R Recensione

7/10

Queen

Innuendo

Innuendo” fu l’ultimo vero album dei Queen, una sorta di “testamento” ideale del gruppo. Il quartetto inglese si era già ritirato dalle scene, evitando i soliti, sfarzosi tour all’epoca di “The Miracle”, e il crepuscolo terreno di Freddie Mercury si avvicinava inesorabilmente. In un’atmosfera certamente difficile, acuita dai contrasti tra Roger Taylor e Brian May, i quattro trovarono tuttavia l’ispirazione per generare un album di vaglia, probabilmente il loro migliore dagli anni ‘70 a quel momento. Poche furono anzitutto le concessioni all’infiochettamento e a un suono radiofonico: giusto i blandi divertissement pop rock di “Delilah” e “I Can’t Live With You”.

L’album inizia non a caso con un pezzo dal sapore epico, che si propone come l’ ideale successore di “Bohemian Rhapsody”. In sei abbondanti minuti, “Innuendo” rispolvera le potenzialità della band, in bilico tra impeti zeppeliniani ed estatica visionarietà, con il celebre break spagnoleggiante in mezzo, e un testo ermetico ed enfatico al punto giusto. Meno memorabili, ma ruspanti e godibili, sono invece i più prevedibili anthems “Headlong” e “Hitman”.

Tuttavia, il cuore dell’album risiede probabilmente in quegli episodi in cui è conferito un sapore obliquo al consueto canovaccio pop del gruppo: “I’m Going Slightly Mad” ad esempio, sinistra e volutamente grottesca confessione di Mercury, “Ride The Wild Wind”, spiritata corsa nell’ultimo treno della notte, ancorata al sempre efficace drumming di Taylor, “All God’s People”, ubriaco e istrionico gospel a tinte forti.

L’aspetto più elegiaco ed evocativo dell’album emerge invece nei momenti in cui lo spettro della malattia di Mercury stende la propria ombra. “These Are The Days Of Our Lives”, morbida e circolare, ripropone la felice alchimia che ha fatto la fortuna dei Queen in venti anni di carriera. “Bijou” è l’omaggio di May all’amico Freddie, ed è una summa del suo stile chitarristico tagliente e melodico, da molti criticato ma indiscutibilmente peculiarissimo. E, infine, “The Show Must Go On”, forse il brano quintessenziale del gruppo inglese: retorico e kitsch come da copione, con l’impianto glam che si evolve in parti strumentali e vocali complesse.

In definitiva, un album più che buono, degno canto del cigno di una band che, aldilà dei gusti e delle opinioni sui singoli risultati ottenuti in carriera, rimane un punto fermo della cultura pop moderna.

V Voti

Voto degli utenti: 6,4/10 in media su 47 voti.
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
0,5
george 6/10
rael 2/10
lev 8/10
Frenk 10/10
IT 10/10
Vikk 5/10
enri 8/10
bart 7/10
David 8/10
alekk 7/10
infected 10/10
danter 7,5/10
fuegosm 10/10
Steven 7/10
Robio 5/10
ThirdEye 2,5/10
max997 6,5/10
FCA1739 7,5/10
Alcini 7,5/10
luca.r 5,5/10

C Commenti

Ci sono 271 commenti. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

PierPaolo (ha votato 8 questo disco) alle 18:32 del 14 marzo 2007 ha scritto:

Condivido

Molto giusto ed equilibrato il tuo pensiero. Molte cose inutili nel loro repertorio, diverse botte di genialità. Freddie mi manca.

greg ranieri alle 15:05 del 27 aprile 2007 ha scritto:

peccato, davvero peccato per dei riempitivi che hanno sempre contraddistinto gli album dei queen. Poteva avere sorte migliore, le idee ci sono.

Asidrec (ha votato 2 questo disco) alle 17:18 del 25 maggio 2007 ha scritto:

Se penso a quanto hanno venduto, con la loro musica da centro commerciale, mi incazzo non poco.

Patetici, per primo Mercury, simbolo di un talento sprecato con un gruppo inutile.

G00dkat (ha votato 4 questo disco) alle 22:26 del 21 dicembre 2010 ha scritto:

RE:

ahahah

classicsor (ha votato 9,5 questo disco) alle 11:37 del 24 agosto 2013 ha scritto:

ma che cazz... ??? dimmi cosa hai sentito dei queen

Vikk (ha votato 5 questo disco) alle 17:51 del 28 maggio 2007 ha scritto:

Epitaffio superfluo per un gruppo superfluo

a me i Queen non piacciono se non le primissime cose degli anni 70; non mi piace la voce di Freddie Mercury e la loro inutile pomposita'. L'album e' sicuramente "emo" viste le condizioni in cui e' stato registrato, ma a parte la magnifica "innuendo" l'album non lascia traccia.

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 19:01 del 17 dicembre 2007 ha scritto:

una ciofeca

Frenk (ha votato 10 questo disco) alle 1:58 del 23 giugno 2008 ha scritto:

La leggenda

Cosè che mi tocca sentire... Offese alla rock band migliore di tutti i tempi, ad un personaggio che è leggenda non solo di musica, mi di storia moderna. E ad un album incredibile.

La musica da centro commerciale... Mi vergogno per chi l'ha scritto.

Passiamo al commento: album capolavoro, paragonabile a cose del calibro di Dark Side Of The Moon o Led Zeppelin IV. Questo però ha una profondità che a tutti gli altri manca.

Innuendo è la canzone più bella mai scritta, perfetta in ogni minimo particolare. Faccio fatica a pensare che Freddie sia umano, che quella voce sia sua. Vivrà per sempre.

"Un album più che buono" è una bestemmia alla musica.

classicsor (ha votato 9,5 questo disco) alle 11:39 del 24 agosto 2013 ha scritto:

condivido...bah

IgnazP alle 22:34 del 8 dicembre 2017 ha scritto:

Ti prego, non paragonare pietre miliari e capolavori assoluti come the dark side of the moon è led zeppelin Iv a questa robaccia....

IgnazP alle 22:35 del 8 dicembre 2017 ha scritto:

E congiunzione e non verbo, ovviamente!

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 14:46 del 30 giugno 2008 ha scritto:

puzza di plastica

Paranoidguitar (ha votato 8 questo disco) alle 16:42 del 24 novembre 2008 ha scritto:

bel disco...rispetto alle ciofeche degli anni '80 in stile hot space siamo su livelli molto più alti. Innuendo è strepitosa, mi piacciono con moderazione quasi tutti i pezzi, a parte Delilah e all god's people. Tipico dei queen piazzare dei riempitivi.

bargeld (ha votato 1 questo disco) alle 20:22 del 29 gennaio 2009 ha scritto:

no grazie.

lev (ha votato 8 questo disco) alle 20:42 del 29 gennaio 2009 ha scritto:

adesso, capisco non possa piacere, ma "atroce" mi sembra esagerato. a volte basterebbe mettere "brutto". comunque a mio modesto giudizio lo trovo un bel disco, forse l'unico ad avermi appasionato x intero dei queen. gruppo che ho molto amato da adoescente, ma che poi ho un pò rivalutato. resta comunque il fatto che hanno scritto delle canzoni stupende, peccato che troppo spesso abbiano riempito i loro dischi di inutili riempitivi. comunque anche "a kind of magic" e "the works" non sono malaccio. di sicuro x me un primato i queen lo detengono, quello di aver avuto il più grande frontman della storia.

Paranoidguitar (ha votato 8 questo disco) alle 9:38 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

RE:

che sia il più grande frontman non lo so sinceramente, non mi sbilancerei così tanto...era un grandissimo frontman. Quanto ai queen se ne parla tanto ,pure troppo, e si va verso posizioni estreme dall'una e dell'altra parte. E' stato un gruppo che ha saputo alternare pezzi stupendi a ciofeche assurde...nei dischi poche volte c'è stata una omogeneità di qualità: penso a queenII sheer heart attack e a night and the opera. I queen del 74-75 erano un grandissimo gruppo. Poi un po' tanto deriva, ma ogni singolo che hanno fatto era veramente killer in tutti i sensi...

IT (ha votato 10 questo disco) alle 9:47 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

ma potrei sapere delle cosiddette 'ciofeche' dei queen ? (a parte il disco hot space, ovviamente)...

non sono il mio gruppo preferito, non lo sono mai stati, ma non comprendo chi li attacca... i Queen non hanno mai fatto DUE pezzi vagamente simili... e fare musica è forse solo questo... al contrario della stragrande maggioranza di pseudo-capolavori tutti identici dalla prima all'ultima nota.

sono curioso di sapere, chi critica i Queen, quali 'geni' ascolta... ma un'idea ce l'ho e mi viene da sorridere...

Paranoidguitar (ha votato 8 questo disco) alle 10:09 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

RE:

ce ne sono parecchie. Riempitivi a firma roger taylor, Flash Gordon, Hot Space, alcune cose un po' discutibili per gusto (Mustapha). Molto spesso gli arrangiamenti sono grossolanamente epici e il rischio di essere un po' pacchiani in tal senso c'è sempre. Non ho mai visto in loro una voglia eccessiva di sperimentare, un lanciarsi oltre i confini di quello che è la bella canzone orecchiabile. Comunque a me i queen piacciono , ma di gruppi e di artisti migliori ce ne sono...

rael (ha votato 2 questo disco) alle 11:18 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

innuendo sembra una riscrittura di kashmir degli zeppelin, i queen un gruppo atroce, mercury bravo in studio, dal vivo era uno dei tanti basta ascoltare lo svociato live in wembley (tonalità abbassate di vari toni), brian may assolutamente mediocre, un gruppo spregevole non tanto per i dischi (giustamente a sedici anni puoi anche ascoltarli) quanto nelle intenzioni!

PierPaolo (ha votato 8 questo disco) alle 11:25 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

La Regina

Gruppo molto difficile da inquadrare: Pacchianeria ed originalità a passeggio insieme, costantemente. Freddie è stato un compositore con le contropalle ma anche una checca insopportabile ed autoindulgente. La sua pasta di voce era magnifica, l'enfasi con la quale la usava molto spesso stucchevole. La peculiarità dei Queen, nel bene e nel male, era tutta in lui. Gli altri contavano il giusto (ottimi musicisti, May gran bel chitarrista, ma in sostanza dei rocchettari che dipendevano in toto da lui per distinguersi veramente dal gruppo). Successo esagerato, immeritato.

lev (ha votato 8 questo disco) alle 12:50 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

RE: La Regina

diciamo che sono abbastanza daccordo con questo commento di pierpaolo. oppure come ha detto (mi sembra) schillaci: "sono completamente daccordo a metà".

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 12:57 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

RE: RE: La Regina

Quella frase era di Luigi Garzja, difensore del Lecce e poi della Roma, per la verità. Schillaci, dal canto suo, consegnò agli annali una perla come: "Non ho certo un fisico da bronzo di Rialto".

lev (ha votato 8 questo disco) alle 13:06 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

RE: RE: RE: La Regina

mi sembrava fosse sua visto le enormi cazzate che sparava. come la storica frase: "sono contento di avere un carattere molto eccezionale".

IgnazP alle 22:40 del 8 dicembre 2017 ha scritto:

Non la ricordavo, fantastica!!!

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 11:51 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

Dopo "A Day At The Races" - fin quando cioè suonavano un pomp-glam verticistico e manierato con orge di sovraincisioni e numeri da musical alla Llloyd Weeber - è oggettivamente molto, molto dura tenere il passo con le loro prodezze se non hai meno di 16 anni. O la sindrome di Peter Pan.

I dischi buoni li hanno fatti con Roy Thomas Baker, già produttore di Zappa, che sapeva tenerli in bilico sul confine dell'autoparodia, magari involontaria. Prenderli sul serio è esclusco. E "Innuendo" anche per cause indipendenti dalla loro volontà è un disco terribilmente grottesco e serioso, oltre che pieno di scarti e riempitivi. Vero, comunque, che per tutti gli anni ottanta e parte dei settanta riuscirono persino a combinare di peggio.

Mr. Wave alle 13:08 del 30 gennaio 2009 ha scritto:

"Non ho certo un fisico da bronzo di Rialto", citazione dotta e ''ferrata'' (per l'appunto!) ahahah

astuta alle 17:13 del 7 maggio 2009 ha scritto:

SEMPRE LA STESSE BANALITA'....

Ogni tanto mi diletto nel leggere qualche recensione sui Queen... Uno tra i miei gruppi preferiti. Insieme a molti altri...

I professoroni della musica che sparano le loro invettive dicono sempre le stesse cose. Pensate di essere fuori dagli schemi?? Di essere alternativi... che bello essere alternativi... Ma ci vuole tanto a dire i Queen probabilmente non hanno inventato niente ma quello che hanno fatto lo hanno fatto meglio del 99% di tutti gli altri. Nessuno ha spaziato come loro... Tranne forse i Beatles. Nessuno ha mai avuto un interpete come Freddie Mercury. Aggiungerei che nessuno è mai riuscito a racchiudere diversità, bellezza e perfezione nei 6 minuti di Bohemian Rapshody e Innuendo. Che sarebbero la copia di cosa??? di kashmir... dei led zeppelin.. ma qui si fumano tutti le canne e fanno bene.. però dai... siete solo dei ridicoli professorini, probabilmente sfigati e senza amici, che probabilmente tentano invano di suonare uno strumento musicale e non riuscendoci recensiscono... e pensano che ascoltare un gruppo che nessuno conosce gli elevi a rango superiore.

swansong alle 17:36 del 7 maggio 2009 ha scritto:

RE: SEMPRE LA STESSE BANALITA'....

Ragionamento astuto direi...

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 17:40 del 7 maggio 2009 ha scritto:

RE: SEMPRE LA STESSE BANALITA'....

In quanto a banalità ti spetta la medaglia d'oro, e sull'utilità di difendere i propri beniamini sempre e comunque non ho voglia di perdere tempo. Ammetto però che nell'ultima frase del tuo intervento vedo un fondo di amara verità. E lo vedo perchè sono dotato di un pregio che si chiama umiltà, che a te ed ai tuoi amati Queen manca totalmente.

Lezabeth Scott alle 17:43 del 7 maggio 2009 ha scritto:

RE: SEMPRE LA STESSE BANALITA'....

Oh che originalità, la tua! Chi si rapporta alla musica con un minimo di scrupolo e di serietà (non ascoltando cioè i soli due gruppi che piacciono a te) è uno sfigato e non ha amici (mi figuro già te e la tua compagnia, invece...brrr...), Freddie Mercury è il più grande cantante di tutti i tempi perchè mi rifiuto di prendere in considerazione qualsiasi alternativa e i Queen sono il gruppo più valoroso della terra, ma senza uno straccio di giustificazione, nemmeno un tentativo di analisi tecnica e stilistica, così solo perchè l'ho deciso io. Dunque, sei la 123456ma persona che tenta di farsi notare con questo tipo di approccio distruttivo. Se hai meno di 13 anni posso capire. Altrimenti: per favore, cresci.

Mr. Wave alle 17:44 del 7 maggio 2009 ha scritto:

RE: SEMPRE LA STESSE BANALITA'....

Straquoto alla lettera il commento di Lezabeth Scott.

IgnazP alle 22:44 del 8 dicembre 2017 ha scritto:

Mettere nella stessa frase Led Zeppelin e Queen, risulta essere impresa assai ardua, ma ti devo dare atto di aver mostrato coraggio!

lev (ha votato 8 questo disco) alle 18:26 del 7 maggio 2009 ha scritto:

ma no dai fabio, davvero i queen mancavano totalmente d'umiltà?! boh, forse non ricordo bene. riguardo al commento di astuta devo dire che anch'io lo trovo esagerato. le idee altrui vanno rispettate. pure a me da fastidio un certo accanimento nei confronti di alcuni gruppi e mi vien da pensare che lo si faccia solo x fare i diversi, i fighi. però poi penso che è solamente un mio pensiero, magari una mia paranoia, e lascio perdere, non mi metto a fare polemiche. magari si, ne discuto, ma non mi metto ad insultare chi la pensa diversamente anche se penso sia uno snob. ti dò un consiglio, ti piacciono i queen? bene ascoltateli e sbattitene di chi li critica. se avessi dato retta a certe critiche mi sarei perso tanta di quella bella musica nella mia vita. bene, dopo questa ennesima prova di scrittura, si può perchè non scriverò mai una recensione

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 10:05 del 8 maggio 2009 ha scritto:

RE: s.m.a.c. - davvero i queen mancavano totalmente d'umiltà?!

