V Video

R Recensione

6/10

Colleen Green

I Want to Grow Up

Crescere per metà. La losangelina Colleen Green declina secondo i canoni del suo tempo il ruolo della pop singer per teenager (più o meno cresciuti), alternando melodiosità twee e chitarrismo graffiante e punky (tra i riferimenti i Descendents e i Ramones), andando ad inserirsi a fianco di nomi come Best Coast, La Sera e Vivian Girls.

Con “I Want to Grow Up”, terzo album dal titolo che è esplicita dichiarazione d'intenti, il suono di Colleen Green (da poco trentenne) si compatta e il songwriting si fa meno sghembo. La Green registra per la prima volta in uno studio professionale (lo Sputnik Sound di Nashville), e decide di farsi affiancare da Jake Orrall e Casey Weissbuch, abbandonando il suo tradizionale approccio DIY. Resta l'incontenibile afflato (power)pop di sempre, per dieci canzoni dalla presa sicura.

Il pezzo omonimo di apertura inaugura una maniera che caratterizzerà buona parte dell'album: un sound a metà tra la via brit di marca Elastica, il pop-rock dei Blur e le filastrocche sospese tra la spensieratezza e il ciondolare stonato di una Bethany Cosentino (di cui la Green sembra la versione nerd). Così brani come “Wild One”, “TV” e “Pay Attention” vedono una Colleen Green del tutto a suo agio nel dar vita ad adorabili bozzetti fuzzosi dove non ci si nega qualche slancio di puro pop-punk (“Grind My Teeth”) e tentativi di ispessimento sonico (come nel secondo episodio della bipartita “Thing That Are Bad for Me”, valida incursione in territori noise).

Meno convincente l'approdo all'elettronica (“Deeper Than Love”, “Whatever I Want”), limitata ad un modesto lavoro di drum programming e qualche inserto sintetico.

Un album, questo “I Want to Grow Up”, che consolida la proposta della Green senza per questo stravolgere il suo sound, sempre al servizio di brani leggeri, non particolarmente originali ma caratterizzati da un complessivo buon gusto. Non è poco oppure non è abbastanza? All'ascoltatore la sentenza. Per ora, come da incipit, si registra una maturazione solo parziale.

V Voti

Nessuno ha ancora votato questo disco. Fallo tu per primo!

C Commenti

Non c'è ancora nessun commento. Scrivi tu il primo!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.