storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  Artisti rinomati e malsopportati
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 8:56 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

Faccio subito coming out, sto provocando soprattutto Gennà con questo topic, però provo a ravvivare un po' la discussione forumistica chiedendovi di indicarmi nomi dotati di un qualche rilievo nella considerazione critica e degli appassionati e che tuttavia, per qualche ragione, voi amate poco.

Insomma, fate coming out pure voi e gettate la maschera, toglietevi qualche sassolino dalla scarpa ghghgh

Ovviamente nessuna pretesa di serietà né di "verità", parliamo proprio solo di gusti e di sintonia/ mancanza di sintonia tra noi e un artista, e di regola il limite è più nostro che dell'artista Smile

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 9:26 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 281
Residenza: Verona

Qua ho una valanga di cose da dire. Sono un Vesuvio in pressione pronto ad eruttare... grande Fra', ottimo argomento
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 10:06 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

Sgancio la prima bomba, che tengo nel borsone da una vita:

Neutral Milk Hotel

Saranno quindici anni che ci provo ma niente. Le varie graduatorie su RYM che li collocano ai vertici del lo-fi/ alt-rock o quello che volete mi lasciano perplesso perché evidenziano che molta gente, al contrario di me, ha saputo apprezzarli. A me non dispiacciono, ma mi sembrano davvero un po' inconsistenti, non ricordo molti brani memorabili e fatico terribilmente a "sentirli". Forse non è un caso se piacciono (generalizzando) più a chi non ama troppo certo underground Usa. La mia idiosincrasia in ogni caso non si è mai attenuata.

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 3:23 pm  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 281
Residenza: Verona

Ok, ci siamo. parlerò solo dei '50 e dei '60 (più o meno) poiché sono le uniche decadi di cui ho una conoscenza definibile come estesa in lungo e in largo. E, seguendo le orme del Maestro, cercherò di tacere di artisti che sostanzialmente sono vissuti prima dell'era degli album (ma qualcuno mi scapperà)...

PRIMA PUNTATA

Isaac Hayes: Hot Buttered Soul è un album appena mediocre e troppo prolisso, e viene salutato come un iper-capolavoro... no, non ci siamo. Per non parlare del seguito della sua carriera. Il più grande lascito artistico di Hayes sta nell'aver interpretato Chef in South Park.

Simon & Garfunkel: Paul Simon di talento ne aveva a pacchi, questo non lo discuto, e il duo qualche cosa incredibile ne ha fatta, come SoundVabèlasappiamotutti o I Am a Rock (capolavoro di una sensibilità inaudita e abbagliante pur nella sua semplicità comunicativa, I have my books and my poetry to protect me, cazzo ho i brividi), o The Boxer una delle canzoni meglio arrangiate della Storia... ma la dimensione dell'album S&G non l'hanno mai saputa affrontare adeguatamente. Mancanza di ispirazione? Obbligo di annegare le canzoni eccellenti in un mare di motivetti insulsi e radio friendly? Non lo so, ma non è bello. Bridge Over T.W. in particolare è uno degli album più overrated della storia.

Clifford Brown: Ok, è stato un grande trombettista. Ma con tutti i brillanti e ispirati compositori nel jazz che gli sono succeduti, che senso ha ancora porre la sua fama così in alto nell'Olimpo della musica? Seriamente, non ne ho idea.

Smokey Robinson e qualunque cosa abbia toccato nella sua carriera: NO, GRAZIE. NO. Spero che cada nel dimenticatoio il più presto possibile, se non ci è già. Il suo miele mi fa esplodere le vene dal diabete.

Ray Charles: Cantante dotato ed espressivo e musicista con le palle, non lo metto in dubbio, però a ben vedere poco e nulla di rilevante nella storia del rock gli deve davvero qualcosa, è un dato di fatto. Forse è definito frettolosamente "Genio" perché la sua musica è orecchiabile (e spesso banale e spesso poco coraggiosa), o perché era un negro ed era cieco.

Everly Brothers: Sono forse i massimi prototipi dei Beatles, quindi non li perdonerò mai per questo. E le loro canzoncine lasciano pochissima traccia, c'è poco da fare.

Dusty Springfield: Una che era brava a cantare PERDIO BASTA! E' ammirata da gli stessi che sbavano dietro a Mina quasi fosse la Madonna solo perché ha avuto la fortuna di interpretare un paio di buone canzoncine da classifica scritte rigorosamente da altri, ma per favore... ah, era anche lesbica: pseudofemministe dai gusti musicali "alternativi", accorrete, ecco un'eroina fatta apposta per voi.

