R Recensioni Jazz Fusion (pagina 1 di 1)

The Choice [EP]6,5/10

Kamasi Washington
The Choice [EP] (Young Turks / Shoto Mas 2018)

Per chi, come il sottoscritto, si è dovuto accontentare di una semplice copia cd, non sarà stato semplice accorgersene. Eppure, aprendo il cartonato di...
The Return6/10

Kamaal Williams
The Return (Black Focus Records 2018)

Pur costretti a confrontarsi, tutte in un colpo e tutte assieme, con alcune delle intelligenze più sviluppate e sofisticate del revival contemporaneo jazz-e...
Astral Progression7,5/10

Josef Leimberg
Astral Progression (World Galaxy Records 2016)

Chiamiamola pure la diaspora di Kendrick. Dopo Kamasi Washington (che assicura il suo corposo contributo anche qui), tocca al trombettista Josef Leimberg...
Escape Velocity8/10

Theo Croker
Escape Velocity (Sony Music Entertainment 2016)

Posso tirare un sospiro di sollievo, e dichiararlo ai quattro venti: il jazz contemporaneo vanta una batteria di talenti notevole. Ai soliti nomi, mi...
Freedom Flight8/10

Shuggie Otis
Freedom Flight (Epic Records 1971)

Freedom Flight è il secondo album solista del cantautore e chitarrista Shuggie Otis, figlio della leggenda R&B Johnny Otis. Uscito nel 1971, perfettamente...
Hot Rats8/10

Frank Zappa
Hot Rats (Reprise 1969)

Davvero un bel disco, questa seconda fatica del '69 da parte di Frank Zappa. Non così grande come dicono alcuni, probabilmente. Forse non “mozzafiato”...
L uccello dalle Piume di Cristallo8/10

Ennio Morricone
L uccello dalle Piume di Cristallo (Cinevox 1969)

Come la maggior parte degli appassionati della settima arte certo sapranno, il periodo che orientativamente va dal 1960 al 1980 è comunemente definito...
Jaco Pastorius9/10

Jaco Pastorius
Jaco Pastorius (Epic 1976)

Il Mozart del basso elettrico fu lanciato nel firmamento musicale dal suo primo produttore Bobby Colomby (già batterista nei Blood, Sweat & Tears), il quale ne...
A Sceptic’s Universe6/10

Spiral Architect
A Sceptic’s Universe (Sensory 2000)

Lo scopo primario della musica è quello di trasmettere emozioni. Certo, ci vuole una buona dose di applicazione, un certo gusto compositivo, una minima varietà...