Beh, non era proprio persone amanti del basso profilo, ecco....

lev (ha votato 8 questo disco) alle 13:04 del 8 maggio 2009 ha scritto:

RE: RE: s.m.a.c. - davvero i queen mancavano totalmente d'umiltà?!

si certo, ma nella media più o meno di tante altre rock star.

lev (ha votato 8 questo disco) alle 20:01 del 7 maggio 2009 ha scritto:

"si può capire perchè"

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 20:10 del 7 maggio 2009 ha scritto:

astuta, che "nessuno ha spaziato come loro" è la cosa piu falsa che ho letto nella tua tentennante arringa difensiva....questo significa che mancano i metri di paragone, si potrebbe fare una lista talmente lunga che non saprei da dove cominciare, questo disco è bruttino veramente, innuendo non si sopporta, ma poi la cosa che mi ha sempre sconvolto, che i queen non sono mai stati rivalutati...neanche dopo la morte di freddie, questo è significativo. quante generazioni di "professoroni" si sono succedute negli anni, una miriade (contiamo da quelli nati nel 45 e quindi della loro stessa generazione a quelli nati nel '80), nessuno li ha mai amati, deve esserci un motivo, come non interrogarsi a riguardo? sono stati rivalutati tutti persino i duran duran, i queen no!

lev (ha votato 8 questo disco) alle 23:52 del 7 maggio 2009 ha scritto:

RE:

mi spiace paul, ma con il tuo intervento si passa da un estremo all'altro, e ti metti sullo stesso piano del commento di astuta. lei da x verità che i queen siano i migliori di tutti o quasi, tu invece che sono una schifezza e che non piacciono a nessuno. chissà magari hai ragione tu, ma sono questo genere di affermazioni che irritano molte persone. astuta, ti consiglio di restare su sdm. c'è un sacco di bella musica da scoprire e un sacco di ottime recensioni da leggere, a cominciare proprio da quelle del dr. paul. non ti infervorare perchè qualcuno parla mare dei tuoi beniamini. cosa dovrei dire io dei miei amati "depesc mort"??!!

lev (ha votato 8 questo disco) alle 23:59 del 7 maggio 2009 ha scritto:

per precisazione vorrei dire che x verità assoluta nel commento di astuta volevo dire non tanto che lei pensa che i queen siano i migliori di tutti, ma che chi pensa il contrario e si permetta di criticarli sia uno sfigato ecc. va bè, ho fatto un pò di casino, spero abbiate capito.

lev (ha votato 8 questo disco) alle 0:01 del 8 maggio 2009 ha scritto:

parla mare??!! è tardi meglio che vado a dormire.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 0:03 del 8 maggio 2009 ha scritto:

ma si smac xche irritarsi, la mia riflessione extra si basa su quello che leggo, libri, riviste di critica ecc... in tutti questi decenni il pensiero di questi "professoroni" è rimasto pressoche immutato, non c'entro nulla io, mi sono guardato intorno e basta eheheh

lev (ha votato 8 questo disco) alle 0:16 del 8 maggio 2009 ha scritto:

RE:

si ho capito cosa intendevi, la critica "esperta" in genere gli ha sempre massacrati. ma per fortuna a volte la storia della musica la fanno anche quelle centinaia di migliaia di persone che comprano i dischi e corrono ai concerti. certo tu dirai che lo fanno anche con vasco rossi o ligabue, e però chissà, magari hanno ragione loro. la musica è un'arte, e come tale secondo me è completamente opinabile. beh, su questo adesso si potrebbe fare una discussione infinita, comunque spero che ci siamo capiti, già una volta se non sbaglio abbiamo discusso su questo argomento. adesso meglio che vado a dormire veramente che domani mi devo alzare presto. buonanotte.

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 10:06 del 8 maggio 2009 ha scritto:

* non erano *

astuta alle 12:33 del 9 maggio 2009 ha scritto:

I queen sono il miglior gruppo sulla faccia della Terra. Mai detto. Non mi piacciono le classifiche come non mi piacciono le recensioni dei professorini... Preferisco le recensioni del pubblico, di chi ascolta musica... dellea gente comune anche. E voi mi venite a dire che i Queen non sono mai stati rivalutati? Ah si? e da chi? da chi pensa di aver capito tutto e non ha capito niente.non ho bisogno di difendere i queen... si difendono da soli. Parla la storia per loro.Non l'analisi tecnica metologica scientifica... ) in realtà non sopporto certe recensioni di chi pensando di aver capito tutto spra asentenze e giudizi. sta storia dell'umiltà mi fa ridere... guardate che per far musica non bisogna per forza scrivere le frasi per la smemoranda.... mettersi nudi a letto con una giapponese... fare viaggi spaziali... ad ognuno il suo.

rael (ha votato 2 questo disco) alle 19:15 del 9 maggio 2009 ha scritto:

i queen non hanno lasciato traccia non serve girarci intorno, hanno lasciato un mare di fan scalpitanti, ma quelli li hanno anche i take that e le spice girls_' si vero, ad ognuno il suo_'

lev (ha votato 8 questo disco) alle 20:32 del 9 maggio 2009 ha scritto:

i queen faranno anche cagare, ma va su wikipedia a leggerti i loro numeri, e poi dimmi se non hanno lasciato traccia. non comprendo proprio queste esagerazioni.

REBBY alle 21:36 del 9 maggio 2009 ha scritto:

Più gli album son brutti (non me ne voglia astuta,

ma per me è così) più ne parliamo. Siamo davvero

incredibili eheh

astuta alle 19:40 del 10 maggio 2009 ha scritto:

ma si cosa vuoi parlare con questa gente che ha dei problemi evidenti.. Si può dire tutto, su qualsiasi gruppo, ma cè modo e modo... Non si può dire di un gruppo come i Queen che sono stati inutili. Qui non è questione di soggettività.. qui si è nell'oggettivo. Non vendi 500 milioni di copie se sei inutile, non scrivi una delle canzoni più belle della storia se sei inutile, non fai 20 anni di carriera se sei inutile... ma a loro piace pensarla così. E vivono nel loro mondo di piccoli recensori... fanno gli sgarbi... Loro potrebbero andar avanti all'infinito. A me hanno già stancato... (e loro scriveranno: oh era ora... ciao... sentiremo la tua mancanza.) O una cosa simile... Perchè sono prevdibili e noiosi.

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 20:59 del 10 maggio 2009 ha scritto:

RE:

Personalmente sarei felice se tu volessi rimanere tra noi. Ma se questo prevede che debba obbligatoriamente darti ragione il rapporto è un tantino fuori equilibrio. Il fatto che un qualsiasi artista abbia venduto 500 milioni di copie non vuol dire granchè: Britney Spears e Giusy Ferreri possono spiegartelo. Stesso dicasi per i 20 anni di carriera, solo che qui devi telefonare ai Pooh. Non che voglia fare paragoni tra Britney Spears e i Queen, e ci mancherebbe altro. Solo confutare certe tue espressioni "assolutistiche". Diverso è quando affermi "non scrivi una delle canzoni più belle della storia se sei inutile": espressione questa condivisibile e non-confutabile in maniera definitiva. Solo che qui rientriamo nel novero delle idee dettate dalla soggettività. E su Storiadellamusica apprezziamo qualunque soggettività.

Lux alle 21:58 del 10 maggio 2009 ha scritto:

Credevo fosse chiaro che dagli utenti di StoriadellaMusica ci si dovesse attendere una certa cultura, una cultura un attimino più specializzata e meno, ehm, generalista. Detto questo, cara Astuta hai semplicemente (ed obiettivamente) sbagliato sito. Se ti fai in giro sulla home, capirai il perchè. E' stato solo un qui pro quo.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 22:02 del 10 maggio 2009 ha scritto:

astuta è vero che c'è modo e modo ecc..qualche volta si esagera, è vero. ma alla fine devi anche riconoscere che questa specie di astio fra pro e anti queen è anche colpa delle argomentazioni assurde di alcuni fan (io direi il 95%), ti dico in tutta sincerità che spesso fanno venire gli occhi venati di rosso dalla rabbia, tu potrai dire il contrario sui detrattori, ma insomma tant'è!!

per me loro hanno sempre rappresentato un esempio negativo x chi sceglie la carriera di musicista/artista, è uan mia idea, se prendiamo una cinquantina di grossi nomi degli anni 60 e 70 (ma anche solo dei 70) i queen occuperebbero sicuramente l'ultima o la penultima posizione (ovviamente un fan dei queen n sarà daccordo!), poi che abbiano vinto il sondaggio sulla bbc o che siano entrati nella hall of fame non è importante, ci sono praticamente tutti nella hall of fame, dischi venduti....chesso prendi micheal jackson e prince che mi dici? 20 anni di carriera...si ok li hanno anche gli 883, capisci cosa intendo..magari qualcuno spazientito puo risponderti piccato, ma insomam stiamo solo parlando di musica....nn è il caso di prendersela!

lev (ha votato 8 questo disco) alle 22:39 del 10 maggio 2009 ha scritto:

ehi fabio, scusa se ti rompo sempre, ma davvero giusy ferreri ha venduto 500 milioni di dischi???!!!

comunque astuta, non ascoltare chi dice che hai sbagliato sito, anzi sdm è quello giusto x te. potrai così ampliare enormemente la tua cultura musicale.

lev (ha votato 8 questo disco) alle 22:47 del 10 maggio 2009 ha scritto:

beh si fabio, forse ho capito cosa intendevi. giornata intensa, sono un pò cotto (tanto x cambiare).

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 23:57 del 10 maggio 2009 ha scritto:

RE:

Dio mio s.m.a.c. , il giorno in cui Giusy Ferreri venderà 500.000 copie mi infilzo con una sciabola sull' altare della patria.

Lux alle 23:23 del 10 maggio 2009 ha scritto:

Non so se Astuta amplierà le sue conoscenze qui sopra (dovrebbe abbattere troppi schemi mentali preconfezionati), certo è che se noi siamo "ridicoli professorini, probabilmente sfigati e senza amici" lei è ridicola ignorante, probabilmente sfigata con 10 dischi ascoltati in vita sua. E' per quello che ha sbagliato sito, questo non è un forum per fans dei Queen che se la cantano e se la suonano, che contano il numero delle copie vendute della propria band del cuore e lanciano insulti a chi tenta di muovere critiche ad un gruppo. Questo è semplicemente un sito di musica.

REBBY alle 10:43 del 11 maggio 2009 ha scritto:

Non sapevo chi fosse sta Giusy Ferreri (sono proprio ignorante eh) e sono andato a vedere chi fosse su wikipedia. Preparati Fabio. Leggo a

proposito dell'album di debutto dell'anno scorso:

"vendite mondiali: 470.000". Mi sa che col prossimo album diverrai samurai (eheh).

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 11:05 del 11 maggio 2009 ha scritto:

RE:

Volevo scrivere 500 milioni! Mi sa che le 500.000 le ha già raggiunte!

ozzy(d) alle 14:41 del 11 maggio 2009 ha scritto:

cmq i queen hanno avuto grandi meriti, tipo c'è un disegno di freddie tatuato sul braccio di cesare cremoninini ghghghghgh

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 16:30 del 11 maggio 2009 ha scritto:

eheheheh Ma poi, ca...volo di buddha, il voto ufficiale del recensore, buonanima, è 7. Sette, eh, non tre. A "A Night Of The Opera" abbiamo dato 8, e ci sta tutto. I numeri parlano da soli. Quindi perchè tirare in ballo una presunta chiusura mentale di SdM quando il riflettersi dei pareri contrastanti rientra nel libero e legittimo esercizio del gusto e della critica? Dio buono, "fun" sfegatati, che volete da noi? Il sangue?

Belzebù (ha votato 7 questo disco) alle 18:42 del 11 maggio 2009 ha scritto:

Hahahahahahahahaha!!! Sono andato a colpo sicuro....

Per fare 2 risate! C'era da aspettarselo, una recensione sui Queen, gruppo impossibile da recensire in pace. Chi lo odia e li disprezza oltremodo;chi li ama ed ha gli "orecchi"foderati di prosciutto."Astuta" tu sei più che reale, sei l'archetipo perfetto del fan che non accetta critiche e considera le offese personali la miglior difesa dei propri beniamini. Ti adoro! Sei rappresentativa. E pericolosa. Come andare da una fan del Ligabove e dirgli "Io il Liga ce lo vedrei meglio a guidare un trattore cingolato Explorer II color rosso corallo interni in finta pelle piuttosto che su un palco a maltrattare una chitarra!".Non riuscirei nemmeno a terminare la frase...Arrivato probabilmente a "cingolato" caccerei un urlo d'agonia per l'espianto improvviso del rene sinistro da parte della piccina...Ma anche no! Mica posso rischiare gli organi così impunemente, eh! Pertanto l'album te lo voto e ti dico pure che è il migliore dopo "A Night Of The Opera". Sufficienza abbondante!

E il rene è salvo...

bargeld (ha votato 1 questo disco) alle 14:51 del 12 maggio 2009 ha scritto:

vi prego smettiamo, non facciamo che questo disco diventi il più commentato e controverso di SdM!

Mr. Wave alle 15:08 del 12 maggio 2009 ha scritto:

naaa, credo sia dura battere il primato detenuto da ''Chinese Democracy'' in quanto a numero di commenti.

otherdaysothereyes alle 16:27 del 12 maggio 2009 ha scritto:

RE:

Già, peraltro memorabile quella discussione,veramente spassosa

george (ha votato 6 questo disco) alle 21:51 del 13 maggio 2009 ha scritto:

Non riesco a essere cattivo

Non se lo meritano...

....hannofatto uscire qualcosa di buono, hanno realizzato il primo videoclip. Non sono assolutamente mediocri ma Glam...

ozzy(d) alle 0:14 del 14 maggio 2009 ha scritto:

Hanno anche ispirato i Darkness....non so se sia da considerare un merito o no però ghghghgh

rael (ha votato 2 questo disco) alle 11:41 del 14 maggio 2009 ha scritto:

ohibo' hanno fatto uscire il primo videoclip? ma dove prendete queste notizie? mi fate sapere i testi su cui vi formate? li voglio comprare a scatola chiusa! il primo videoclip, ma quando mai?? erano glam?? si come diceva bertoncelli erano glam quando andava di moda il glam, quando era di moda il prog erano prog, quando era di moda il synth pop erano synth pop, quando era di moda il rock da stadio erano rock da stadio, sempre ultimi, sempre!_'

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 12:33 del 14 maggio 2009 ha scritto:

RE:

Beh, "Bohemian Rhapsody" è ancora considerato il primo videoclip della Storia della Musica. Probabilmente non è così, visto che i Beatles avavano già fatto circolare delle rappresentazioni filmate dei loro brani .. e così anche gli Abba (credo) poco tempo prima dell' uscita di Bohemian Rhapsody nel 1975. Non è che ci sia sempre bisogno di comprare "testi", esistono informazioni delle quali si è a conoscenza un po' tutti ....

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 13:30 del 14 maggio 2009 ha scritto:

RE: RE:

Si, infatti: è una convenzione. Convenzionalmente a "Bohemian Rhapsody" è riconosciuto lo status di primo videoclip della storia. Come Cezanne è considerato il primo pittore "contemporaneo" e il medioevo finì nel 1492. Poi è chiaro che non è che quell'anno la gente stappasse lo spumante gridando "Auguri siamo entrati nella modernità!".

ozzy(d) alle 15:06 del 14 maggio 2009 ha scritto:

"Non sono assolutamente mediocri ma Glam.", mah per me le due cose sono quasi sempre sinonimi eheheheh

Mell Of A Hess alle 18:25 del 14 maggio 2009 ha scritto:

Simone, scusami se ti correggo, c'è differenza tra convenzione riguardo al Medioevo e quella sui videoclip,tra gli estremi che pongono persino l'800 e gli altri che invece considerano Bohemian l'inizio, in mezzo ci sono capolavori di Fischinger, esempi concreti di trasposizione del suono in immagine, da cui Gondry ha proprio preso a manciate (senza nulla togliere a Michel), ma diamo a Oskar quel che è di Oskar.

