storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  L'angolo di Piero
simone coacci
MessaggioInviato: Mar Set 16, 2008 10:55 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 01/06/07 15:14
Messaggi: 5998
Residenza: Ancona

Citazione:
Lietta Tornabuoni


Lietta Tornabuoni, no. è un tesoro di vecchietta: la fai sedere al buio, le compri un pacchetto di pop-corn e fa una buona recensione a qualunque film del mondo. Perfino a Johnny Depp e ai pirati dei Caraibi. 2 ore e mezza di stronzate di cappa e spada ed effetti speciali da parco giochi Disney.

Citazione:
Capito la logica? Amplifica tutto con un po' di soldi, qualche pubblicazione concessa da qualche amico e qualche pirla (mediocre, plasmabie e scarsamente informato) che ti elegge a nuovo Re del Sapere, ed il gioco è fatto.


Ma nessuno qua lo vuole eleggere a re di un cazzo. Però la sua opinione è rispettabile quanto quella di qualsiasi altro. Anche sui Beatles (che coglioni che mi son fatto a parlare dei Beatles, se li sento nominare un'altra volta mi iscrivo a Comunione & Liberazione) è come nel "Libro Tibetano Dei Morti" se gli volti le spalle il mostro scompare. Il che vale sia per Scaruffi che per i Beatles.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
fabfabfab
MessaggioInviato: Mar Set 16, 2008 11:19 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 07/06/08 13:04
Messaggi: 6945

simone coacci ha scritto:
Citazione:
Lietta Tornabuoni


Lietta Tornabuoni, no. è un tesoro di vecchietta: la fai sedere al buio, le compri un pacchetto di pop-corn e fa una buona recensione a qualunque film del mondo. Perfino a Johnny Depp e ai pirati dei Caraibi. 2 ore e mezza di stronzate di cappa e spada ed effetti speciali da parco giochi Disney.


Citazione:
Capito la logica? Amplifica tutto con un po' di soldi, qualche pubblicazione concessa da qualche amico e qualche pirla (mediocre, plasmabie e scarsamente informato) che ti elegge a nuovo Re del Sapere, ed il gioco è fatto.


Ma nessuno qua lo vuole eleggere a re di un cazzo. Però la sua opinione è rispettabile quanto quella di qualsiasi altro. Anche sui Beatles (che coglioni che mi son fatto a parlare dei Beatles, se li sento nominare un'altra volta mi iscrivo a Comunione & Liberazione) è come nel "Libro Tibetano Dei Morti" se gli volti le spalle il mostro scompare. Il che vale sia per Scaruffi che per i Beatles.


Lietta Tornabuoni èn tesoro di vecchietta adesso, qualche anno fa non tanto ...

Che QUI non si voglia glorificare Scaruffi mi sembra chiaro.
Se ti vuoi iscrivere a CL fallo, ma prima iniettati il virus dell'HIV.
L'opinione di Piero è rispettabile come lo è la mia, la tua e quella di Calderoli.
Sull'ignorare per dimenticare siamo d'accordo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
simone coacci
MessaggioInviato: Mar Set 16, 2008 11:35 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 01/06/07 15:14
Messaggi: 5998
Residenza: Ancona

Citazione:
Se ti vuoi iscrivere a CL fallo,


Non è una cattiva idea, sai: s'incontrano un sacco di belle figliole che vogliono arrivare vergini al matrimonio da corrompere nei modi più turpi e lascivi. Twisted Evil Laughing

Citazione:
ma prima iniettati il virus dell'HIV.


Ovvio: ma prima mi converto, così muore uno dei loro. Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Ivor the engine driver
MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2008 11:08 am  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 02/05/07 11:12
Messaggi: 85

fabio codias ha scritto:
Ma per me può anche sostenere che Lekman sia un ritardato. Il fatto è che bolla tutta la musica pop come musica fatta di espedienti. Così, in toto.

Io credo che quest'omino abbia usato il caro vecchio metodo Sgarbi. Ovvero, "critica tutto che così sembri più intelligente degli altri". Qualcosa di applicabile a gente come Giuliano Ferrara, Lietta Tornabuoni, quella specie di giornalista che si chiama Pierluigi Diaco. Voglio dire, l'arte è una cosa prevalentemente soggettiva. Ma dire che i Beatles non valgono un cazzo è come sostenere che la Cappella Sistina non abbia alcuna importanza nella Storia dell'arte. Potrà anche non piacere, e si è liberi di esprimere questo parere benchè contrario alla norma, o meglio alla normalità dei pareri. Ma dire che i Beatles (o gli affreschi della Sistina) sono una merda in senso assoluto è solo un modo di far credere che hai occhi ed orecchie solo tu. Hai presente "i vestiti nuovi dell'imperatore"? Sono talmente belli che se non li vedi sei un coglione. Invece il re è nudo. Allora io sono talmente intelligente da poter dire che i Beatles sono dei mediocri, e se tu ancora pensi che abbiano scritto una pagina fondamentale della Storia della Musica, sei un povero coglione, mediocre prevedibile e superficialmente indottrinato dalla massa. Capito la logica? Amplifica tutto con un po' di soldi, qualche pubblicazione concessa da qualche amico e qualche pirla (mediocre, plasmabie e scarsamente informato) che ti elegge a nuovo Re del Sapere, ed il gioco è fatto.


