi trap, ma anche d''easy-listening radiofonico spinto come “Sparare alla Luna” - con Coez - e “Il cielo in una stanza” - da vomito), ma commercialmente geniale.
Non a caso, è primo per vendite e ascolti.

_________________
"Chile"
http://www.edizioniterramarique.com/shop/chile/

Serve me the sky with a big slice of lemon
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
zagor
MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2018 10:22 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1322

hiperwlt ha scritto:

Poi ci sono vecchie leve accomodate alle sonorità trap, come Gué Pequeno e Marracash... ma stendiamo a prescindere un velo pietoso. .


Pequeno fa fatica a maneggiare le nuove tecnologie...ricordiamo quando ha postato per sbaglio su telegram un video in cui si toccava Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Lun Dic 10, 2018 3:10 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1322

non proprio il momento migliore per riuppare il topic, comunque carino sto video

https://www.youtube.com/watch?v=-rN2ITXaKMk
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Mar Dic 11, 2018 12:07 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 4983
Residenza: Padova

In linea del tutto generale, musicalmente la trap non mi piace o non mi interessa (credo salverei solo qualcosa di Ghali), ma le polemiche su pose e spessore artistico specifico sono ridicole.

Nel solo campo rock (molto ampiamente inteso) ho visto e sentito cose ben peggiori, per attitudine e composizione, anche recentemente (mi vengono in mente i Greta Van Fleet).

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Cas
MessaggioInviato: Mar Dic 11, 2018 2:05 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 2875
Residenza: Aosta

Marco_Biasio ha scritto:
In linea del tutto generale, musicalmente la trap non mi piace o non mi interessa (credo salverei solo qualcosa di Ghali), ma le polemiche su pose e spessore artistico specifico sono ridicole.

Nel solo campo rock (molto ampiamente inteso) ho visto e sentito cose ben peggiori, per attitudine e composizione, anche recentemente (mi vengono in mente i Greta Van Fleet).


Sta di fatto che la trap è un fenomeno sociale, e che moltissimi ragazzini ascoltano il genere. Questo semplice fatto, unito a una serie di elementi stilistici che oggi avvicinano il pop italiano alla scena internazionale come mai negli ultimi anni, secondo me è meritevole di interesse e di analisi.

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Mar Dic 11, 2018 2:18 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 4983
Residenza: Padova

Cas ha scritto:
Marco_Biasio ha scritto:
In linea del tutto generale, musicalmente la trap non mi piace o non mi interessa (credo salverei solo qualcosa di Ghali), ma le polemiche su pose e spessore artistico specifico sono ridicole.

Nel solo campo rock (molto ampiamente inteso) ho visto e sentito cose ben peggiori, per attitudine e composizione, anche recentemente (mi vengono in mente i Greta Van Fleet).


Sta di fatto che la trap è un fenomeno sociale, e che moltissimi ragazzini ascoltano il genere. Questo semplice fatto, unito a una serie di elementi stilistici che oggi avvicinano il pop italiano alla scena internazionale come mai negli ultimi anni, secondo me è meritevole di interesse e di analisi.


Assolutamente sì, sono d'accordo. Lo è nella stessa misura in cui lo sono stati l'hardcore, il metal, il grunge, la cultura rave, il rap degli anni '90. Il mio commento era relativo semplicemente all'aspetto musicale, che trovo personalmente poco stimolante (in generale non sopporto di mio il vocoder). Ben vengano le analisi circostanziate.

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it