Ok, ho divagato, I'm sorry

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 11:58 del 16 maggio 2009 ha scritto:

RE:

Si vabè è evidente che conta anche il formato, la destinazione, la diffusione, sennò ogni filmato montato a tempo di musica sarebbe un videoclip, pure i film muti con l'accompagnamento suonato in sala. Comunque a me 'sto primato interessa davvero poco. Anzi mi fa pure schifo il video di "Bohemian Rhapsody", è statico e Mercury ha una pettinatura raccapricciante. Vogliamo darlo ai Beatles? Diamolo ai Beatles! Facevo per dire che esiste una storiografia che afferma quanto sotto, con i suoi limiti e le sue motivazioni. Che George non aveva detto una bestemmia, in senso assoluto. Sul resto, posso essere più o meno d'accordo con voi, ma non metto in dubbio la lucidità delle vostre conoscenze. Peace, come diceva Tupac.

rael (ha votato 2 questo disco) alle 18:43 del 14 maggio 2009 ha scritto:

fabio la risposta l'hai già data tu, non sono stati i primi, i beatles nel 66, io ci metterei anche dylan nel 66 subterranean homesick blues, i pink floyd con arnold lane, i procol harum con a whither shade of pale nel 67, i kinks con dead end street, gli Stones con il famoso we love you diretto da peter whitehead, un altro famoso director dell'epoca era mick rock che si occupò dei video di bowie due o tre anni prima di bohemian rhapsody. avallare le teorie che i queen hanno realizzato il primo video contribuisce a spargere malainformazione, e per fortna che esistono informazioni delle quali si è a conoscenza un po tutti_'

Mell Of A Hess alle 19:00 del 14 maggio 2009 ha scritto:

Rael non volevo (e non voglio) far polemica, la mia era solo una precisazione, sono semplicemente per la condivisione, per quello ho tirato in ballo Fischinger (anni '30), magari a qualcuno viene in mente di andare a cercare qualcosa di suo oppure chi sa già farà un sorriso, tutto qui.

lev (ha votato 8 questo disco) alle 19:06 del 14 maggio 2009 ha scritto:

ancora un pò, e lo battiamo davvero il record di commenti di chinese democracy. secondo me dall'aldilà freddie mercury si sta sbellicando dalle risate!

lev (ha votato 8 questo disco) alle 20:27 del 15 maggio 2009 ha scritto:

no, no, credo proprio che chinese democracy stia diventando imprendibile...

bargeld (ha votato 1 questo disco) alle 10:17 del 16 maggio 2009 ha scritto:

RE:

vedo!

dario1983 alle 16:57 del 18 maggio 2009 ha scritto:

RE:

hai ragione s.m.a.c: più gli album sono criticati e odiati e più commenti hanno... se qualcuno recensisce d'alessio occorera creare un forum di discussione. ps. complimenti per il tuo Parma di nuovo in serie A.

per quanto riguarda innueendo e i queen, non credo siano stati nè inutili ne lodevoli. Una semplice band di rock n' roll dotata di ottimi musicisti che ha venduto un botto e che, come un pò tutte le band che hanno perso tragicamente il proprio leader, sono state consacrate un pò igiustamente a dei immortali.

ozzy(d) alle 15:05 del 16 maggio 2009 ha scritto:

ammesso che il primo video clip fosse davvero il loro, non penso fosse un merito, dato che all'epoca mercury ci propinava la sua visione in calzamaglia, qualcosa di abominevole....

lev (ha votato 8 questo disco) alle 12:46 del 20 maggio 2009 ha scritto:

beh, speriamo che adesso ci resti x un pò. x quel che rguarda i queen, quello che penso di loro l'ho scritto sotto... moooolto più sotto.

astuta alle 15:46 del 13 luglio 2009 ha scritto:

non sono una fan sfegatata dei queen. rischio di ripetermi. e la mia cultura è abbastanza buona.. certo non sono una professora. semplicemente perchè non sono un PROFESSORA. per chi avesse ancora dubbi non sono una donnna ma un uomo.. (adesso vedremo incrementare l'indice di acidità e aggressività al massimo). chissà come mai...

detto questo voi non fate altro che riscrivere quello che leggete sui tomi tipo "la storia della musica" oppure "la storia del rock" oppure "i 500 dischi migliori della storia" che già dai titoli suonano noiosi e farneticanti. ovviamente vale lo stesso per i siti internet.. io vorrei però tornare nel merito. parlando di queen perchè di queen si parla. non perchè conosca solo loro visto che non ho 15 anni. adesso io vi do ragione su parecchi aspetti del gruppo che non piacciono neppure a me. ma se centriamo il punto sul disco... per capire.... ma per voi INNUENDO, THE SHOW MUST GO ON, I'M GOING SLITHLY MAD, THESE ARE THE DAYS OF OUR LIVES... spiegatemi... cosa sono? perchè quando si parla con dei musicisti.. loro i queen li adorano e quando si parla con degli studiosi della musica li odiano... cosi è. state sicuri che non ci sarà artista che dirà che i queen sono insignificanti. come io pur non amando il punk.. non potrò mai permettermi di dire che gli STOOGES sono insignificanti... spero che voi conosciate bene gli anni 70 dei queen altrimenti sareste ridicoli come i "fan"(culo) dei queen che conoscono solo il gratest hits 2,3... vi do pienamente ragione che una buona parte di questi fan è talmente accecata e preoccupata di difendere i loro idoli che non ascoltano neppure. e nemmeno si informano... detto questo. io adoro lo stile queen. io adoro il loro variare senza tecnicismi di sorta che ancora non ho ritrovato in nessun gruppo (tranne i beatles). adoro il suono di brian may. adoro la voce e l'interpretazione di freddie mercury.

G00dkat (ha votato 4 questo disco) alle 22:31 del 21 dicembre 2010 ha scritto:

RE:

Io sono accecato dai Queen. Sono ridicoli i commenti dei detrattori dei Queen. E' gente che ha perso il senso della musica... studiando la musica. Capita. Vatti a leggere la recensione su ondarock... è un cosa ridicola. Danno 4.5 all'album a kind of magic )) 3 a Made in Heaven. Ma che vada questa gente a fare qualcosa di meglio. Solo capaci di sputare fango... Come sfregiare un Van Gogh...

paolo gazzola alle 11:18 del 22 dicembre 2010 ha scritto:

RE: RE: 4.5 all'album a kind of magic )) 3 a Made in Heaven

Ma...ma... E qui tu dai un 4 secco. Mi sfugge qualcosa...

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 11:30 del 22 dicembre 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: 4.5 all'album a kind of magic )) 3 a Made in Heaven

E pensare che quel povero cristo di King David, chiunque egli sia, gli aveva dato 7...

PetoMan 2.0 evolution (ha votato 9 questo disco) alle 22:53 del 23 novembre 2009 ha scritto:

gran disco

forse il disco migliore dei queen, anzi per me è il loro disco migliore. Quasi perfetto. L'unico difetto è che deve molto, forse troppo al sound dei Led Zeppelin. Però i Queen, che negli anni '80 avevano fatto solo del pop-rock da classifica, qui sfoderano un disco rock robusto, magistralmente suonato, pezzi eccellenti come Ride The Wildwind, grande Mercury ed anche Brian May qui è formidabile. Per me è un classico.

bart (ha votato 7 questo disco) alle 15:06 del 30 marzo 2010 ha scritto:

Per me il miglior disco dei Queen dopo "A Night at the Opera". La title-track è uno dei loro vertici assieme a “Bohemian Rhapsody”. Le altre canzoni non sono allo stesso livello, ma è un gran salto di qualità rispetto ai dischi mediocri degli anni ottanta.

unknown (ha votato 7 questo disco) alle 11:35 del 25 aprile 2010 ha scritto:

come al solito...

come al solito i queen danno vita a pareri discordanti ahahahah

secondo me i primi quattro album sono buonissimi dischi sopratutto "queen 2" che preferisco anche a "a night at the opera" poi dopo quest'ultimo sono accettabili da 6 max 6'30 fino a jazz poi il nulla

ma innuendo si salva discreto disco

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 16:05 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Non capisco

Mi rivolgo a tutte quelle persone che si credono all'altezza di dover criticare uno dei gruppi con maggior successo al mondo:

Ma voi cosa avete mai prodotto nella vostra vita? Quando sarete in grado di potervi paragonare a dei capolavori del marchio Queen, magari potete accennare una critica, sino ad allora non potete commentare nemmeno Gigi D'Alessio.

Io non ho studiato la storia della musica ma ho studiato musica e riconosco il valore dei loro arrangiamenti e del loro gusto musicale ed originale.

Anche le canzoni di riempimento tipo Bring Back That Leroy Brown, ma vi pare che un gruppo Glam o Rock riesca a comporre una canzone del genere? Oppure Good Company, chiedete ai Led Zeppelin di fare un brano Jazz....

Disprezzate e non sapete di cosa parlate...

Sarete tutti professorini che sono alla ricerca di quei gruppi o artisti sconosciuti ed andate in giro a dire che loro sono i veri artisti...che odio queste persone che vogliono insegnare agli altri.

Resta di fatto che i Queen hanno composto capolavori ma anche dei flop, ma questo succede a tutti i gruppi...

Filippo Maradei alle 16:15 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: Non capisco

Qua nessuno si sta paragonando ai Queen, personalmente non sarei in grado di suonare neanche mezzo accordo di una qualsiasi delle loro canzoni. Detto questo, il tuo è un commento talmente ignorante che preferisco andarmi a prendere un gelato piuttosto che perdere tempo a risponderti.

REBBY alle 16:25 del 25 agosto 2010 ha scritto:

non capisco

Che ti devo dire. Pazienza. Magari col tempo.

Chissà? Questo è un sito di appassionati

ascoltatori di musica abbastanza eterogeneo, in

cui c'è un contradditorio. Se ti piace solo leggere cose belle sui tuoi eroi conviene consultare uno dei tanti fan club di questa band.

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 16:33 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: non capisco

Non me la prendo per chi disprezza i Queen, me la prendo perché in questa discussione si parla di loro come uno dei gruppi inutili, arrivati sempre per ultimo e senza originalità e a sentire queste persone la ragione l'hanno solo loro... Ma chi siete voi per denigrare così...non parlo solo in nome dei fans dei Queen ma questo deve essere un principio di vita, noi non siamo all'altezza di giuidicare...fare quello che hanno fatto loro, come tantissimi altri gruppi, è difficilissimo...ma avete mai analizzato le composizioni di Brian May (master of guitar orchestration)? Le melodie di Freddie le avete mai scomposte? E le armonie ed armonizzazioni che caratterizzano i loro pezzi? Se lo fate vi accorgerete che sono pezzi complessi ma nello stesso tempo di impatto....

lev (ha votato 8 questo disco) alle 16:49 del 25 agosto 2010 ha scritto:

sul fatto che i queen fossero degli ottimi compositori, almeno x me non ci piove. però mercurio, ma perchè te la devi prendere tanto se qualcuno li critica? e poi se clicchi sulle stellete date dal recensore ti accorgerai che comunque sono in molti ad apprezzare questo disco. e poi cos'è sta storia che non si può giudicare perchè non siamo all'altezza? cos'è bisogna essere professori di musica per farlo? a sto punto chiudiamo il sito. io non sono un giudice, un avvocato o un magistrato, ma posso dire lo stesso o no che re silvio dovrebbe stare in galera?!

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 16:57 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Forse mi sono spiegato male, intendo dire che non possiamo giudicare artisticamente la carriera di un gruppo, ma possiamo semplicemente valutare soggettivamente se il disco o gruppo è piaciuto o meno e spiegarne il motivo, ma denigrare non è corretto e se queste persone lo fanno qui, lo faranno anche altrove giudicando non solo bands...questa è una sorta di lezione di vita...

Molti non approvano gli interventi di Sgarbi, leggendo questi commenti sono invece alla sua altezza...ma allora...

REBBY alle 16:54 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Mah, di gruppo inutile credo abbia parlato solo

nel 2007 Asidrec, che da allora non è più tra noi.

Poi, come dici tu, ci sono interventi di persone

a cui proprio non piacciono, altri di fan accaniti e la maggior parte di ascoltatori a cui

piacciono alcuni album ed altri no. Credimi se si

ha le orecchie e si ascoltano i dischi si può giudicare.

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:02 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Ma qui non ho trovato nessun commento costruttivo...nessuno che argomenta la propria posizione...questo è segno di ignoranza...non basta studiare la NWOBHM per caprine di musica o gruppi...

lev (ha votato 8 questo disco) alle 16:58 del 25 agosto 2010 ha scritto:

"Mah, di gruppo inutile credo abbia parlato solo nel 2007 Asidrec", e anche il dr. paul DDDDDDDD

REBBY alle 17:04 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Io penso che se invece di "sparare nel mucchio" ci

si riferisse agli interventi (citandoli) che non si condivide sarebbe tutto più chiaro.

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:15 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Non ho voglia di rileggere i commenti per tirarne fuori, ma leggi tutti i primi commenti del topic e quelli di Dr. Paul? Non ricordo che ha mai dato prova delle sue affermazioni o abbia giustificato i suoi interventi con argomentazioni valide...

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:16 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

è questo che mi fa imbestialire

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 17:11 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Uff...

Ciclicamente riparte la Queen-Jihad ...

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 17:28 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: Uff...

LOL

non vedo perché si debba sempre argomentare. io mercury non lo reggo, re del pacchiano on stage (da ano_logia i suoi vocalizzi con i 100 mila ovvio a ripetere come cocorite i suoi svolazzi)...band che è andata sempre dietro ad una moda senza mai proporne una di sua originale

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:41 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: Uff...

Non sai di cosa parli...quindi un gruppo è bravo solo se lancia una moda? Citami gruppi che usavano le armonizzazioni di chitarre come Brian May, citami altri gruppi che hanno inserito l'Opera o hanno variato ritmo in una sola canzone come hanno fatto loro...

Giustifica il fatto che Freddie non aveva una bella voce, quando è oggettivamente una delle voci più importanti della storia del Rock.

Citami pertanto altri cantanti Rock o Pop-Rock maschi cui hanno la stessa estensione vocale...il fatto che non ti piaccia non significa che faccia schifo e come di norma qui, non hai giustificato il tuo intervento ma semplicemente detto che fa schifo...non porti argomenti a tuo favore perché non ce ne sono

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:43 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: Uff...

Ah, tanto per provocarti ancora, i Queen non avranno portato una moda solida, ma hanno migliorato quelle esistenti...

Lezabeth Scott alle 17:49 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: Uff...

Uno solo te ne cito 2000 se vuoi. Ma tanto non li conosci: mai sentito parlare di Van Der Graaf Generator, Wyatt, Soft Machine, Yes, King Crimson, Frank Zappa, Phish, Grateful Dead...ah Mercù er jazz lassalo perde, lascialo a Dizzy Gillespie, Coltrane, Mingus, Tristano, o al limite a Pat Metheny che è meglio, non è roba per te nè per loro! Non esistono solo i Queen fattene una ragione e piantala co 'sta Jihad! E rassegnati i Queen fanno schifo.

REBBY alle 17:29 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE:

Cosa?

target alle 17:47 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Citami gruppi che usavano le armonizzazioni di chitarre come Brian May, citami altri gruppi che hanno inserito l'Opera o hanno variato ritmo in una sola canzone come hanno fatto loro... Citami pertanto altri cantanti Rock o Pop-Rock maschi cui hanno

Gli Sparks. Gli Sparks. Gli Sparks. Conosci? Secondo me ti piacerebbero. Sono tra le fonti più importanti dei Queen. Senza polemica, eh. I Queen non mi fanno schifo. Era solo per rispondere.

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:51 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: Citami gruppi che usavano le armonizzazioni di chitarre come Brian May, citami altri gruppi che hanno inserito l'Opera o hanno variato ritmo in una sola canzone come hanno fatto loro... Citami pertanto altri cantanti Rock o Pop-Rock maschi cui ha

Scaricherò qualcosa e poi potrò rispondere, ma non trovate altri gruppi? A sentirvi sono tutti meglio dei Queen....

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 17:57 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Mi hai citato quasi solo gruppi progressive...non confondiamoci con i generi e con la tecnica strumentale e non vedo cosa loro hanno a che fare con le armonizzazioni di Brian May e l'estensione vocale di Freddie...o l'opera nella musica Rock...

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 18:00 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Ti ricordo che comunque ho studiato pure Jazz...so di cosa parlo...di musica ne ascolto tanta e non solo Queen...ascolto musica classica, ascolto Blues, Rock Blues, Hard&Heavy...

NON ASCOLTO IL JAZZ perché lo trovo noioso, quindi tieniti il tuo Pat Metheny che come Steve Vai vedo solo tecnica...ci vuole gusto nel fare musica, niente supera il tocco ed il gusto come si suona uno strumento...