Monkees: Ok, I Am a Believer (scritta da Diamond, sigh...) è molto carina. Ma il resto è da buttare in soffitta e da non recuperare mai più; l'album Headquarters in particolare gode ancora di una certa fama assai grottescamente alta presso qualche circolo di canticchiatori seriali nostalgici... brrr. Adesso li ripudiano più o meno tutti, ma discorsi come "Non sparare sulla Croce Rossa dai" non mi toccano: facevano schifo da tutti i punti di vista, e io ci tengo a dare pane al pane.

Horace Silver: Bravo musicista, niente da dire, ma coi "bravi musicisti" non si fa la storia. Tra l'altro, Song for My Father è un album di tutto rispetto, ci mancherebbe, ma... uno dei massimi dischi jazz di tutti i tempi?!? Ma manco per il tubo, lui stia pure a suonare la sua samba cuban brazilian jujitsu ma a mio avviso i vertici del jazz sono numerosi e ben altri.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 6:57 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

Condivido poco-nulla ma va benissimo così, il senso del thread non è condividere Smile

Tolti i Monkees e in parte gli Everly Brothers io apprezzo tutti gli i nomi citati, Clifford Brown era DIO.

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 9:36 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1636

d'accordissimo sui NHM, jeff magnum buono solo per mangiare gelati....il prototipo dell'indie-folker lagnoso, ha fatto piu' danni delle cavallette

---


su SImon & Garfunkel, mai stati la mia cup of tea...ma insomma, pezzi come America o the boxer sono grandiosi

poi sono un vecchio boomer nell'animo, ogni volta che passano in tv il laureato me lo riguardo con piacere Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Ott 17, 2020 10:13 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

Di Simon & Garfunkel io apprezzo non dico tutto ma quasi, gli manca a mio avviso il capolavoro da consegnare ai posteri, ma un best of sarebbe da stracciarsi gli occhi.
E Simon ha pubblicato meraviglie per anni anche da solista, ci sono almeno 4 album decisamente buoni.

I NMH invece proprio non sono mai riuscito a digerirli e ci ho provato a lungo, anche perché leggevo ovunque lodi sperticate e quindi mi dicevo 'stai sbagliando', il che forse è vero, però proprio tutta questa qualità straordinaria non riesco a trovarla.

Lo dico? Tutta la vita Bonnie Prince Billy (anzi, i Palace Brothers, come solista già più discutibile), Daniel Johnston, Elliott Smith e soprattutto l'immane Jandek, per restare in ambiti abbastanza simili.

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Dom Ott 18, 2020 8:51 am  Rispondi citando
Utente Master


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 281
Residenza: Verona

Pensavate fosse finita qui, magnanimi che non siete altro, eh? Smile Un piffero! Shocked

SECONDA PUNTATA

Stan Getz: Per quanto si potrebbe apprezzare un artista che coraggiosamente ha proposto sonorità inconsuete ed influenti... no no non ce la faccio, sassofonista da sagra della polenta, se ne stia zitto e muto all'ombra dei veri giganti del jazz e la faccenda finisca lì. Getz/Gilberto poi toglietelo dalla mia testa non ne voglio sentire parlare per il resto della mia stronza vita!

Bud Powell: "Ma non ti vergogni ad additare certi mostri sacri?" "No, affatto, tornatene al caldo tra lo stomaco e l'intestino tenue, coscienza mia. Sono del tutto sincero quando affermo ciò. Semplicemente, il suo modo nevrastenico e fisico di intendere il pianoforte mi fa l'effetto tra lo scomodo e l'aberrante di una siringa del prelievo del sangue che mi si infila nel braccio. Comunque sì, sono un donatore di sangue. Di che parlavo? Ah sì, Powell non mi piace."

James Brown: Non lo sopporto, la sua idea di musica è troppo scenica e machista e troppo poco sensibile per conciliarsi con la mia. Poi, sarà stato anche influente, magari su animali da palco fracassoni e poco sensibili come lui, immagino, perché non mi risulta che abbia influito tipo sui Van Der Graaf Generator.

Beatles: Ok, prendete un bel respiro, perché ho una notizia shock: i Beatles non mi piacciono e non mi sono mai piaciuti. Lo so, sembra incredibile, ma è così. I motivi sono molteplici: qualche canzone fuori dal mondo l'hanno tirata fuori (come In My Life, una delle canzoni più perfette della Storia) ma i loro album spessissimo annegano in un mare di banalità e scipitezza - e sono overrated un po' ovunque in una maniera a dir poco imbarazzante. Su tutta la loro musica aleggia tra l'altro una pochezza di contenuti che mi fa rabbrividire.