Sarebbe da scrivere sui muri questo tuo intervento! Complimenti Fabio!

A me quello che + lascia perplesso, eè come molti siano cresciuti con il bisogno di avere un vate musicale (Scaruffi, Ondarock o chi per loro) e non solo gente nata negli 80 quindi cresciuta spesso musicalmente con internet, ma anche miei coetanei già sopra i trenta! Cioè ma non avevate amici con cui scambiavate dischi? Non avevate un cazzo di negozio di dischi di fiducia che vi consigliava? No perchè almeno per me è stato così, sono fortunatamente incappato in Scaruffi nel 2003 quando iniziai a scrivere recensioni su internet, e appena lessi un po' di roba mi accorsi della sua spocchia irragionevole (odio chiunque si comporti da presunto tuttologo). Il massimo fu la sezione sulle poesie, il delirio di un pazzo ovviamente.

Ora mi rendo conto che non tutto quello che scrive è da dementi, ha una sua idea e la porta avanti, senza curarsi delle critiche, come un caprone. Però in certi casi la sua mania classificatoria da impiegato del catasto può risultare utile.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fabfabfab
MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2008 1:48 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 07/06/08 13:04
Messaggi: 6945

Ivor the engine driver ha scritto:
fabio codias ha scritto:
Ma per me può anche sostenere che Lekman sia un ritardato. Il fatto è che bolla tutta la musica pop come musica fatta di espedienti. Così, in toto.

Io credo che quest'omino abbia usato il caro vecchio metodo Sgarbi. Ovvero, "critica tutto che così sembri più intelligente degli altri". Qualcosa di applicabile a gente come Giuliano Ferrara, Lietta Tornabuoni, quella specie di giornalista che si chiama Pierluigi Diaco. Voglio dire, l'arte è una cosa prevalentemente soggettiva. Ma dire che i Beatles non valgono un cazzo è come sostenere che la Cappella Sistina non abbia alcuna importanza nella Storia dell'arte. Potrà anche non piacere, e si è liberi di esprimere questo parere benchè contrario alla norma, o meglio alla normalità dei pareri. Ma dire che i Beatles (o gli affreschi della Sistina) sono una merda in senso assoluto è solo un modo di far credere che hai occhi ed orecchie solo tu. Hai presente "i vestiti nuovi dell'imperatore"? Sono talmente belli che se non li vedi sei un coglione. Invece il re è nudo. Allora io sono talmente intelligente da poter dire che i Beatles sono dei mediocri, e se tu ancora pensi che abbiano scritto una pagina fondamentale della Storia della Musica, sei un povero coglione, mediocre prevedibile e superficialmente indottrinato dalla massa. Capito la logica? Amplifica tutto con un po' di soldi, qualche pubblicazione concessa da qualche amico e qualche pirla (mediocre, plasmabie e scarsamente informato) che ti elegge a nuovo Re del Sapere, ed il gioco è fatto.


Sarebbe da scrivere sui muri questo tuo intervento! Complimenti Fabio!



Beh, in effetti come sobillatore di masse sono un po' sottovalutato
Top
Profilo Invia messaggio privato
loson
MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2008 3:02 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 17/06/07 18:17
Messaggi: 3049
Residenza: modena

fabio codias ha scritto:
Ivor the engine driver ha scritto:
fabio codias ha scritto:
Ma per me può anche sostenere che Lekman sia un ritardato. Il fatto è che bolla tutta la musica pop come musica fatta di espedienti. Così, in toto.