Lezabeth Scott alle 18:01 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE:

E allora ascoltati Bowie (Mick Ronson a Bryan May glielo fa a strisce sadomaso), Brian Eno, i Roxy Music, ascoltati gli Sparks, ascolta John Cale, ascolta Marc Bolan e i T-Rex, che ti devo dire, ascoltati chi ti pare ma molla 'sti Queen che te fanno male, giuro!

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 18:05 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

Ma perché ce l'hai così tanto con i Queen? Che ti hanno fatto? Non puoi dire che fanno schifo, semplicemente a te non piacciono...è questo che mi fa arrabbiare...schifo non fanno...non ti piacciono e basta! Se hanno venduto così tanti dischi una ragione c'è, o pensi che il tuo giudizio sia universale? Io so riconoscere tanti gruppi che sono bravi e meritano ma a me non piacciono assolutamente, tipo Pat Metheny, mi addormento ascoltandolo, ma non ho mai detto che fa schifo...anche perché riconosco che quello che ha fatto, oltretutto così giovane, ha un valore

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 18:09 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE:

eh tu mi stai dicendo che hai ascoltato offramp e ti sei addormentato? metheny solo tecnica! ma tu le spari così a muzzo eh dai ammettilo ..ha ragione la scott sti kuin ti fanno proprio male ..parli di gusto in muisca e noi dovremmo credere che i tuoi beniamini lo siano? e se fossero pacchiani pomposi lardosi non ti sfiora minimamente?

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 18:28 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE:

Abbiamo gusti differenti, io il Jazz non lo sopporto, soprattutto quando suonato con ottoni...Non trovo nulla di gustoso in questo genere che è per lo più improvvisazione con le chitarre con un suono chiuso e che suonano scale al massimo della velocità e senza melodia...il jazz è stato sperimentato così tanto che ha perso il suo valore iniziale...a me non piace ed ho deciso di non ascoltarlo, io ascolto Rock e mi piacciono le chitarre distorte. Chi va in discoteca piace solo il suono del basso...non è da criticare...e non puoi paragonare i vari generi l'uno con l'altro...e non sto sparando nel mazzo perché se ci mettiamo a parlare di conoscenze di teoria musicali, armonia ecc...è il mio campo...ed insegno musica quindi...so perfettamente di cosa parlo

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 18:44 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE:

vabbè parlavi di pat metheny (NON ASCOLTO IL JAZZ perché lo trovo noioso, quindi tieniti il tuo Pat Metheny che come Steve Vai vedo solo tecnica...ci vuole gusto nel fare music) e di ottoni non ce ne sono nei suoi dischi...ripeto parli senza REALE ASCOLTO

Lezabeth Scott alle 18:16 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE:

Dai, su, che in fondo si vede che sei un bravo ragazzo. Scusa se sono stata brusca prima. Non è colpata è che, come dice Fabio, questa litania dei Queen va avanti da anni. Ed ha un po' stancato. Pace?

Lezabeth Scott alle 18:16 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE:

* colpa tua

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 18:12 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

Vedi, Mercurio, il problema di Mercury e soci sono gli innumerevoli Mercurio sparsi per il mondo, e concentranti in gran quantità in Italia. I fan sfegatati che parlano di Mercury chiamandolo "Freddie" o "il Re del rock" e che prendono i Queen come punto massimo della storia musicale, hanno reso antipatici i Queen a molte persone. Dalla morte del povero "Freddie" in poi, l'opera di divinizzazione dei Queen ha raggiunto livelli drammatici, portando alcune persone a difendere i Queen da qualunque critica manco fossero dei parenti o degli amici d'infanzia. Questo genera, è un mio parere, una sorta di astio eccessivo e a volte un po' gratuito nei confronti della band, che porta i detrattori a "calcare un po' la mano" ....

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 18:17 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE:

Non centra niente questo con il valore artistico...ed io non sto difendendo i Queen perché penso sia il punto massimo, adoro pure Joe Satriani, i Metallica, gli Anthrax, i Manowar, Bowie, Elton John, i Grave Digger, Stive Ray Vaughan, Lynyrd Skynyrd, Led Zeppelin, Deep Purple, B.B. King i Gotthard... Quello che odio è l'approccio che si ha nel criticare degli artisti, soprattutto da parte di persone che non hanno nemmeno le capacità di fare 1/4 di quello che fanno queste persone e che mi fa ancor di più imbestialire senza alcuna giustificazione

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 18:22 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE:

Ma che centra quello che sai fare o non sai fare? Ma che un critico d'arte prende i pennelli e ti rifà la Gioconda? Maddai ...

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 18:31 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE:

centra perché se si spara a zero su un artista, devi capire il livello di difficoltà che incontra questa persona per tirare fuori un'opera d'arte, facile dire che ha fatto male dall'esterno, ma se ti trovi all'interno ed inizi a produrre, forse capisci già a fare quello che tu definisci male, ci vuole un sacco di impegno e sacrificio, di studio ed esercizio ecc...ma se non lo farai mai, non potrai mai capire cosa vuol dire comporre una canzone con determinate armonie, modulazioni ecc....

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 18:40 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE: RE:

Sì ma amico mio, anche se i muratori si sono fatti un culo così e il geometra ha studiato 10 anni, le case popolari dietro casa mia fanno schifo lo stesso...

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 18:42 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE:

Allora mettiamola così: "nonostante il notevole impegno profuso e lo studio approfondito, la musica dei Queen non mi piace". Come a scuola.

Marco_Biasio alle 18:30 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE:

...adori i Manowar?

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 18:33 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Manowar

Si mi piacciono un sacco, soprattutto da quando Ross the Boss se ne è andato

Marco_Biasio alle 18:40 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: Manowar

Ahahahahahah

dario1983 alle 1:15 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: Manowar

ahahahahahah grande Marco!

lev (ha votato 8 questo disco) alle 18:16 del 25 agosto 2010 ha scritto:

direi proprio che fabio c'ha azzeccato. comunque lo sapevo che andava a finire così... anche stavolta.

gull alle 18:34 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Alè!

gull alle 18:38 del 25 agosto 2010 ha scritto:

Oh Oh

Li ho sempre trovati urticanti, inascoltabili, pomposi, commerciali fino al midollo. Anche quando avevo 13 anni li detestavo. Ops! Non so suonare uno strumento, il Signoruzzo mi punirà per avere osato criticare chi lo sa fare.

Si scherza, ovviamente.

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 18:42 del 25 agosto 2010 ha scritto:

RE: Oh Oh

Ti punirà, eccome. E pure a me. Guarda Lester Bangs che fine ha fatto...ghghgh

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 21:26 del 25 agosto 2010 ha scritto:

"Anche le canzoni di riempimento tipo Bring Back That Leroy Brown, ma vi pare che un gruppo Glam o Rock riesca a comporre una canzone del genere?"

no dai questo è troppo....

DonJunio alle 1:23 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Dai ragazzi, un altro sforzo e battiamo il record di commenti di "Chinese democracy"....

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 12:04 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

LOL mitica questa

dario1983 alle 1:33 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Ragazzi, posso farmi un grammetto di cazzi vostri per un attimo? Forse non vi rendete conto che le jihad contro un artista sono fastidiose, inutili e patetiche tanto quanto quelle a favore. Spesso vi affaticate tanto a far capire ai devoti di un gruppo che se mettessero da parte il loro talebanesimo scoprirebbero anche di meglio, che non vi rendete conto che la vostra denigrazione è , se è possibile, persino peggiore del loro idolatrare e incensare. Premesso che dei Queen non me n'è mai fregato un granchè, per Dio non è che stiamo parlando dei Lunapop o dei Take That! Certe denigrazioni sono decisamente eccessive e fuori luogo.Ma non è possibile lasciare al gusto squisitamente soggettivo il giudizio su una band ed evitare gli slogan da barricata del tipo "sono i più grandi!!!", "fanno cagare!!!", "senti che estensione vocale! Nessuno come lui!", "tamarra di una checca!!!". Forse la discussione diverrebbe più costruttiva.

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 12:09 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

ma se il recensore gli ha dato tre stelline e mezza dove la vedi poi tutta questa denigrazione?

mercuzio dice che hanno migliorato tutte le mode sulle quali si sono aggrappati, io potrei dire che le hanno tutte peggiorate dall'hard rock al progressive al vaudeville alla disco dance rubata agli chic (vedi giri di basso ...) ecc ecc

w i kuin

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 8:01 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Chi dice che fanno cagare, mi piacerebbe che direbbe pure il perché e motivi il suo commento, bello andare contro senza argomentazioni.

Inoltre riguardo Pat Metheny vorrei vedere dove ho detto che ci sono ottoni nella sua musica...poi a me non piace il jazz e voi vi accanite su questo fatto? Mi dite a me che vi da fastidio se difendo i Queen, ma voi fate lo stesso con Pat Metheny? Mah...che personaggi che ci sono in giro...

Filippo Maradei alle 9:25 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: Mah...che personaggi che ci sono in giro...

Se non ti piace quello che leggi in questo sito, le recensioni, i commenti, i voti, puoi benissimo cercartene un altro, dove magari si sparano i 10 in base al nome o alla presunta fama di un gruppo. Qui parliamo di musica, la esploriamo, la confrontiamo, la vivisezioniamo, la ricostruiamo; purtroppo per te, questo meccanismo non prevede l'adulazione incondizionata e a priori di un artista. E comunque nella maggior parte dei commenti negativi sono riportate motivazioni su motivazioni.

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 12:04 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

si hai ragione parlavi del jazz in generale per gli ottoni ma pensavo che ti riferissi a metheny visto che l'avevi citato come esempio (ma siamo più sulla fusion che sul jazz...)

paolo gazzola alle 10:15 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Mah...che personaggi che ci sono in giro...

Ma infatti, guarda, non ci si può credere.

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 10:27 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: Mah...che personaggi che ci sono in giro...

Tu sei amico di Pat Matheny, confessa! ghghgh

PetoMan 2.0 evolution (ha votato 9 questo disco) alle 12:31 del 26 agosto 2010 ha scritto:

La solita discussione sui Queen. Comune il fatto che spesso su questa band non ci siano posizioni equilibrate, chi li osanna manco fossero il no plus ultra del rock, chi li sbeffeggia e li considera alla stregua di Tokyo Hotel e monnezza varia. Sinceramente, per quanto fossero derivativi, li ho sempre trovati molto bravi, penso che nei '70, fono a Jazz, siano stati un gruppo con i controcojones, poi hanno cominciato a fare cose di qualità decisamente più bassa. Con Innuendo c'è stata una gran bella ripresa. Dal vivo erano straordinari, fra la fine dei '70 e i primi '80, il loro era uno dei migliori live act in circolazione. Qualcuno mi deve ancora spiegare cosa vuol dire pacchiano e tamarro applicato alla musica, quali sono le carattesristiche per definire una canzone pacchiana? Se non si sa spegare questa cosa si dovrebbe anche evitare di usare il termine penso.

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 13:30 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

beh è come quando fai un peto in compagnia la cosa è triviale, pacchiana, di cattivo gusto non credo che si debba discettare oltre...i queen erano kitsch aggettivo che si sposa con il pessimo gusto, i gusti per tutto ciò che straborda come il circo niuman ...poi uno con i suoi ascolti personali arriva a dire questo è schiumato e questo no: per me i queen erano la schiuma del rock ( e il live at wembley ne è una conferma ma anche il live del 77 non mi pare tutta sta gran cosa)...mercury l'aveva nel sangue quel porsi "operatico" solo che non era corelli

Lezabeth Scott alle 14:05 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

Non so se è attendibile come definizione, ma nell'Oxford Dictionary, alla voce "tamarro/pomposo/inutile" c'è una foto di Mercury con la tutina arlecchinesca squarciata sul davanti per mostrare ai sudditi appecoronati il petto velloso, pardon, villoso!

dario1983 alle 14:21 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE:

Scusa Lezabeth, ma giudicare un artista dall'abbigliamento non ti sembra un pò riduttivo? Bowie con i capelli arancio carota e la benda da pirata era forse meno pacchiano di Mercury? E i suoi fans che piangono quando lui "uccide" Ziggy non erano forse patetici tanto quanto quelli dei Queen? Eppure qua è considerato un genio assoluto, da me in primis. Faceva parte della stramberia dell'epoca, tutto qua. Forse è questo che intende Mercurio quando chiede di argomentare.

Lezabeth Scott alle 14:32 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE:

Dario, sorry tesoro, ma cosa devo argomentare? Io sto sparando cassate a raffica perchè la discussione ha cessato da un pezzo di essere seria. Cosa gli rispondi a uno che ti dice: "non puoi giudicare la musica dei Queen se non hai fatto 5 anni di conservatorio, 3 di teoria del contrappunto, 2 di danza moderna e 4 di specializzazione in rasatura di pelo pubico a forma di cuore"? Ti metti a ridere? O vuoi rimanere serio? Non so: dimmi te.

dario1983 alle 14:37 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE:

ahahahahhah post meraviglioso. Quella del conservatorio non l'avevo letta. Beh, allora hai ragione a dire che il dibattito non può più essere serio. Chiedo scusa ))

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 15:23 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE: RE:

Non so forse non mi spiego bene, ma il fatto che dico che non puoi giudicare la musica (non solo dei Queen, ma qui è di questo che si parla) deriva dal fatto che quelli che dicono che fanno schifo, che sono inutili, che non sono degni ecc... pensano che è la valutazione oggettiva e perciò non danno motivazioni ed argomentazioni da esporre, troppo facile! Se così fosse dovete limitarvi a dire che a voi non vi piacciono perché non è nel vostro gusto PERSONALE. Ma se non argomentate vuol dire che non avete le basi musicali sufficienti da poter dire che gli assoli di Brian May non seguono una linea melodica corretta, che non ci azzecca con l'armonizzazione e/o l'armonia degli accordi, che il tocco di Freddie Mercury al piano è di pessima qualità e che tutte quelle note quasi impercettibili che inseriscono sono al posto sbagliato...

Fanno schifo perché commerciali? Sono diventati commerciali grazie alla loro qualità e bravura...

Cosa dite degli ACDC? Sono commerciali pure loro perché hanno venduto molto dopo l'entrata di Johnson? Cosa vuol dire commerciale nella musica? Allora voi siete alla ricerca di artisti poco conosciuti? Sono solo quei musicisti che hanno le contropalle? Beh, allora grazie, io ho composto varie canzoni e non sono conosciuto al pubblico...

Mi fa veramente arrabbiare l'approccio che avete nei confronti della musica...non basta sapere quando e grazie a chi è nato un genere musicale.

Ognuno fa parte della propria epoca e non va disprezzato per quello. I Queen facevano parte dell'era Glam ed hanno deciso di seguire questa ondata e non vanno disprezzati per questo...limitatevi a sentire come utilizzano gli strumenti di cos'è capace Brian May con la chitarra, dei suoni che ha tirato fuori senza l'uso di Synth fino alla pubblicazione di Flash Gordon...

Di tutte le orchestrizzazioni di chitarre tipo l'inno nazionale con 12 sovraincisioni.

Con l'innovaziono con qui cercavano di elaborare nuovi effetti tipo registrare la chitarra coprendo l'amplificatore costruito da John Deacon con una coperta per tirare fuori un suono particolare udibile nella maggior parte dei loro dischi, cantare attraverso una lattina.

Ma lo sapete che Freddie Mercury sovraincideva la sua voce più volte per rafforzarla e lo faceva con una precisione così assurda da non percepire queste sovraincisioni?

Ma li sentite i cori che hanno fatto, cantando con intrevalli differenti armonizzando le voci?

Ma quali criteri usate per definire la musica arte?

Sono meglio i gruppi che fanno 4 accordi in power chord per tutta la canzone tipo Green Day?

Ditemi per favore quali criteri usate oltre all'orecchio e gusto personale per giudicare una canzone o un gruppo e dire che quel tale fa schifo ed è inutile?

