V Video

R Recensione

6,5/10

Brasstronaut

Mean Sun

Giunti al secondo album, i canadesi Brasstronaut percorrono una strada piena di difficoltà: tentare di farci ascoltare ancora una formula che troppe volte ci è stata proposta nel passato recente.

"Mean Sun" si attesta infatti su quelle placide sonorità che fluttuano a metà tra i Radiohead meno "complessi" e i Sigur Ros meno evocativi. Ma non c'è solo il segno meno in queste dieci canzoni: l'iniziale "Bounce" gode di un bel ritmo tipico della nota scena indie canadese (fate voi i nomi), "Francisco" sfoggia gradevoli dinamiche smooth-jazz (così come "Revelstoke Dam"), "The Grove" piacerà ai nostalgici dei primi Coldplay.

E poi diciamolo, sono suoni che abbiamo sentito mille volte, ma quando sono eseguiti con la dovuta grazia (ed un certo gusto) si fanno apprezzare sempre con piacere, dandoci la possibilità di ricercarne i dettagli: l'indolenza della tromba, la dilatazione dei tempi (una specie di versione art-pop dei Sigur Ros), qualche reminiscenza del periodo d'oro del "post-rock", dagli Aerogramme ai Sea & Cake (nelle pretese jazz), fino gli inarrivabili Art Of Fighting. Un ascolto prevedibile ma piacevole. Certo, se avete ancora dei capelli in testa, non è il caso di strapparseli.

V Voti

Voto degli utenti: 6,5/10 in media su 1 voto.
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
0,5

C Commenti

C'è un commento. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

bill_carson (ha votato 6,5 questo disco) alle 18:33 del 4 gennaio 2013 ha scritto:

condivido. speravo meglio dopo averne sentito parlare entusiasticamente su Radio 2. discreto.