R Recensioni brit pop (pagina 1 di 8)

K2.06/10

Kula Shaker
K2.0 (Strange Folk Records 2016)

Suona un po' di maniera il nuovo disco dei Kula Shaker, dal discutibile titolo “K2.0” (maddaaai). Un lavoro che, pur non apportando nessun fondamentale...
Night Thoughts7/10

Suede
Night Thoughts (Warner 2016)

“Dog Man Star took a suck on a pill…”, quanti di voi a 1.35 di When You Are Young avranno intonato i versi di apertura di Introducing the Band, il primo pezzo...
The Magic Whip7/10

Blur
The Magic Whip (Elektra 2015)

“Stop to the Coca-colonisation!” proclamava un giovane Damon Albarn all’alba degli anni novanta. Sappiamo com’è andata a finire, con l’alt rock americano che...
Happy People7,5/10

Peace
Happy People (Columbia 2015)

Lo dico subito, questo nuovo lavoro della band di Worcester, non piacerà a coloro che storcono il naso di fronte ai revivalismi, al manierismo ed alla nostalgia...
Inspiral Carpets5,5/10

Inspiral Carpets
Inspiral Carpets (Cherry Red 2014)

Un ritorno che è importante a prescindere dal risultato. Importante per almeno due motivi: il primo, che gli Inspiral Carpets sono stati una band ...
Hesitant Alien8/10

Gerard Way
Hesitant Alien ( Warner Bros. Records 2014)

“Il rock sta morendo, la musica per chitarre non tira più, lasciala perdere.” E’ stato grossomodo questo che si è sentito dire Gerard Way, eccentrico ex...
A Strange Encounter7/10

Thirteen Senses
A Strange Encounter ( 2014)

Quando ho preso in mano per la prima volta l’ultimo lavoro dei Thirteen senses ero abbastanza prevenuto sul fatto che avrei ascoltato il classico dischetto ...
Definitely Maybe6,5/10

Oasis
Definitely Maybe (Creation Records 1994)

La severità con cui si analizzano i dischi degli Oasis mette troppo spesso da parte l’humus culturale in cui i fratelli Gallagher piantarono le loro radici...
Modern Life Is Rubbish8,5/10

Blur
Modern Life Is Rubbish (Food Record, EMI 1993)

Il 1993 è anno di grandi cambiamenti per la musica inglese, che vedeva scemare il clamore della stagione di Madchester, destabilizzata dalla rabbia cieca, ma...
Rewind The Film6/10

Manic Street Preachers
Rewind The Film (Columbia 2013)

«How I hate middle age, in between acceptance and rage» “Da loro ci si può aspettare di tutto” è un’espressione che suonerebbe come un complimento per la...
Where You Stand7/10

Travis
Where You Stand (Kobalt/Red Telephone Box 2013)

La mossa vincente dei Travis è sempre stata quella di mettere da parte l’impatto e la grinta per concentrarsi sulle atmosfere e le melodie. Un marchio di...