Comunque resta il fatto che i Queen sono considerati uno dei gruppi che hanno fatto la storia, detto da esperti del settore che ne sanno più di noi e da colleghi musicisti professionisti...un motivo ci sarà

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 15:56 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE:

i criteri uno se li sviluppa ascoltando un po' di tutto e comparando o in altri modi più "accademici"(storicizzazione: approccio crociano gentiliano perfino quello kantiano una volta insegnavano)... alla fine quello che conta per me è il sound di una band e il sound queen non mi piace e basta perché risulta alle mie recchie ampolloso enfatico prevedibile...inoltre non mi piace la voce di mercury e per il suo TIMBRO tenorile oltre a non piacermi il suo modo di stare sul palco e fare quel tipo di spettacolo circense...spero che vadano bene queste motivazioni mie...commerciabile è quella musica che asseconda i gusti dell'ascoltatore e in questo loro sono stati maestri cavalcando le mode del momento ma senza proporre niente di nuovo...gli esempi sarebbero tanti pensa solo al giro di basso di another one bust the dust copiato paro paro dal giro di bernie edwards degli chic

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 16:07 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE:

Finalmente uno che motiva ciò che dice e non assolve affermando che fanno schifo...ma che non gli piacciono, le motivazione peronali sono ben accette...chiaro che il gusto personale è il principale criterio di valutazione PERSONALE. Ma se uno mi diche che fanno schifo si va sull'oggettivo che è comunque sbagliato. Grazie Stokerilla

PetoMan 2.0 evolution (ha votato 9 questo disco) alle 13:49 del 26 agosto 2010 ha scritto:

''non vedo perchè si debba sempre argomentare'' Questo era ieri. ''non credo che si debba discettare oltre'' Questo è oggi. In mezzo altri conque commenti...e con le chiacchiere stiamo a zero. Tu puoi credere quel che vuoi, ma le caratterstiche di una canzone pacchiana non me le hai ancora dette. Live at Wembley, Live '79, i peti in compagnia, boh, a me i tuoi commenti sembrano tutti inutile chiacchiericcio, contenuti indecifrabili, sempre che ce ne siano. Ti lascio l'ultima parola, ma immagino sarà il solito inutile LOL

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 14:16 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

peto tu sei lo status quo della storia della musica e l'ultima parola la lascio più volentieri a gesù cristo o al prevert che parla di gesù cristo per distruggerlo...per me i queen non dischiudono nulla nella mia vita, restano fermi nel rock con le loro canzoni oneste e i loro live show strabordanti: noi vi roccheremo è il loro inno anthem al quale dico no grazie

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 14:23 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

dimenticavo famose due risate va

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 14:30 del 26 agosto 2010 ha scritto:

ecco cos'è per me tamarro così ci capiamo

grrrrrrr

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 14:50 del 26 agosto 2010 ha scritto:

non ricordo chi ha nominato i lunapop forse dario, dico che almeno quelli si mostrano per quello che sono, nella loro insulsaggine sono piu credibili, si rivolgono ad un pubblico nazional popolare e basta, stanno bene cosi, un po come vasco o gli 883 o pausini. i queen non appartengono agli alti pascoli della musica ammettiamolo, sono stati un buon gruppo di seconda fascia! sono sempre andati a rimorchio degli altri, questo nn è necessariamente un difetto a patto che tu abbia lo spessore necessario per poi creare qualcosa di tuo partendo da intuizioni di altri, tutto questo ai queen è sempre mancato! ma poi nessuno sottolinea la prevedibilità elementare della loro proposta (eccetto qualche brano sparso ok), ascolti un brano dei queen e sai esattamente quando partirà il solito ennesimo assolo in pentatonica o giu di li del buon May (altro che master of guitar), ma di che anno sono i want to break free o i want it all? ancora co sta pentatonica? e basta! oppure la solita rullata con seguente piattata fragorosa....ascolti il disco e ti dici: "ecco ora parte la rullata con piattata a due mani", e puntualmente dopo tre secondi arriva....boh!

che poi chi mi conosce un pochino ormai avrà capito che nn sono certo il tipo che ama l'avanguardia nichilista o le trame troppo sghembe, sono uno che vive di pop e ritornelli....

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 15:33 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Uso delle pentatoniche in tutte le canzoni...Mustapha non usa pentatoniche ma fraseggi di scale minori armoniche...tipica della musica araba. Comunque che roba strana usare scale pentatoniche nel Pop-Rock...non era un gruppo progressivo, quindi non puoi aspettarti scale diminuite o misolidie, beh, qualche alterazione non in chiave la usano pure loro, il tuo è un discorso un po' generalizzato.

Brian May ha dimostrato di poter suonare Rock, Blues, Jazz, Funk...il fatto che non inseriva armonia Jazz nelle loro canzoni è perché non era nel suo gusto, ma i Queen hanno comunque composto brani Funk o Jazz, non chiaramente da paragonare ai professionisti di quel genere musicale...Pat Metheny non ha fatto nientaltro che Jazz o Fusion, ma non per questo non è un artista.

bart (ha votato 7 questo disco) alle 15:07 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Le canzoni brutte dei Queen superano di gran lunga quelle belle, ma c'è da dire che qualche perla qua e là sono riusciti comunque a ragalarcela (Bohemian Rhapsody, Somebody To Love, Innuendo).

bart (ha votato 7 questo disco) alle 15:45 del 26 agosto 2010 ha scritto:

E' vero che i Queen erano esperti nell'armonizzare le voci, sì ma in studio. Dal vivo non davano certo gli stessi risultati, tant'è che nei concerti riprendevano la parte centrale di Bohemian Rhapsody com'era fatta nel disco.

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 15:52 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Per registrare la parte centrale di Bohemian Rhapsody ci hanno messo 7 giorni e sovraincisioni di dantissime voci, difficile da ripresentare in concetto live...se hai notato nei live rendevano qualsiasi pezzo più rock di quello inciso in studio, calcola che avevano una sola chitarra e ciononostante erano in grado di dare pienezza ai brani anche al momento degli assoli, nessun calo di volumi o sensi di vuoto...È questo il bello dei live dei Queen, non facevano mai il pezzo come fotocopia di quello in studio come tanti gruppi! Molti pezzi riarrangiati unicamente per il live...io ritengo questo arte

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 16:02 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

ecco hai messo il dito nella piaga: il sound queen è così tutto sempre pieno, silenzi sfumature sottigliezze poche... il senso di vuoto della vertigine mistica vera pura manca, solo lo stordimento del rumore (e tanti pezzi live non si discostano da quelli studio) mai una vera catarsi della pudicia del non detto ma tutto sempre cantato a squarciagola urlato...lottano tra di loro come cani inferoci la voce di mercury con le rullate possenti di vattelapesca ora e la mielosità di may ...via via LOL

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 16:03 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

ecco hai messo il dito nella piaga: il sound queen è così tutto sempre pieno, silenzi sfumature sottigliezze poche... il senso di vuoto della vertigine mistica vera pura manca, solo lo stordimento del rumore (e tanti pezzi live non si discostano da quelli studio) mai una vera catarsi della pudicia del non detto ma tutto sempre cantato a squarciagola urlato...lottano tra di loro come cani inferoci la voce di mercury con le rullate possenti di vattelapesca ora e la mielosità di may ...via via abbiamo superato guns chinese? LOL

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 16:44 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: RE:

Vedi, queste sono considerazioni soggettive, perché dal mio punto di vista sento tanta passione e molta dinamica nel modo in cui suonano i pezzi, non è tutto sulla stessa linea a manetta ma ci sono momenti tranquilli e momenti più potenti (Rock).... In una sola canzone più variazioni...vedete Get Down Make Love (per non citare nuovamente Bohemian Rhapsody)... oppure nel tour 2005 hanno introdotto Hammer to Fall con arpeggio e voce...Oppure L'apertura dei concerti con We Will Rock You fast version...la stessa WWRY alla fine dello show solo batteria e voce...Prendete Who Wants To Live Forever, gran testo scritto da Brian May nel tragitto tra casa e lo studio di registrazione con un inizio tranquillo e progressivamente più potente per finire ancora tranquillamente...e tanti altri pezzi...

bart (ha votato 7 questo disco) alle 16:04 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

Che fossero bravi dal vivo non ci piove, ma, apparte Bohemian Rhapsody e qualcos'altro, secondome me non facevano arte, erano un buon gruppo rock che forse ha goduto di una fama eccessiva. Poi ritengo che ci siano stati cantanti molto più dotati di Mercury: Tim Buckley, ad esempio.

gull alle 16:24 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Arrangiare massicciamente una canzone, usare sovraincisioni a iosa, gonfiare il sound, fare a gara a chi ce l'ha più lungo, mostrare quante note si possono suonare in poco tempo....

Mhm che bel biglietto da visita.

Per il resto, il livello della discussione è troppo basso rispetto al solito. Scendi dal pero e rispetta le opinioni degli altri, che i tuoi Queen non ne soffrono affatto, anche se alcuni di noi li reputano inascoltabili.

REBBY alle 16:26 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Quindi, se ho capito bene, la "lezione di vita" è:

bisogna dire a me (soggetto) fanno schifo e non

limitarsi ad un generico fanno schifo.

target alle 16:42 del 26 agosto 2010 ha scritto:

"A me" è complemento di termine, rebby. Il soggetto, ahinoi, rimangono sempre i Queen. ))

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 16:57 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Le lezioni di analisi logica (è analisi logica no, Targh? :-/) del Targhetta sono sempre impagabili ... ogni volta mi piscio dalle risate....

REBBY alle 16:45 del 26 agosto 2010 ha scritto:

Non ti sfugge nulla Targ eh A te non la si fa eheh

target alle 17:05 del 26 agosto 2010 ha scritto:

E' analisi logica, sì! D'altronde il discorso oggettività/soggettività è forse ancor più noioso della vecchia grammatica italiana! )

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 17:08 del 26 agosto 2010 ha scritto:

secondo voi hanno fatto più danni i queen o la tatcher in terra albionica?

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 17:09 del 26 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Thatcher scusassero ghghh

REBBY alle 17:10 del 26 agosto 2010 ha scritto:

sisi giusto eheh ma io sono stato frainteso

(evidentemente per colpa mia), dovevo mettere un

come davanti a soggetto (oppure mettere soggettivamente). Non volevo fare l'analisi logica, figurati, sapessi quante cazziate mi

prendo da mia moglie che è una sua collega eheh

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 21:26 del 26 agosto 2010 ha scritto:

"Who Wants To Live Forever, gran testo scritto da Brian May nel tragitto tra casa e lo studio di registrazione con un inizio tranquillo e progressivamente più potente per finire ancora tranquillamente..."

bella storia, peccato che ce ce ne sono un milione di canzoni con questa struttura, tutte venute prima dei queen, non è certo questa una argomentazione ad hoc, il punto è: questa canzone è valida o è un polpettone da stadio senza senso? anche le storie sulle tecniche di registrazione che hai citato come fossero una peculiarità dei queen, era tutto gia vecchio...le lattine e gli asciugamani capisci?

----"oppure nel tour 2005 hanno introdotto Hammer to Fall con arpeggio e voce..." ------ "In una sola canzone più variazioni...vedete Get Down Make Love (per non citare nuovamente Bohemian Rhapsody)". ma...la domanda sorge spontanea: hai mai ascoltato un (1, uno qualsiasi) solo altro disco oltre ai queen? non riesco a capire come ci si possa stupire per un nonnulla, è come meravigliarsi nel vedere un chitarrista che suona col plettro. le variazioni di tema , di mood, di tempo, fanno parte della normalità delle cose in ambito pop rock ma nn solo, hai mai sentito un disco di beatles, kinks, floyd, doors, genesis, stones, love, cream, bowie, hendrix, soft machine?

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 7:59 del 27 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Dr Paul ma ci sei o ci fai? Questa era una risposta a Stokerilla al suo commento:

"ecco hai messo il dito nella piaga: il sound queen è così tutto sempre pieno, silenzi sfumature sottigliezze poche... il senso di vuoto della vertigine mistica vera pura manca, solo lo stordimento del rumore (e tanti pezzi live non si discostano da quelli studio) mai una vera catarsi della pudicia del non detto ma tutto sempre cantato a squarciagola urlato...lottano tra di loro come cani inferoci la voce di mercury con le rullate possenti di vattelapesca ora e la mielosità di may".

Ma poi io mi chiedo Dr Paul, un gruppo è bravo solo se porta novità? Poi si ascolto molta altra musica oltre ai Queen è ho già scritto quali altri gruppi mi piacciono...ma non ho messo la lista completa...sono troppi...

TheManMachine alle 8:56 del 27 agosto 2010 ha scritto:

"hai mai sentito un disco di beatles, kinks, floyd, doors, genesis, stones, love, cream, bowie, hendrix, soft machine?" ---> aggiungo: qualcuno ha presente i 10cc.? Produssero un repertorio che ricorda molto da vicino quello dei Queen, non meno dotati in tecnica vocale, erano quattro polistrumentisti di grande bravura, ma non hanno avuto la fortuna dei Queen, forse anche perché a loro mancava un frontman col carisma di Mercury. Però, tanto per fare un esempio, questo pezzo è davvero molto simile per struttura a Bohemian Rhapsody, e lo ha anche battuto di alcuni mesi nella data di pubblicazione, tanto che alcuni sostengono che i Queen si sarebbero °ispirati” proprio a questo brano nella composizione di BR. Questo lo dico esclusivamente a titolo di curiosità, assolutamente non per entrare nel dibattito “se una band non ha inventato nulla, e non ha fatto altro che copiare, allora il suo valore è nullo”. Detto questo Innuendo nel 1991 lo ascoltai molto, mi piaceva, ma poi non ci sono più tornato sopra. Qualche cosa ciò vorrà pur dire, in ogni caso ora mi devo astenere dall’esprimere un voto al disco, dovrei riascoltarlo, e non c’ho proprio voglia.

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 19:00 del 29 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Dico un'ultima cosa riguardo ai 10cc rispondendo a TheManMachine. Ho ascoltato qualche pezzo degli anni 70 dei 10cc e concludo che loro hanno fatto pezzi che potrebbero assomigliare vagamente ai pezzi già di Queen II ma con un suono più retrò i Queen nel 74 (Sheer Heart Attack) avevano già rivoluzionato il loro sound ed era molgo più moderno di A Night In Paris del 75. C'è di buono che i 10cc ricercavano arrangiamenti sempre più bizzarri ed ironici, forse un po' presto per l'epoca oppure totalmente inaspettati e quindi non erano interessanti per le varie etichette. Ho pure letto che il chitarrista dei 10cc era invidioso del successo dei Queen e di Bowie...chissà che voci aveva messo in giro... In ogni caso lo stile 10cc e Queen sono molto differenti, sia per sound, per strumentistica, per arrangiamenti e molto importante per tecnica di registrazione! Vorrei dire molte altre cose, perché non faccio altro a pensare a cosa mi è toccato leggere su questo sito, non solo riguardo ai Queen ma all'approccio che si ha sulla musica da parte di certi elementi...meglio esclamare "NO COMMENT".

salvatore alle 10:37 del 27 agosto 2010 ha scritto:

Inascoltabili/insopportabili... Meglio la signor(in)a Gaga! :/

Non voto perchè non ho mai avuto lo stomaco di ascoltarlo per intero...

4AS alle 12:19 del 27 agosto 2010 ha scritto:

RE:

No dai non esagerare! . Neanche a me fanno impazzire i Queen, però non tirare in ballo Lady Caga, quella è veramente monnezza. I Queen tutto sommato hanno fatto cose buone, certo anche io li considero sopravvalutati! Però è musica non è una pagliacciata.

salvatore alle 12:46 del 27 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

4AS capisco il tuo sdegno, ma, ahimè, è proprio così... quella di Lady Gaga è una provocazione, ma almeno lei non mi fa imbestialire... Sul serio, io i Queen non li sopporto e trovo che non abbiano mai fatto una canzone decente. Sarò troppo duro, ma la penso esattamente così. E poi basta il ritornello di una loro canzone per farmeli odiare irrimediabilmente!

"We are the champions my friends

And we'll keep on fighting till the end

We are the champions We are the champions

No time for losers 'Cause we are the champions of the world"

Questo tipo di epicità mi stomaca. A questo punto meglio "Gaga hullallà"...

Non voglio apparire categorico, ma il mio pensiero è esattamente questo.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 14:34 del 27 agosto 2010 ha scritto:

guarda mercurios la tua era una risposta a stokerilla lo so benissimo, e quindi? non cambia niente! sei tu che continui a glissare! ho letto la tua lista dei dischi, muffosa a mio parere proprio come i queen, invece di ascoltare manowar e ac/dc (lol), ascolta altro, c'è da imparare!

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 15:17 del 27 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Dr. Paul..no comment...solo voi ascoltate buona musica...ma ricordati, buona musica per le vostre orecchie, non perforza per le mie!!!! Questo è il mio ultimo commento, non ne vale la pena parlare con persone come voi!