Io credo che quest'omino abbia usato il caro vecchio metodo Sgarbi. Ovvero, "critica tutto che così sembri più intelligente degli altri". Qualcosa di applicabile a gente come Giuliano Ferrara, Lietta Tornabuoni, quella specie di giornalista che si chiama Pierluigi Diaco. Voglio dire, l'arte è una cosa prevalentemente soggettiva. Ma dire che i Beatles non valgono un cazzo è come sostenere che la Cappella Sistina non abbia alcuna importanza nella Storia dell'arte. Potrà anche non piacere, e si è liberi di esprimere questo parere benchè contrario alla norma, o meglio alla normalità dei pareri. Ma dire che i Beatles (o gli affreschi della Sistina) sono una merda in senso assoluto è solo un modo di far credere che hai occhi ed orecchie solo tu. Hai presente "i vestiti nuovi dell'imperatore"? Sono talmente belli che se non li vedi sei un coglione. Invece il re è nudo. Allora io sono talmente intelligente da poter dire che i Beatles sono dei mediocri, e se tu ancora pensi che abbiano scritto una pagina fondamentale della Storia della Musica, sei un povero coglione, mediocre prevedibile e superficialmente indottrinato dalla massa. Capito la logica? Amplifica tutto con un po' di soldi, qualche pubblicazione concessa da qualche amico e qualche pirla (mediocre, plasmabie e scarsamente informato) che ti elegge a nuovo Re del Sapere, ed il gioco è fatto.


Sarebbe da scrivere sui muri questo tuo intervento! Complimenti Fabio!



Beh, in effetti come sobillatore di masse sono un po' sottovalutato

Laughing Sei un mito, Fabio, davvero...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
fabfabfab
MessaggioInviato: Mar Ott 07, 2008 4:21 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 07/06/08 13:04
Messaggi: 6945

loson79 ha scritto:
fabio codias ha scritto:
Ivor the engine driver ha scritto:
fabio codias ha scritto:
Ma per me può anche sostenere che Lekman sia un ritardato. Il fatto è che bolla tutta la musica pop come musica fatta di espedienti. Così, in toto.

Io credo che quest'omino abbia usato il caro vecchio metodo Sgarbi. Ovvero, "critica tutto che così sembri più intelligente degli altri". Qualcosa di applicabile a gente come Giuliano Ferrara, Lietta Tornabuoni, quella specie di giornalista che si chiama Pierluigi Diaco. Voglio dire, l'arte è una cosa prevalentemente soggettiva. Ma dire che i Beatles non valgono un cazzo è come sostenere che la Cappella Sistina non abbia alcuna importanza nella Storia dell'arte. Potrà anche non piacere, e si è liberi di esprimere questo parere benchè contrario alla norma, o meglio alla normalità dei pareri. Ma dire che i Beatles (o gli affreschi della Sistina) sono una merda in senso assoluto è solo un modo di far credere che hai occhi ed orecchie solo tu. Hai presente "i vestiti nuovi dell'imperatore"? Sono talmente belli che se non li vedi sei un coglione. Invece il re è nudo. Allora io sono talmente intelligente da poter dire che i Beatles sono dei mediocri, e se tu ancora pensi che abbiano scritto una pagina fondamentale della Storia della Musica, sei un povero coglione, mediocre prevedibile e superficialmente indottrinato dalla massa. Capito la logica? Amplifica tutto con un po' di soldi, qualche pubblicazione concessa da qualche amico e qualche pirla (mediocre, plasmabie e scarsamente informato) che ti elegge a nuovo Re del Sapere, ed il gioco è fatto.


Sarebbe da scrivere sui muri questo tuo intervento! Complimenti Fabio!



Beh, in effetti come sobillatore di masse sono un po' sottovalutato

Laughing Sei un mito, Fabio, davvero...


Top
Profilo Invia messaggio privato
zuzzurellone
MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 2:39 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 17/06/09 15:52
Messaggi: 120

Pierino era riuscito a fregare anche me e per qualche tempo l'ho considerato un gran critico. Alla lunga però le sue incongruenze si sono fatte troppo evidenti: se uno che non sa una mazza di musica e lo legge pensa che i Guns'n'Roses valgano quanto i Rolling Stones o i Led Zeppelin e che gli Aqua e i Buggles valgano più dei Depeche Mode. Sinceramente se devo acquistare un disco non mi rivolgo più al suo sito perchè so che troverei tanti giudizi fuorvianti.
Forse il problema vero è che Pierino è un critico "di quantità" (come del resto lui stesso ammette), e la superficialità dei suoi giudizi ne è una conseguenza.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto Maniglio
MessaggioInviato: Ven Ott 23, 2009 8:42 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 09/08/08 14:59
Messaggi: 152

Condivido quanto detto in maniera sparsa negli interventi precedenti, soprattutto i meriti (tutto sommato molto rilevanti) e limiti (minori in quantità rispetto ai meriti, ma anch'essi di peso) di Scaruffi fino ad ora evidenziati.

