V Video

R Recensione

5/10

Nite Jewel

One Second of Love

Lei, Ramona Gonzalez, lei che aveva anticipato tutti nel 2008 con un disco (“Good Evening”) che sapeva già di glo-fi per l’immaterialità della voce sopra basi di vecchi synth infiacchiti, lei, che ricordavamo «armata del suo glamour straccivendolo» (Losi dixit), lei, la ragazza lo-fi della porta accanto: è lei che ora gioca a fare la divetta per davvero, patinata e solo un po’ deperita (ma il deperito tira), è lei che ora suona in alta fedeltà, altissima, somma, con luccichii e luminescenze in serie? Santiddio, Nite Jewel: perché proprio tu?

One Second of Love”, sophomore targato Secretly Canadian (Ramona però è di L.A.), il perché di questa metamorfosi cool e di queste laccature fighette non lo chiarisce affatto. Qualcosa si intuisce, soprattutto nella prima parte del disco: la title-track pompa electro-pop in odore ’80 con la giusta dose di catchiness (Robyn?), “This Story” tiene un beat molto italo e ciccioso per farci sopra un melodrammatico pseudo-lentone, e la ballata “In the Dark” mescola abilmente le carte della parodia rétro stile Puro Instinct e del divismo mainstream autentico. Sono gli unici episodi, assieme all’hyperballad perduta “No I Don’t”, in cui la Gonzalez, baloccando con i suoni e con la propria immagine, riesce ad averla vinta.

Altrove, lo scacco. Il gioco è quello di fare la controparte femminile del Toro Y Moi di “Underneath the Pine”, soft-funk e sincopi r’n’b velate in una glassa vintage, ma mancano la ricchezza lussureggiante degli arrangiamenti di Chazzino e – in sostanza – il suo talento: sembra tutto agghindato per essere di classe, ma l’effetto è quello della patacca, e sgamabile peraltro subito. Se, poi, come in alcuni episodi del lato B, si provano virate art-pop ancor più sofisticate, si cade nella sòla vera e propria, vedi il mostro country-electro di “Memory Man” o il vuoto di “Unearthly Delights”.

Ecco, prendete la title-track e scappate. Un secondo d’amore, proprio.

V Voti

Nessuno ha ancora votato questo disco. Fallo tu per primo!

C Commenti

Non c'è ancora nessun commento. Scrivi tu il primo!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.