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 15:56 del 27 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE:

che bastoncini di carta cotonati usi mercurio? ghghgh quando si parla di queen si scade alla fine sempre nel patetico proprio come x l'opera lirica sempre a piagne stanno

astuta alle 17:03 del 31 agosto 2010 ha scritto:

PER ME....

La storia ha già dato la sua risposta sui Queen.. Non sono i migliori. di certo non sono tra i peggiori... se vai allo stadio e all'intervallo canti WE WILL ROCK YOU e alla fine magari vinci.. e canti WE ARE THE CHAMPIONS.... saranno banali... ma ho l'accortezza di dire che sono geniai banalità.

BOHEMIAN RAPSHODY vale la discografia di metà degli artisti che avete citato... e poi la grandezza e il valore di un gruppo lo decide il pubblico... non chi scrive i libri.

tutta questa discussione è già una risposta al valore della band.

I Queen non sono nati ieri, hanno attraversato 20 anni... e hanno sempre avuto successo. e ne hanno ancora... sono tutto e niente. ma non si ha successo dal 1971 ad oggi per caso, copiando o per culo...

poi se volete fare gli alternativi per forza... fatelo... ma non siate assurdi nei vostri commenti. perchè come prova si può portare la storia.... mica chiacchere da N.E.R.D.

salvatore alle 17:09 del 31 agosto 2010 ha scritto:

RE: PER ME....

"Ma non si ha successo dal 1971 ad oggi per caso, copiando o per culo..." E invece capita anche questo e nemmeno tanto di rado..

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 17:13 del 31 agosto 2010 ha scritto:

RE: RE: PER ME....

LOL è vero! astuta sembra che abbia raccontato la storia dei poo(h)

Lezabeth Scott alle 17:35 del 31 agosto 2010 ha scritto:

RE: PER ME....

Ma la storia de che? Delle vendite? Allora se parliamo di copie vendute l'elenco telefonico è il best-seller di tutti i tempi. Alla faccia di tutti i premi nobel per la letteratura. E poi perchè odi i N.E.R.D? Che t'hanno fatto a te? Pharrell è un signor musicista e produttore! ghghgh

fabfabfab (ha votato 4 questo disco) alle 18:02 del 31 agosto 2010 ha scritto:

Siamo tutti delle M.E.R.D.

salvatore alle 19:52 del 31 agosto 2010 ha scritto:

E io che credevo che i Queen fossero inutili... Mi sto scompisciando dalle risate a leggere questi commenti!!! Sicché siamo tutti delle M.E.R.D. ahahahaahah

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 20:58 del 31 agosto 2010 ha scritto:

RE:

Si, davvero, nel corso del dibattito sono state toccate punte d'ilarità che se le vendiamo a Zelig ci pagano pure i diritti (il palazzo dietro casa di Fabio e il povero geometra che l'ha costruito su tutti ihihihih ). Tra l'altro stavo guardando la colonnina delle recensioni collegate, abbiamo: tre (diconsi) tre dischi dei Muse, uno degli Uriah Heep (!? sarà contento Dickens), uno dei Boston, uno di Meatloaf ben due dei Queen e ci dicono pure che siamo un sito di snob. Questa è la trovata più comica di tutte!

astuta alle 16:13 del 2 settembre 2010 ha scritto:

Ma si ragazzi abbiamo toccato punte di ilarità assoluta... sia chi difende sia chi attacca. Però non si può dire che sono inutili o inascoltabili o che non hanno lasciato niente che nessuno se li è cagati ecc.ecc. Perchè questo lo può dire solo uno che dice il falso. e vuole farlo passare per verità... e io non lo accetto per principio.

Perchè se i Queen fossero inutili non sarebbero stati citati da: Metallica, Iron Maiden, Guns, Kurt Cobain, Dream Theater, Gamma Ray, Muse, George Michael ecc.ecc.

non avrebbero collaborato con David Bowie e Freddie Mercury non avrebbe inciso un album con Montserrat Caballè (e soprattutto li si dovrebbe riconoscere il genio di Mercury..)

Qui non si parla di pubblico o di vendite che non cito se no qualche poveretto mi dice che anche i Pooh hanno venduto un sacco e ci sono da 30 anni...

Ma sono sicuro che tutti gli artisti che ho citato o che avrei potuto citare non capiscono niente di musica o sono stati pagati....

per il resto oltre ai Queen cè molto altro...

io non ho meno di 13 anni. e neanche tutti quelli che ho citato hanno meno di 13 anni... quindi non penso che solo i bambini ascoltano i Queen. questa è una sciocchezza.... detta da uno sciocco.

salvatore alle 21:17 del 2 settembre 2010 ha scritto:

Astuta che dirti?! Per me i Queen davvero sono inascoltabili. Hanno quel tipo di pomposità/epicità/magniloquenza/ridondanza - che diventano cattivo gusto e dozzinalità - che proprio non tollero. Tu scrivi che se uno crede che i Queen siano inascoltabili, dice il falso... Che posso dirti? Ti assicuro che non mento, infatti non li ascolto... Che poi tu non lo accetti per principio, questo ci sta o perlomeno è nelle tue facoltà, visto che io le cose fatte per principio non tanto le condivido. Per quanto riguarda l'inutilità, i Queen sono inutili per me, visto che non solo non mi consentono una qualsiasi tipo di crescita, ma non mi vanno bene nemmeno come passatempo (perchè non sono uno snob che ascolta musica solo per elevarsi. Viva il sano e semplice divertimento!). Sul fatto che non siano oggettivamente inutili, ti do ragione, visto che c'è un sacco di gente che la pensa come te... Che dire? Se ti piacciono così tanto continua pure ad ascoltarli, nessuno vuole farti cambiare idea. Io però sono liberissimo di dire: "No, grazie" o quantaltro...

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 22:38 del 2 settembre 2010 ha scritto:

boh astuta il mio è solo pour parler non te la prendere, io devo però ancora capire chi si è mai ispirato realmente ai queen! ad oggi non ci sono tracce, il synth pop no di certo, il grunge no, il brit pop no, il madchester no, il neo folk no, la new wave no, il trip hop no, psych no, nu metal no, neo prog no, ma insomma chi?? non si sa...li hanno nominati i metallica....anche io nomino i queen perche da ragazzo li ascoltavo, ma questo nn significa che mi abbiano cambiato la vita. guardiamo i fatti per quello che sono (la carriera dei metallica), non le citazioni durante le celebrazioni. anche la storia di bowie: era amico di freddie, hanno inciso insieme un 45 giri e basta, nn significa nulla secondo me, i queen avevano "bisogno" di una collaborazione importante, bowie anche....aveva appena cambiato etichetta dopo mille problemi di soldi con la vecchia, aveva firmato o stava firmando per la EMI, gli serviva nuovo pubblico e lo ha avuto anche grazie a quella collaborazione su 45 giri, tanto è vero che proprio da li inizia la sua fase commerciale 80s... per bowie è stata una questione di amicizia e quattrini)

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 22:59 del 2 settembre 2010 ha scritto:

RE:

ma poi fu anche un cosa estemporanea dovuta al fatto che si trovavano entrambi in svizzera e così venne fuori under pressure ed era solo il 1981 ...pezzone sia detto linee melodiche che si intersecano (ce ne saranno almeno 7-8 ) alla perfezione ma "rovinato" proprio dalla voce trattata coi soliti trucchetti di mercury per raggiungere estensioni false ...chipping around-kick my brain around the floor la prende troppo alta e deve cantarla in falsetto ...poi arriva why why why e lì viene amplicata ed estesa dal missaggio...c'è di grandiosa la prestazione vocale di bowie naturale calda ( quando attacca da cause love's such è stellare non lo prende nessuno)

mercurio_ch (ha votato 10 questo disco) alle 8:44 del 3 settembre 2010 ha scritto:

RE:

Dr. Paul, Under Pressure è stata creata per caso, Bowie ed i Queen si sono trovati a fara una jam session a Montreaux ed hanno improvvisato per tutto il giorno ed è uscita questa canzone. Il girno dopo Bowie doveva andare a New York e Freddie lo ha seguito poco dopo per il missaggio...pertanto in poche ore hanno creato questa canzone e quello che dici tu che avevano bisogno di collaborazini importanti ecc...sono tutte balle!!! Ho avuto il piacere di parlare con una persona molto vicino a Freddie Mercury che mi ha raccontato un sacco di cose, quindi sono sicuro di quello che dico sui Queen...voi vi fermate solo sul vostro pensiero che non vi piacciono e non hanno portato nulla....

Ah per precisare ancora una cosa...nessuno usava il delay come faceva Brian May sin dalgli esordi! Infatti Brighton Rock era già pronta per il 1972 ma l'hanno pubblicata nel 1974...

Poi da quanto percepisco o una band da origini ad una cosa nuova o fa cagare...beh, questo tipo di commennti fanno cagare....chi ne capisce realmente di musica, questi pensieri se li tiene per se...

DonJunio alle 23:00 del 2 settembre 2010 ha scritto:

Muse, Darkness, My Chemical Romance, Alex del Piero che canta We are the Champions al Circo Massimo nel 2006 ....tanti epigoni di Freddie e soci si sono visti anche in questi anni, Paul.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 9:48 del 3 settembre 2010 ha scritto:

underpresure nata per caso, che mi ripeti il messaggio di stokerilla? lo hai saltato? è stato tutto molto rapido è vero, ma cosa cambia, nn capisco dove vuoi andare a parare, perchè queste precisazioni pedanti e senza peso specifico? la collaborazione serviva a tutti e due, e per bowie è andata cosi come ti dico io!!

ozzy(d) alle 10:00 del 3 settembre 2010 ha scritto:

Sì', tutto molto rapido tra Bowie e Freddie, praticamente A quick one per dirla con gli Who, Stokerilla ne è stato testimone oculare e voyeur ghghghgh

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 10:56 del 3 settembre 2010 ha scritto:

RE:

Ghghghghghgh lo sapevo che l'avresti detto. Resta comunque una delle poche canzoni decenti dei Queen dal 1976 (ad pre-punk) in poi. Sulla costruzione del pezzo, sull'interpretazione e sul confronto fra le due voci (quella morbida ed elegante di Bowie e quella, come al solito, sopra le righe di Mercury) credo che Paul e Stoke abbiano descritto l'affaire come meglio non si potrebbe.

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 13:42 del 3 settembre 2010 ha scritto:

RE:

giggity ghhghg

mi sa che i due discutevano più di EMI che altro...vero dr paul?

REBBY alle 11:22 del 3 settembre 2010 ha scritto:

Adesso dici decente ehehxiuxiu, ma non ci voleva

molto a farla meglio vero?

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 11:42 del 3 settembre 2010 ha scritto:

RE:

Eheh. Boh, non saprei. Come ho già detto altrove: i Queen erano sicuramente dei bravi guitti, il mestiere lo conoscevano, e fino al 76 qualcosa di buono l'hanno combinato. Sempre nel genere pomp, carosello, circense che dopo poco stomaca come un drink eccessivamente dolce e appiccicoso. Buona parte del merito, secondo me, era del produttore Roy Thomas Baker, che aveva lavorato con Zappa, e che sapeva trasformare la loro indulgente megalomania in sgargiante autoparodia (nei due album ispirati ai fratelli Marx, soprattutto). Poi partito lui e arrivato il successo hanno cominciato a prendere tutto tremendamente sul serio. Così a parte qualche episodio come "Another One Bite The Dust" o la stessa "Under Pressure" sono diventati quasi insopportabili. Tra l'altro, mi è rimasto un dubbio, quando, dove e a che proposito Cobain avrebbe detto che i Queen sono state una delle influenze determinanti nella sua carriera? No perchè io ho letto almeno due sue biografie e non me ricordo un cenno. Sapevo che da piccolo adorava i Beatles (che sono altra cosa e loro si hanno influenzato anche i generi più distanti dalla loro sensibilità) e "My Sharona" degli Knack" e poi dal 1977/78 e per tutta l'adolescenza e oltre s'è quasi completamente dedicato alla causa del punk. Mi pare strano che Cobain si mettesse davanti allo specchio con la corona e il mantello a provare "Somebody To Love" come se fosse uno sbarbato di "American Idol".

REBBY alle 12:23 del 3 settembre 2010 ha scritto:

Beh, io li ho conosciuti in terza media (73-74),

grazie al mio compagno di banco (ciao Eros eheh).

Ma non mi sono mai piaciuti tanto, da subito.

Anche l'arrivo successivo di Somebody to love non

mi ha fatto cambiare idea. Poi ho smesso (per

quello che mi hanno consentito i media). Però

un altro estimatore lo abbiamo trovato: Jamie

Stewart. Egli dice questo, in un'intervista a Bryan Hood (Anthemmagazine.com 19/04/0, che

gli chiedeva perchè avesse deciso di coverizzare questa canzone e come mai gli piacesse: "It's

hard to say. I mean just in a really base, non

intellectual way, I just love that song. With no

depth, I love that song."

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 12:43 del 3 settembre 2010 ha scritto:

RE:

Eheh, io in quinta elementare, invece. Subito dopo l'uscita di questo disco qua e la morte di Freddie poverino. Non so come spiegarlo, hanno un qualcosa di fumettistico-cartoonesco che a quell'età ti ipnotizza, ti dà dipendenza, non ne puoi più fare a meno. Fino alla seconda media li ascoltavo come un matto. Poi ho scoperto il punk, l'indie, i Nirvana eccetra ed è finita lì. Ho amici, però, che ci sono rimasti sotto di brutto. Guai a chi glieli tocca. Ogni volta che esce fuori l'argomento scoppiano discussioni tipo questa qua sotto. Ghghgh.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 14:47 del 3 settembre 2010 ha scritto:

lolllll

astuta alle 17:48 del 8 settembre 2010 ha scritto:

Le discussioni sui Queen vengono fuori perchè cè gente che le tenta tutte pur di provare a sminuire e a cambiare il senso delle cose... tipo qualcuno di voi. Abbiamo sentito di tutto... su qualsiasi canzone e su qualsiasi cosa abbiano fatto cè una confutazione, un anedotto che il mondo non sapeva.... Purtroppo poi ci sono gli esaltati che fanno il lavoro opposto. I fan a tutti i costi...

I Queen si possono ascoltare anche dopo i 13 anni, ce chi ha il complesso dei Queen e se ne deve liberare perchè lui è "andato oltre..." mi vien da ridere.... A 13 anni ascoltavi i Queen, i Nirvana e i Metallica... perchè era quello il periodo... non perchè hai 13 anni. Può darsi che uno a 13 anni adesso ascolti i Muse... o che ne so io...

Nella lettera di morte di Cobain dovrebbe esserci il nome di Freddie Mercury... prova acontrollare

Cmq ascoltate tutto e non buttate via niente. Io trovo gran parte delle recensioni scritte in questo sito abbastanza snob... sembrate quel Caruffi...Cazuffi.... Non gli va bene niente. Tranne gli Abba... ))

REBBY alle 18:11 del 8 settembre 2010 ha scritto:

L'URLO MANIACALE DELLA FOLLA - K. COBAIN

"Quando siamo nel backstage e le luci si spengono

e sento l'urlo maniacale della folla cominciare,

non ha nessun effetto su di me, non è come era per

Freddy Mercury, a lui la folla lo inebriava, ne

ritraeva energia e io l'ho sempre invidiato per

questo, ma per me non è così"

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 18:38 del 8 settembre 2010 ha scritto:

RE: L'URLO MANIACALE DELLA FOLLA - K. COBAIN

Appunto: significa che erano come il giorno e la notte. E non lo dico io, lo dice lui poverino. Poi non fa alcun cenno a meriti di tipo musicale. Fine della discussione per quanto mi riguarda. Grazie Reb, per la puntuale citazione.

astuta alle 11:05 del 9 settembre 2010 ha scritto:

mah..

Io credo che voi siate caduti nel vortice del " io non ascolto i Queen perchè li ascoltavo a 13 anni"... siete uguali ai superfan dei Queen e non ve ne accorgete. non siete obiettivi esattamente come loro.... per cui per me tra voi e loro non cè differenza.

adesso la discussione è finita per quanto mi riguarda.

Lezabeth Scott alle 11:19 del 9 settembre 2010 ha scritto:

RE: mah..

