R Recensioni Progressive metal (pagina 1 di 1)

Six Degrees of Inner Turbulence6/10

Dream Theater
Six Degrees of Inner Turbulence (Elektra Records 2002)

Se il lavoro precedente, Scenes From A Memory, era un ritorno alle sonorità calde di Images & Words, questo Six Degrees of Inner Turbulence è da ricondursi...
Bartók in Rock 7/10

Dialeto
Bartók in Rock (Chromatic Music / Moon June Records 2017)

“Si fa un gran parlare, di questi tempi, principalmente per ragioni politiche, della purezza e impurità della razza umana, dando per scontato che la purezza...
Test Of Submission6,5/10

Dysrhythmia
Test Of Submission (Profound Lore 2012)

A ben pensarci, è come assistere ad un’eruzione. Un fenomeno terribile, in sé e di per sé pericoloso, ma estremamente affascinante, spettacolare, dal primo...
Crimson9/10

Edge of Sanity
Crimson (Black Mark 1996)

Ignari di quali sia il primo aspetto cui dedicare attenzione nell'analisi di un'opera così vasta ed unica, è sicuramente indice di senno ricordare il contesto...
The Seventh Degree Of Separation6/10

Arena
The Seventh Degree Of Separation (Verglas 2011)

Gli Arena sono una formazione inglese che a metà Anni ’90, forse fuori tempo massimo, ha cercato di riallacciare i rapporti con quello che all’inizio del...
The Collective6/10

Scale The Summit
The Collective (Prosthetic-Red 2011)

Nessuna sbavatura, nessun eccesso, nessuna nota fuori posto. “The Collective”, il terzo disco del quartetto progressive metal statunitense Scale The Summit, è...
Orchid8/10

Opeth
Orchid (Candlelight 1995)

Prendete l'albero con cui avete più ricordi d'infanzia, immaginatevi indifesi con lui al centro di un bosco di conifere a latitudini vichinghe, stringetelo...