Art Blakey: Ecco una leggenda del jazz che a mio dire non ne ha imbroccata una manco per sbaglio: Orgy in Rhytm e Moanin' dopo un pochino sono noiosi e prevedibili come partite a dama, fatevene una ragione. 'Sto percussionista non avrà mai davvero il mio rispetto.

Beach Boys: Stesso discorso dei Beatles, ma qui è ancora più doloroso per me parlarne, perché ci sono abbastanza canzoni nel repertorio di Wilson e soci che mi fanno davvero girare la testa... ma il problema, al solito, è l'immensa e spesso immeritata fama di cui godono questi signori a farmi storcere il naso. Pet Sounds è brutto - sì, gli abbasserei il voto anche subito, ma mi trattengo perché il mio Guru gli lascia un 7. C'è dentro God Only Knows (ma quanto perfetta è?), ma il resto è spesso banalotto o inutilmente ambizioso. Secondo me il loro miglior album è Today: spensierato ma a suo modo profondo (Help me Rhonda, help, help me Rhonda... con la vita che ti passa davanti).

Drifters: E questi qui com'è che sono così famosi? Cos'è successo, un'anomalia del sistema, ci deve essere un errore dai, non è possibile.

Grant Green: LA CHITARRA JAZZ E' SPESSISSIMO UNA MERDA. Devo aggiungere altro?

Etta James: Kickass voice, ma anche basta su, tutto quello che ha fatto mai la renderà una leggenda della musica. Avesse almeno scritto qualcuna delle sue hit... Mah.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Dom Ott 18, 2020 9:07 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

Anche qui condivido poco ma rimane questione di gusti Smile

In generale, comunque, è inevitabile che le star siano un po' "sopravvalutate" dall'opinione pubblica e dal pubblico generalista. Per me i BB e i Beatles sono un pezzo di cuore e di storia, poi in vita mia ho conosciuto gente che associava a loro la nascita del rock, addirittura della musica popolare, e più o meno ogni idea brillante partorita da mente umana negli anni '60, ma qui si tratta semplicemente di ignoranza, che nulla può togliere alla loro immensità.

È un po' come dire che Spielberg o Scorsese sono sopravvalutati perché indicati da molti come i più grandi esponenti della New Hollywood e di certo cinema americano, spesso da chi non conosce nessun altro: a mio parere Arthur Penn, Jonas Mekas o John Cassavetes non valgono meno, ma questo non è un demerito di Spielberg e Scorsese in sé, è più una questione di notorietà e di valutazioni critiche generaliste Smile

In sintesi, BB e soprattutto Beatles restano dei giganti della loro epoca, come però molti altri meno noti e meno celebrati, tutto si riduce a questo secondo me, e il bello è esplorare questi altri, cosa che feci quando avevo la tua età e che prosegue tuttora.

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Dom Ott 18, 2020 8:56 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1636

i NMH si sono sciolti e presto e sono entrati nella mitologia indie per quello, come gli slint...solo che spiderland era ben altra roba. ovvio che magnum come songwriting a gente come elliott smith o will oldham gli poteva giusto portare la borsa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Ott 19, 2020 7:13 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

Parlando di Slint, durante la quarantena ho visto un documentario sulla scena di Louisville che fotografa bene l'humus culturale in cui sono cresciuti e al tempo stesso la loro unicità, la musica di Spilderland era veramente qualcosa di alieno e difficilmente classificabile e lo è ancora oggi, ho sempre diffidato dell'etichetta post-rock che peraltro Reynolds aveva coniato per descrivere una musica molto diversa.

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zagor
MessaggioInviato: Lun Ott 19, 2020 12:21 pm  Rispondi citando
Music Guru


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1636

sicuramente a Gennarino Spiderlan non dispiace, è uno dei pochi 9 di zio Piero se non ricordo male Laughing



non entro nella diatriba post rock etc, per me è un grandissimo disco rock che prende il post hardcore e lo mischia con cose anni 70 ( i king crimson di red, il neil young di zuma etc), non è invecchiato di una virgola e non impalla mica come i neutral Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Ott 19, 2020 3:16 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4627

La musica di Spiderland, come certo free jazz, riesce a essere al tempo stesso di grande impatto fisico e ai limiti dell'astrattismo. Ricorda ciò che citi ma è al tempo stesso un pezzo unico, tanto che appunto dovettero inventare etichette nuove per trovagli posto ghggh

_________________
Qui c' troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 1 di 1
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it