R Recensione

6/10

The Kooks

Konk

Nel mare di band di provenienza inglese post brit di un paio d’anni fa erano sbucati i Kooks, con un gran debutto quale “Inside In-Inside Out" , meritandosi il consenso di molti grazie anche al forte impatto di singoli quali “Native “ e "She Moves In Her Own Ways" entrambi ripieni di un suono indie/pop fresco e senza fronzoli.

Il nuovo lavoro si chiama semplicemente “Konk” , e sin da “See the sun” ritorna sulle melodie frizzanti e pop del primo disco reggendosi sempre sui ritmi vivaci e conservando la sua vena brit (anche in senso vocale), trascinata dalle solari chitarre punzecchianti e dalle solite melodie di facile presa.

La band di Brighton alza il tiro con “ Do You Wanna” affondando piu’ sul rock e concedendosi anche un testo sensuale ma banale “..do you wanna make love to me, I know you wanna...”: il risultato e’ comunque discreto, e non si fa disprezzare nemmeno la spensierata ballad “ Love it all. “ . E ovviamente, avendo a che fare con una band inglese, di questi tempi è impossibile non incappare nei soliti combo indie da copia/incolla come “Stromy Wheather” (di cui si fanno apprezzare peraltro qua e là le corroboranti distorsioni). 

Fra le migliori da segnalare “ Sway”, canzone dalle poche battute ma dalla notevole forza vocale e corale, per un abum che si chiude con la una classica bonus track da chitarra ,voce e tamburello: tre elementi che descrivono bene la semplicità del suono dei The Kooks, discreti anche nel secondo lavoro senza però troppo strafare: un disco discreto e vivace baciato da qualche singolo azzeccato.

V Voti

Voto degli utenti: 4,4/10 in media su 5 voti.
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
0,5
marcot 6/10

C Commenti

Ci sono 2 commenti. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

Marco_Biasio (ha votato 4 questo disco) alle 13:59 del 23 aprile 2008 ha scritto:

Tu sei un po' telegrafico, ma sempre bravo ed efficace. Loro sono telegrafici, di certo non bravi ed efficaci, e talmente poco personali da far sbadigliare a più riprese.

marcot (ha votato 6 questo disco) alle 13:26 del 22 dicembre 2008 ha scritto:

suono leggero e piacevole. molto pop