V Video

R Recensione

6,5/10

Your Friend

Gumption

Pensare che, ascoltando “Heathering”, non sembrerebbe azzardato gridare al capolavoro. Taryn Miller, in arte Your Friend, prende il meglio dei Beach House e lo immerge in una soluzione iridescente e dreamy, con tutti quei rifrangersi delle chitarre sui loop fumosi in sottofondo, in una stordente mistura di neo-psichedelia, sperimentazione e grazia pop.

Ora, intendiamoci, non che “Gumption”, esordio della musicista statunitense, sia da buttar via. La sensazione, semmai, è quella di un continuo sperpero di potenziale, fin troppo annacquato nella (pur essenziale) scaletta. I patterns ipnotici di “Come Back from It”, appoggiati su trame oniriche composte da vaporosi fraseggi di chitarre e molteplici presenze sonore, rappresentano infatti l'inizio di un cedimento nell'alchimia appena creatasi (siamo solo al secondo brano) tra un'eterea scrittura dream pop e un senso astratto dell'arrangiamento. Pur senza calcare la mano, la Miller sembra sempre ad un passo dallo smarrirsi in un prosieguo di vaghi esperimenti di pop dilatato ed oscuro (“Desired Things”, “Nothing Moved”) i quali, anche se con discreto fascino, si portano appresso un costante senso di autoreferenzialità (presente ma flebile lo sviluppo melodico, ragionato ma fumoso -free?- lo strutturarsi armonico, quasi come se il “farlo strano” fosse il vero obbiettivo). Il progetto Your Friend riesce meglio quando recupera, certo liquefatta e vaporizzata, la forma canzone, come nel lieve dream folk di “Gumption”, piuttosto che quando si lancia nella sperimentazione (di nuovo: c'è del fascino nell'ambient elettronico e vagamente dub di “I Turned In”, ma manca quel briciolo di sostanza capace di fare la differenza).

Un album che si spegne lasciando incuriositi ma anche un po' annoiati (il codone di vibrazioni e fluttuazioni di “Who Will I Be in the Morning?”), ancora incapace di scegliere una direzione e seguirla fino in fondo, facendosi carico delle responsabilità. Un discorso acerbo, quindi, ma proprio per questo per nulla archiviato.

V Voti

Nessuno ha ancora votato questo disco. Fallo tu per primo!

C Commenti

Non c'è ancora nessun commento. Scrivi tu il primo!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.