No, non li ascoltiamo, perchè li abbiamo già ascoltati abbastanza e abbiamo deciso che non vale la pena perderci altro tempo (20 persone diverse te lo hanno spiegato in 20 modi diversi, ma niente). C'è troppa buona musica in giro e troppo poco tempo per ascoltarla. Prova anche tu, ascolta un po' di gruppi segnalati da questi ragazzi, e vedrai che ti si apriranno mondi sconosciuti. Arroccarsi su una posizione "io contro il resto del mondo", non serve a nulla.

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 11:24 del 9 settembre 2010 ha scritto:

RE: mah..

Va bene, va bene. Sono nel vortice. Se di 20 pagine di discussione e pareri diversi e circostanziati, hai capito solo quello, io non posso farci niente. Oltretutto siamo così prevenuti da ospitare ben due recensioni dei Queen e da essere pronti a pubblicarne altre in caso qualcuno, tipo tu che sei obiettivo, volesse scriverne. Eh si, siamo proprio nel vortice. Buonanotte.

astuta alle 11:22 del 9 settembre 2010 ha scritto:

CITAZIONE DI CHI CON I QUEEN NON C'ENTRA UN CAZZO....

"Da piccolo mi dicevano sempre che il rock era una musica infernale, i Queen sono la prova che quelli si sbagliavano. Sono stati tutto per me, puri campioni!". Axl rose

"Lo stile dei Queen era unico, imitarli è impossibile" Ozzy O.

"Freddie fu enorme fonte di ispirazione per me. Religiosamente assistevo agli spettacoli dei Queen anno dopo anno, aspettando impazientemente ogni loro nuovo album."

(GEORGE MICHAEL)

"A mio avviso è stato un genio che ha costantemente esplorato ogni area della musica popolare contemporanea, dal rock al blues, dal jazz all'opera e oltre."

(ROB HALFORD riferendosi a Freddie)...

altro che giorno e la notte.... svegliarsi!

chi ne capisce di musica ne parla in altra maniera... saranno scemi, tonti, pagati o che ne so io... questo sito si chiama storia della musica... ma per piacere, voi fate solo retorica snob e banale critica.

Poi sono d'accordo con voi che una parte del materiale Queen è pop, se non ci fosse Mercury e May sarebbe perfino inutile... il problema è che cè una buona parte di materiale ottimo. ma se volete per forza andare controcorrente... perchè questa è la "moda"... prego. fate pure.

Poi alla fine i gusti son gusti... ma non dite che Elton John e Ozzy e Halford & co. hanno 13 anni.... dai su.... bando alle banalità.

astuta alle 11:24 del 9 settembre 2010 ha scritto:

dai scott consigliami qualcosa... dICO SUL SERIO.

Io sono curioso. figurati se sto ad arrocarmi... la pensavo cosi a 16 anni.... però non sono neanche d'accordo con chi si arrocca dall'altra parte della valle... tutto qui.

Lezabeth Scott alle 11:44 del 9 settembre 2010 ha scritto:

RE:

Mi chiamo Elizabeth, tesoro. Mi sembri un/a bravo/a ragazzo/a per cui ti consiglierei dai dischi indicati a capopagina come i migliori del 2010. Comincia dalla Monae, poi i National, poi i Black Keys, poi Sun Kil Moon, poi Ariel Pink, l'ordine, insomma, lo stabilisci tu...ciao

astuta alle 16:10 del 9 settembre 2010 ha scritto:

RE: RE:

grazie per i consigli... ascolterò...

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 15:13 del 9 settembre 2010 ha scritto:

"george micheal Elton John e Ozzy e Halford & co. hanno 13 anni.... dai su.... bando alle banalità."

astuta sei una persona pura e onesta, altri avrebbero "astutamente" omesso i nomi da te citati perchè avrebbero solo aggravato le quotazioni già al ribasso dei queen. apprezzo!

astuta alle 16:20 del 9 settembre 2010 ha scritto:

RE:

Se citavo che ne so... Luc Besson rialzavo le quotazioni dei Queen? si vero?

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 16:33 del 9 settembre 2010 ha scritto:

RE: RE:

NO! almeno fatti astuta e vai su Fritz Lang ghghgh

benoitbrisefer alle 15:56 del 9 settembre 2010 ha scritto:

Premesso che non ho mai amato i Queen (neppure a 13 anni!!) ma che riconosco la loro perizia tecnica e la capacità di creare gradevoli e accattivanti melodie di facile presa, detto anche che non mi meraviglio che possano essere seguiti da tanti con sincera e viscerale passione, credo che il parlare di "inutilità" debba essere ricercato nella capacità di lasciare traccia nelle generazioni di artisti successive, di essere "seminali" di intersecare la storia del rock stravolgendola e cambiandola, da quel momento per sempre... Ora se questo lo vedo, lo sento, per musicisti (tanto per citare a caso e non andrò oltre la fine degli'80s) come Velvet Underground, Nick Drake, Television, Joy Division, Jesus & Mary Chain, My Bloody Valentine etc. francamente mi riesce impossibile dirlo per i Queen.

benoitbrisefer alle 16:04 del 9 settembre 2010 ha scritto:

Dimenticavo: mi associo a Lezabeth per gli straordinari National!!! E aggiungo l'ormai datato (200 ma splendido I Worked on the ships dei Ballboy e l'ottimo secondo disco degli A Place to Bury Strangers

astuta alle 16:06 del 9 settembre 2010 ha scritto:

Abbiamo capito. il dottore l'ha comprata la laurea...

l'importante è "mettere" un Gainsbourg ogni tanto a caso e andare ai concerti degli Air.... eh si...

tipico degli pseudointellettuali citare qualcosa di francese...

Mamma mia... che ridere... trovo che chi va ad un concerto degli Air non debba recensire per legge. Loro si che hanno cambiato il panorama musicale, originali, e saranno ispiratori sicuramente di ampie schiere di duo elettronici futuri...

che bello Internet da la possibilità a tutti di esprimersi... è proprio bello....

forse...

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 16:20 del 9 settembre 2010 ha scritto:

vabbe non c'è verso, siamo tutti nel vortice meno te...

salvatore alle 17:03 del 9 settembre 2010 ha scritto:

Vedi, proprio non ci siamo... Luc Besson=Queen. Se volessi fare la persona astuta (hihihi) e rialzare le quotazioni dei Queen dovresti citare Bresson, Resnais o i fratelli Dardenne (francofoni ma non francesi, vale a dire ultrachic). Insomma, dai, ora non mi mettere in mezzo Gainsbourg o gli Air. Lasciamo stare... Piuttosto, fossi in te, e a proposito di francesi, proverei con Françoise Hardy. Non sto scherzando... Magari il concetto di eleganza/dozzinalità apparirebbe più chiaro!

gull alle 17:11 del 9 settembre 2010 ha scritto:

"... poi se volete fare gli alternativi per forza... fatelo... ma non siate assurdi nei vostri commenti. perchè come prova si può portare la storia.... mica chiacchere da N.E.R.D".

"Io trovo gran parte delle recensioni scritte in questo sito abbastanza snob... sembrate quel Caruffi...Cazuffi....".

"svegliarsi! chi ne capisce di musica ne parla in altra maniera".

"ma per piacere, voi fate solo retorica snob e banale critica".

Inutile che ti nascondi, facendo intendere che non sei propriamente un fan (o una fan?) sfegatato dei queen.

Tu in realtà, come tutti i fanatici, ricerchi l'unanimismo assoluto.

Insultare in questo modo chiunque manifesti un pensiero difforme dal tuo, è tipico infatti di chi ha una visione fanatica, chiusa ed assolutistica.

In sostanza, anche tu non ritieni possibile che i tuoi idoli possano in tutta sinceramente non piacere a qualcuno. Quindi quel qualcuno che lo dice è certamente in mala fede, oppure è invidioso, oppure ancora fa lo snob per provare a tirasi fuori dal vortice.

Ahahahahaha

Tipico di tutti i fanboy!

gull alle 17:12 del 9 settembre 2010 ha scritto:

* in tutta sincerità

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 21:34 del 17 settembre 2010 ha scritto:

da wiki tutte le band influenzate dai queen

...io ho sempre detto che nel hard rock e l'heavy metal ci sono i germi del male...dr paul fatti gli occhi:

Queen have been recognised as having made significant contributions to such genres as hard rock[87] and heavy metal,[88] amongst others. Hence the band has been cited as an influence by many other musicians. Moreover, like their music, the bands and artists that have claimed to be influenced by Queen are diverse and span different generations, countries and genres.

Some of the musicians that have cited the band as an influence include: Anthrax,[89] Ben Folds Five,[90] Nirvana,[91] Def Leppard,[92] Extreme,[93] Foo Fighters,[94] Green Day,[95] Guns N' Roses,[96] Helloween,[97] Iron Maiden,[98][99] Kansas,[100] Keane,[101] Lady Gaga,[102] Manic Street Preachers,[103] Metallica,[104] Mika,[105] Muse,[106] My Chemical Romance,[107] Radiohead,[108] Trent Reznor.[109] Styx,[110] The Killers [111] and The Smashing Pumpkins.[112][113]

Queen have been cited as a major influence on the "neo-classical metal" genre by Swedish guitarist Yngwie Malmsteen.[114] Metallica recorded a cover version of "Stone Cold Crazy", which first appeared on the Rubaiyat — Elektra's 40th Anniversary album in 1990, and won their first Grammy Award for Best Metal Performance in 1991. In the early 70s, Queen helped spur the heavy metal genre's evolution by discarding much of its blues influence;[88][98] the New Wave of British Heavy Metal followed in a similar vein, fusing the music with a punk rock sensibility and an increasing emphasis on speed.

G00dkat (ha votato 4 questo disco) alle 22:24 del 21 dicembre 2010 ha scritto:

Aragoste o pane

Leggevo recensioni su ondarock, leggo commenti qua. I Queen fanno canzoni banali, sono mediocri musicisti, sono spazzatura o quasi. E' ridicolaggine. E' detto da persone che vorrebbero tanto capire cosa prova il mondo ad ascoltare questa musica ma non ci riesce. E allora getta fango adducendo scuse tecniche. Di certo i Queen non sono i migliori musicisti al mondo. Ma a saper fare canzoni belle, e bello vuol dire che piaccia, i Queen erano capaci, erano i migliori. E se la banalità piace, evviva la banalità! Anche il pane è banale, ma non c'è cosa più buona! Era arte, non era arte. Non è chi critica a poterlo stabilire. Ma anche se vi da tanto fastidio la loro musica piace, gasa, si fa cantare, è simpatica e potente e in molti casi geniale. Poi qualcuno non venga anche a criticare la voce di Mercury...che anche questo si sente in giro...

Cmq per informazioni chiedere al pubblico del Live Aid 1985! Fino a quel punto tanti dicevano che senza le loro luci e la loro scenografia facevano schifo. Si è visto! Detrattori snob da quattro soldi. Il resto del mondo ascolterà Queen! La Regina!

salvatore alle 10:34 del 22 dicembre 2010 ha scritto:

Ma sì... diciamolo pure... Io te l'appoggio!

dalvans (ha votato 1 questo disco) alle 14:52 del 21 ottobre 2011 ha scritto:

Insopportabile

Buffonata

Mirko Diamanti (ha votato 10 questo disco) alle 14:18 del 15 novembre 2011 ha scritto:

Innuendo

Uno dei dischi più portentosi della storia del rock. A voi non piace? Mi accontenterò della compagnia di Franco Battiato nel gustarmelo di tanto in tanto: nel farmi travolgere dal progetto studio meglio realizzato che abbia mai ascoltato.

salvatore alle 14:40 del 15 novembre 2011 ha scritto:

Giuro che non sono io...

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 14:47 del 15 novembre 2011 ha scritto:

RE:

ah ma non sei tu? io ti ho appena cancellato dalla lista amici!! ti reinserisco allora!

salvatore alle 14:53 del 15 novembre 2011 ha scritto:

RE: RE:

eheheh

alekk (ha votato 7 questo disco) alle 14:20 del 24 ottobre 2012 ha scritto:

Dico la verità: ci sono almeno 4 album superiori a questo nella discografia del gruppo inglese,ma era da più di 10 anni che non ne facevano uno buono. Oggettivamente è un album da 6. Il voto si alza con la magnifica Innuendo,a mio avviso la miglior canzone dei queen. Presa spunto da Kashmir dei Led Zeppellin la supera però come complessità compositiva e strutturale. Basta vedere le incredibili figuracce che fece Robert Plant quando provò a cantarla...tanto che tagliarono la sua esibizione...

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 18:45 del 24 ottobre 2012 ha scritto:

mah su 12 pezzi posso anche capire che i soliti 4 di questo album siano OK ( non a caso fuorno anche i singoli che i queen questo sono una band per singoli e greatest hits) ma il resto è tutto riempitivo: come si fa a dare la suff.?

Totalblamblam (ha votato 1 questo disco) alle 18:45 del 24 ottobre 2012 ha scritto:

mah su 12 pezzi posso anche capire che i soliti 4 di questo album siano OK ( non a caso furono anche i singoli che i queen questo sono una band per singoli e greatest hits) ma il resto è tutto riempitivo: come si fa a dare la suff.?

danter (ha votato 7,5 questo disco) alle 12:11 del 13 settembre 2013 ha scritto:

allora panzone insegnaci tu che musica dovrebbe ascoltare un essere umano capace di intendere e di volere secondo te sentiamo

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 17:05 del 13 settembre 2013 ha scritto:

Ma con chi ce l'hai, di preciso?

salvatore alle 18:16 del 13 settembre 2013 ha scritto:

Credo alluda all'avatar di Stoked... :/

jekspacey (ha votato 10 questo disco) alle 11:00 del 9 giugno 2013 ha scritto:

Se avessero tolto Delilah, che è uno dei pezzi più brutti della storia, gli avrei dato anche 11

Giuseppe Ienopoli alle 18:20 del 13 settembre 2013 ha scritto:

... Leza è un'acciughina ... tu sei un palestrato ... dei denigratori mercuryali (obesi) rimane uno che ha votato 1 un anno fa ... circa.

simone coacci (ha votato 5 questo disco) alle 11:36 del 14 settembre 2013 ha scritto:

Ha ragione Salvo, mi sa, sempre perspicace...comunque un 6 'sto pappone di singoli forse se lo merita. Ritratto il 5.

motorcity5 (ha votato 6,5 questo disco) alle 12:53 del 14 settembre 2013 ha scritto:

"Innuendo" grandissimo pezzo, nella loro top 5 di sempre. Il resto un po' altanenante, "The show must go on" sarebbe anche carina ma è stata davvero troppo usurata.

glamorgan alle 16:24 del 11 agosto 2015 ha scritto:

Mai sopportati, ci sono almeno 20 gruppi migliori. Freddy Mercury poi non lo sopporto, con quelle canottiere e quei baffi da negozio di macelleria

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 16:41 del 11 agosto 2015 ha scritto:

Glam con tutto il rispetto ma la storia dei 20 gruppi migliori mi sembra una forzatura..Per me ne hanno davanti 100 o anche di più, ma si tratta di valutazioni soggettive: stilare graduatorie "assolute" non sta in piedi

unknown (ha votato 7 questo disco) alle 17:51 del 12 agosto 2015 ha scritto:

In realtà anche per me stanno in classifica molto molto in basso......a livello pratico però c'è da dire che come fans e come vendite stano tra i primi 5 o 6...dove è l'errore ?

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 21:41 del 12 agosto 2015 ha scritto:

io lo dico sempre, i queen nel loro biennio migliore (scegliete voi) erano i peggiori della loro era. immaginate nel 73-74 i queen che posizione potevano occupare? davanti a loro avevano almeno una cinquantina di nomi...poi che i fans siano numerosissimi (lo sono diventati dal live aid in poi) è una cosa di relativo interesse. anche madonna ha fans numerosissimi e vendite eccezionali.....

glamorgan alle 8:40 del 13 agosto 2015 ha scritto:

sono stato generoso con i Queen, ho considerato solo 20 gruppi migliori di loro, tra l'altro trovo la canzone "We are the champions" terribilmente ruffiana, forse sapevano che sarebbe stata suonata in ogni occasione autocelebrativa. Io li considero un pò come gli Eagles, sono i gruppi preferiti di chi ha una cultura lacunosa della musica rock dai 60' in poi. Se chiedi a loro chi siano i Love, I jefferson Airplane, I quick silver messenger service ti guardano perplessi....

unknown (ha votato 7 questo disco) alle 16:00 del 13 agosto 2015 ha scritto:

Si benissimo....ma io ho imparato a rispettare i gusti di tutti pur non approvando. ..in questo sito per la maggior parte pensiamo che i Queen siano poca cosa musicalmente parlando me compreso ...ma non posso pensare che quelli furbi musicalmente stiano tutti racchiusi qui mentre fuori son tutti cogl....e conosco persone che lacunosa non sono per nulla eppure hanno i dischi dei queen

unknown (ha votato 7 questo disco) alle 17:34 del 13 agosto 2015 ha scritto:

Lacunose ....il cell scrive come vuole lui

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 23:59 del 13 agosto 2015 ha scritto:

quel che dici è vero, ma i queen sono sempre stati oggetto di ostracismo da parte della critica, noi qui su SdM arriviamo per ultimi....

