R Recensioni Dream pop (pagina 2 di 20)

In the Meantime6,5/10

Vague
In the Meantime (Siluh Records 2016)

Primo: vague sta per “onda” in francese, non per “vago” in inglese. Secondo: i Vague arrivano dalla scena indie austriaca, realtà ignorata dai più ma, a...
Life of Pause7,5/10

Wild Nothing
Life of Pause (Captured Tracks 2016)

Troppo poco chiacchierato, Tatum. Lo notava, giustamente, Ben Homewood su NME, parlando di un artista stranamente anonimo, come schiacciato, in casa Captured...
Gumption6,5/10

Your Friend
Gumption (Domino 2016)

Pensare che, ascoltando “Heathering”, non sembrerebbe azzardato gridare al capolavoro. Taryn Miller, in arte Your Friend, prende il meglio dei Beach House e...
Suicide Songs7,5/10

Money
Suicide Songs (Bella Union 2016)

I Money come teatro drammatico personale, come un palco su cui sfoggiare velleità interpretative altisonanti, intrusive, anche ingombranti. Certo, la ...
Limits7,5/10

Mt. Si
Limits (Cascine 2016)

Come coi i neozelandesi Yumi Zouma, la Cascine punta ancora sul formato EP per sospingere la propria ascesa tra le etichette electro pop americane; e a questo...
Is the Is Are7/10

DIIV
Is the Is Are (Captured Tracks 2016)

“Oshin”, la dipendenza da eroina, l’arresto, la disintossicazione (?) e ora, di nuovo, i DIIV. Il doppio “Is the Is Are” è un punto d’arrivo importante per...
Syncope7,5/10

Port St. Willow
Syncope (flau 2016)

"Viaggiare è proprio utile, fa lavorare l'immaginazione. Tutto il resto è delusione e fatica. Il viaggio che ci è dato è interamente immaginario. Ecco la sua...
Thank Your Lucky Stars8/10

Beach House
Thank Your Lucky Stars (Bella Union 2015)

Heard it's your birthday Candles in a row Better blow them quick Before they're melting on the floor Ebbene, sono già tornati. Ci...
The Original Faces5,5/10

Helen
The Original Faces (Kranky 2015)

Prendiamolo come un divertissement, uno svago. Liz Harris, dopo un lavoro di grazia smisurata (“Ruins”, 2014) veste i panni di un noise pop sghembo e sfocato...
Depression Cherry7,5/10

Beach House
Depression Cherry (Sub Pop 2015)

Questa è stata la mia impressione: che per la prima volta, davvero, i Beach House abbiano fatto un disco privo di qualsiasi novità rispetto ai precedenti...
Jaakko Eino Kalevi6,5/10

Jaakko Eino Kalevi
Jaakko Eino Kalevi (Weird World 2015)

Persino dalla Finlandia, solitamente patria di ben più ruvide proposte musicali, arrivano specimena di quel pop rétro sfatto e lascivo nato, senza ironia, da...