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 8:53 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Ostracismo che me li ha resi più simpatici, anche perché, nonostante secondo me abbiano fatto buone cose in vari dischi, non hanno beneficiato della rivalutazione ex post che ha investito molto mainstream pop (da Madonna ai Duran Duran, per arrivare a molte star contemporanee). Insomma, non sono abbastanza validi, coraggiosi e "profondi" per piacere al mondo indie, non sono abbastanza "in" per essere rivalutati dalla critica mainstream-oriented. Detto che non li stimo particolarmente nel complesso, credo anche che negli ultimi anni molte banalità pop o wave-revival e dintorni abbiano goduto di un prestigio superiore a quello dei Queen in modo del tutto immeritato.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 12:59 del 14 agosto 2015 ha scritto:

io credo che nulla nasca per caso...l'ostracismo non era dovuto all'antipatia per i baffi di uno o i riccioli di un altro componente della band. anche il fatto che solo loro non abbiano beneficiato delle rivalutazioni post (qualcosina in realtà si è mossa ma molto poco)......è sintomo di qualcosa di ben preciso! you’re going to reap just what you sow (raccoglierai ciò che hai seminato) diceva qualcuno di quelli tosti e che non ha bisogno di rivalutazioni post!

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 14:18 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Forse non li hanno rivalutati perché hanno i fan peggiori di sempre ghghgh

Scherzi a parte per me gente come Duran Madonna e molti altri, anche degli ultimi anni, sono decisamente meno meritevoli di loro, che avevano un loro mood, un loro stile particolare, e qualche gran pezzo l'hanno azzeccato.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 15:42 del 14 agosto 2015 ha scritto:

un loro stile particolare...boh per me sono sempre andati a rimorchio dei carri che passavano in quel preciso momento... duran o madonna ...in altri generi musicali, in apparenza meno articolati, hanno creato qualcosa dal nulla, hanno guardato al passato ci mancherebbe, ma hanno aggiunto un loro tratto distintivo che ha fatto scuola (i duran sono stati determinanti nella nascita del new romantic) e poi almeno inizialmente non si prendevano sul serio....

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 16:07 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Bah lo stile Queen io lo ritrovo solo nei Queen, con tutti i loro limiti (spesso pacchiani, molti riempitivi, testi molto poveri etc...). Quell'hard-rock profumato di glam non lo si è visto spesso, le pièce progressive come "Bohemian Rapsody" & C. sono un unicum. Certamente i loro fan hanno contribuito a renderli insostenibili, sono d'accordo, ho vissuto il prima persona l'attacco frontale di alcuni di loro )

Però ecco se la pietra di paragone sono Madonna e Duran mi viene abbastanza da sorridere, anche per doti compositive e classe..e anche gente come Muse Coldplay per me è decisamente più pacchiana e povera, poi per carità gusti.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 16:49 del 14 agosto 2015 ha scritto:

discorso vecchio: andava di moda il glam-arty e loro erano glam (poi se ci vuoi aggiungere le venature hard ok) come i roxy, gli sparks e todd rundgren prima di loro. andava il prog e loro erano prog proprio come i genesis, soft machine e compagnia cantante prima di loro, andava il rock da stadio e loro erano rock da stadio, poi andava il synth pop e ...incredibilmente anche loro erano synth pop.....ps pietre di paragone io non ne ho portate.

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 17:04 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Ripeto che secondo me uno stile Queen abbastanza particolare e riconoscibile esiste. Mai detto però che siano stati rivoluzionari o anche solo "antagonisti": seguivano le mode e facevano i soldi in tal modo. Io valutavo la qualità delle loro composizioni: spesso pacchiana e mediocre, ma qualcosa di buono c'è.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 17:34 del 14 agosto 2015 ha scritto:

certo qualcosa di buono la fanno tutti, coldplay compresi. stavamo cercando di individuare i motivi di una scarsa rivalutazione post, al contrario di tanti altri loro colleghi. per l'appunto dicevo che "nulla nasce per caso".

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 20:12 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Per me fra il qualcosa dei Queen e il qualcosa dei Coldplay ci sono due categorie di differenza, e vista la mia considerazione per i Queen non si tratta di un gran complimento

Peraltro non prenderei per oro colato le valutazioni né le rivalutazioni della critica, ammesso che esista una linea comune su tutti i fronti...Basti pensare a come il punk ha cancellato con un colpo di spugna decenni di musica, prendendo per oro colato la critica del tempo avremmo perso un bel po' di cose. Aggiungiamo appunto che il revival e le tendenze rivalutative, che di solito arrivano dopo vent'anni, sono spesso dettate da ragioni extramusicali.

Anche la critica jazz ha sempre demolito le novità per conservare una teoria purezza originaria, indi da questo punto di vista non le do molto credito: da Parker a Braxton ci sono passati quasi tutti.

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 20:20 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Diciamo Paul che nei loro confronti noto una durezza di giudizio assoluta, l'originalità addirittura diventa il parametro di giudizio fondamentale (ma allora stronchiamo il 90% della musica).

Per me sono stati un gruppo furbo e commerciale di talento, che in mezzo a tanta spazzatura ha piazzato qualche brano che tutti i Coldplay Muse (o anche Franz Ferdinand) dell'Universo non saprebbero concepire in un milione di anni. Poi gusti, ma ecco non mi garba molto il diverso metro di giudizio adottato a seconda del nome della band,

E parla uno che da decenni fronteggia fan agguerriti e li denigra di default, perché in ogni discussione arriva il boss che li celebra come divinità della musica (io sto a metà e di certo li antepongo a tantissima robaccia dell'ultimo quindicennio spacciata per grande musica, o per musica originale).

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 21:46 del 14 agosto 2015 ha scritto:

"Diciamo Paul che nei loro confronti noto una durezza di giudizio assoluta"....francesco...siamo alle solite, you're going to reap just what you sow. perchè proprio a loro succedono queste cose e non ad altri? siamo alle solite, mi ripeto, nulla nasce per caso. e sì che le tendenze rivalutative per i queen non dovrebbero mancare....come sai...basta metterli in copertina di una rivista per venderne più copie....eppure...nonostante qualcuno ci abbia provato a spingerli in tempi recenti.....niente.... chi ha rivalutato i Magazine dopo vent'anni non lo ha fatto per ragioni extramusicali. è un discorso che vale per tutti però, non solo per i Magazine, sarebbe troppo sciocco rivalutare qualcuno solo per la presenza fisica.

FrancescoB (ha votato 7 questo disco) alle 22:23 del 14 agosto 2015 ha scritto:

Il problema dei Queen è anche la loro ambizione da rocker seri, che li rende particolarmente fastidiosi agli occhi della critica seria. Mentre nessuno ha mai messo Madonna fra i musicisti "importanti", e i suoi fan appartengono a un mondo completamente diverso da quello del rock "serio". I Queen no, e questo li rende veramente irritanti: ma appunto stiamo parlando di questioni che con la scrittura musicale e la produzione in sé hanno poco a che vedere, ne converrai.

Sul fatto poi che la critica ci veda giusto, ripeto, permettimi di dubitare: primo perché la "critica" non è un blocco unico; secondo perché comunque ci sono mille fattori e anche tendenze del momento, a inizio anni '90 pareva che tutta la musica elettro-pop degli anni '80 fosse la morte, nell'ultimo decennio è diventata un must. I Queen non sono mai stati massacrati per le doti in sé, ma per la pacchiana pretenziosità, e 'sta cosa non gliela puoi levare: così però il discorso sulla musica passa sempre in secondo piano.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 22:54 del 14 agosto 2015 ha scritto:

bè la "pacchiana pretenziosità" fa parte del discorso artistico, la produzione, le scelte sonore! non so se la critica vede sempre giusto, ma a questo punto dobbiamo dire che non vede giusto molto più spesso neanche il singolo fruitore. le tendenze del momento -in vari momenti- non hanno mai premiato i queen, continuo a pensare che deve esserci un perchè, e sicuramente non può essere una motivazione estetica. nei 90 l'elettro pop di soft cell, depeche mode, omd, new order ecc non ricordo fosse guardato con sospetto. anzi!! buone vacanze a tutti!!

PetoMan 2.0 evolution (ha votato 9 questo disco) alle 17:37 del 22 agosto 2015 ha scritto:

A volte l’eccessiva fama di alcuni personaggi ne sfigura il reale valore, negativo o positivo che sia.

Il divario fra la considerazione di cui godono a livello popolare e quella a livello critico, altera un po’ la percezione delle cose, spingendo molti a pensare che siano addirittura “odiati” dalla critica. Ma poi in realtà, tutto questo odio della critica io non lo vedo.

In Italia ad esempio l’odio, se così si può definire, è circoscritto a certa critica più alternativa, ma già se si prende la critica più generalista l'astio dov’è? In riviste come Rockstar e Tutto dei Queen si è sempre parlato abbastanza bene. Su Classic Rock vengono regolarmente incensati.

Ma anche su Blow Up mi pare che siano trattati non dico bene, ma nemmeno male. Li hanno pure messi in una loro guida se non sbaglio.

Su onda rock la loro discografia anni settanta è promossa, non a pieni voti, ma è promossa tutta, e non si parla di 2 o 3 album, ma di ben 8 dischi, e 8 dischi per molti sono un’intera discografia, per altri 8 dischi sono due intere discografie.

Anche qui su SdM, hanno 4 recensioni con voti positivi e, a parte The Miracle, anche la media voto utenti del sito è positiva.

Sul Mucchio ne hanno spesso parlato male, ma come d’altra parte hanno spesso liquidato malamente molto pop e rock inglese anni 70, 80… tanto per dire, nella classifica dei migliori dischi anni 80 hanno messo Dylan e lasciato fuori new order e depeche mode.

Andando all’estero, in Inghilterra in genere sono sempre stati trattati bene dalla critica.

Negli Usa un po’ meno forse, però intanto sono fra i pochissimi gruppi a essere stati inseriti nella songwriter hall of fame, organizzazione che mi pare non sia capeggiata solo da fans dei queen. 

Se poi si va su certa critica hard rock/metal i loro album anni settanta godono di una reputazione veramente ottima.

Rivalutazione critica? Per quel che riguarda la discografia anni 70 non credo ne abbiano alcun bisogno, generalmente il giudizio di gran parte delle testate su quei dischi è sempre stato positivo. Per quel che riguarda gli anni 80, in parte c’è già stata. Su Hot Space ricordavo recensioni negative un po’ di tutti, mentre ora è stato rivalutato, persino Rolling Stone, che non li ha mai amati molto, ora mette 3 stelle su 5 a quel disco. Anche The Works ora è visto un po’ meglio di quando uscì, anche perché brani come Radio Gaga e I Want to break free hanno dimostrato di saper resistere alla prova del tempo e, dopo 30 anni, si possono ormai considerare a tutti gli effetti classici immancabili di quel periodo.

PetoMan 2.0 evolution (ha votato 9 questo disco) alle 18:04 del 22 agosto 2015 ha scritto:

Aggiungo che pensavo anche io fossero letteralmente odiati dalla critica, ma poi, per curiosità sono andato un po' a spulciare i voti messi agli album da diverse riviste, webzine ecc, e tutto sommato, tanto maltrattati non mi sembrano, anzi. Certo se si parla coi fans sono i più grandi di tutti, mentre la critica è ben lontana da dire ciò, però mi sembra che questa sia una discrepanza del tutto normale.

Mirko Diamanti (ha votato 10 questo disco) alle 22:45 del 22 agosto 2015 ha scritto:

La critica è ben lontana dallo stroncarli, come certuni utenti qui dentro vorrebbero far credere. Si va dalla promozione con riserve della loro opera all'incensamento (in particolar modo del loro periodo anni '70).

I primi due esempi che mi vengono in mente:

http://pitchfork.com/reviews/albums/15221-reissues/

http://www.allmusic.com/artist/queen-mn0000858827/discography

Per quanto mi riguarda è abbastanza ridicola la cecità di chi non ne riconosce le indubbie doti musicali. Hanno fatto cose eccelse e hanno fatto anche delle porcate (specie negli anni '80); ma le cose eccelse rientrano tra le più interessanti e notevoli del rock. Come è ridicolo spingersi a dire addirittura che non avessero uno stile originale: l'unicità del loro stile inconfondibile è universalmente riconosciuto dalla critica, dal mondo dei musicisti e dal pubblico. La storia non si cambia. E i Queen il loro bel posto nella storia del rock se lo sono presi... Una cosa che non cambieranno nè i fans scalmanati nè gli haters, altrettanto poco obiettivi nei loro giudizi.

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 19:37 del 23 agosto 2015 ha scritto:

non sono d'accordo petoman, premesso che in questa discussione stavo prendendo in esame solo gli anni 70 dei queen, se chiedi agli stessi fan storici e con un minimo di lealtà, ti diranno che sono sempre stati osteggiati dalla critica, accusati di scarsa originalità e pacchianeria. la stessa scheda di OR inizia dicendo "Amati e odiati, incensati e vituperati", perchè queste cose solo per loro? nulla nasce x caso! riguardo i voti e le promozioni....dici che Rolling Stone dà tre stelle su cinque...be si tratta di un misero 6, una sufficienza stiracchiata. su OR stesso discorso, oltre al solito a night at the opera, una sfilza di 6 e 6,5 (con un 7). io ci sto, concediamoglieli pure, ma non sono voti che fanno la differenza, non sono giudizi capaci di segnare in positivo il percorso nella storia. la storia non la verghi a forza di 6 e 6,5. a questo punto bisognerebbe fare anche paragoni con i contemporanei per notare differenze ultra-sostanziali, prendi le schede di genesis, van der graaf, bowie, roxy music, zeppelin, the who, floyd, doors, king crimson, lou reed, deep purple, love, todd rundgren (questi purtroppo non hanno una scheda), dylan, beatles, stones, kraftwerk, tangerine dream, e noterai delle differenze abnormi. poi bè tutti discorsi vecchi, buoni per agosto.....

Giuseppe Ienopoli alle 22:34 del 23 agosto 2015 ha scritto:

... ricordo che la scomparsa di Freddie ha lasciato in tutti, non penso di doverti escludere, un grande senso di amarezza e la consapevolezza che una voce molto particolare finiva di sorprenderci, ma che soprattutto un grande personaggio lasciava per sempre il palcoscenico che aveva sempre calcato con padronanza veramente regale ...

... quanto valga il singolo disco dei Queen diventa pertanto un dettaglio poco significativo perché molto opinabile.

Una cosa è certa ... non ci sarà un altro Mercury e questa non penso sia una buona notizia ... anche per te Dr.Paul!

Dr.Paul (ha votato 4 questo disco) alle 0:20 del 24 agosto 2015 ha scritto:

be' era simpatico, poi la scomparsa di una persona è sempre un evento doloroso....

Giuseppe Ienopoli alle 13:12 del 24 agosto 2015 ha scritto:

A sentirlo nelle rare interviste si rendeva antipatico e spocchiava di brutto!

Ti avevo detto altro ... un giorno finalmente ci racconterai di essere stato compagno di scuola di Freddie e lui non voleva passarti la copia del compito di inglese ... oppure, chitarrista provetto, gli o le hai chiesto di prenderti nel gruppo ma il tuo casting non lo convinse.

Solo allora capiremo e saremo dalla tua parte ... siamo ancora in agosto ma per poco.

Bizietto78 alle 10:42 del 30 dicembre 2017 ha scritto:

Puoi criticare quanto vuoi, una sola cosa è certa ed è il consenso di massa incredibilmente ampio che ha sempre contraddistinto Freddie & Co. Come diceva lo stesso Mercury le canzoni dei Queen erano come rasoi usa e getta ma cosa importava? Erano canzoni, punto, che poi lui riusciva a trasformare dal vivo in uno show indescrivibile