Aggiungo un pregio di Scaruffi: la capacità di guardare (e giudicare) la musica contemporanea con un approccio quanto mai comprensivo, una visione generale, d'insieme capace di passare dallo specifico al generale e inquadrare ogni cosa in maniera appropriata.

Aggiungo però anche un altro limite, che mi pare non sia stato ancora evidenziato: Scaruffi considera il pop di livello inferiore a certo rock. Per esempio, non supera mai l'8 come voto a grandi album pop dei Beatles, Beach Boys, Belle & Sebastian, ecc.
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 8:41 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4593

Per fortuna qui se ne parla civilmente senza ammazzarsi Laughing

Comunque, dico pure io la mia su Piero: per me è stato un ottimo punto di riferimento per molto tempo, perchè grazie al suo sito (non solo, ma principalmente) ho scoperto tantissime cose che ignoravo, ho scoperto una visione critica che da certi punti di vista ha fatto chiarezza anche nel mio modo di intendere la musica...Mi piaceva la sua indipendenza assoluta e la capacità di scovare grandi lavori. Da inizio anni '2000 però non convido praticamente più nulla di ciò che dice, i suoi dischi del decennio non sono lontanamente i miei, certe sue fisse non mi prendono per nulla (dai Marsi Volta in giù).

Di certo anche io in molte schede trovo poco coerente il suo approccio, ma soprattutto non convidio la mania di oggettivizzare e la pretesa di invididuare i dischi migliori di sempre o cose simili: intendiamoci, io le sue classifiche le ho guardate, ma come fonti di spunti, non certo per stabilire che "Trout Mask Replica è meglio di Rock Bottom che sta al secondo posto" o cose simili. Questo è semmai l'aspetto aberrante del suo approccio. Aberrante, pretenzioso e del tutto privo di fondamento: non esiste nessuno che possa compliare classifiche del genere, sia il più grande critico e conoscitore della storia, indi certe pretese sono ridicole.

In ogni caso, trovo altrettanto aberrante la guerra contro lo scaruffi-mode che sul web è in corso da tempo (specie su siti che gli devono quasi tutto, non facciamo nomi), la criminalizzazione di chiunque apprezzi una sua scheda, una sua lettura, che diventa senza possibilità di replica un plagiato, uno che non pensa con la sua testa, un pecorone. Il sospetto/certezza è che tutto ciò accada perchè smonta certi miti della musica cui gli ascoltatori sono legatissimi soprattutto per fattori extra-musicali, e che proprio per questo non riescono ad accettare vengano messi in discussione: parlo di Beatles, Bowie, Queen, Elvis e tanti altri.

Premesso che per me la sua scheda sui Beatles non è valida e comunque non la convidido, e lo stesso vale per i Queen, trovo molto più ridicole le campagne promosse contro le sue schede ed il suo approccio, le guerre di religione fra "pop" e "indie-snob", che secondo me sono tutto fuorchè discussioni sulla musica: evidentemente per molta gente è difficile accettare che un critico bizzarro possa mettere in discussione i propri miti, cui si è legati soprattutto per motivi di immagine e di ruolo anche a livello mediatico, che per ragioni musicali, ed allora si scatena guerre su tutti i fronti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dr.Paul
MessaggioInviato: Sab Ott 24, 2009 2:34 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 12/12/06 21:35
Messaggi: 2851

Julian ha scritto:
. Da inizio anni '2000 però non convido praticamente più nulla di ciò che dice,

julian tu credi che la questione età c'entri qualcosa con tutto questo? io credo che scaruffi attecchisca in larga maggioranza sui ragazzini, almeno questo è quello che percepisco io, crescendo poi oltre a farti una tua idea, leggi altre fonti e ti rendi conto che lui è arrivato per ultimo, non so...
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:24 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4593

Per me non molto: io non convido più ciò che dice sui dischi post-2000, ma non ho smesso di leggerlo nel 2000, anzi l'ho scoperto a 21 anni (nel 2004)!!!

Di sicuro, in ogni caso, più una persona conosce ed approfondisce la musica e meno si sente "condizionato" da una determinata visione della musica. Ma questo non vale solo per Piero, ci sono condizionamenti infinitamente più forti e grandi. Possibile, ad esempio, che per la stragrande maggioranza degli ascoltatori i Beatles, gli Stones, gli Zeppelin, i Queen, i Pink Floyd, i Dire Straits, Dylan, i Guns'n'roses, Bowie etc.. siano i più grandi musicisti della storia del rock? Davvero tutti hanno gli stessi gusti e valutano allo stesso modo, o c'è un fortissimo condizionamento dei media che perdura da decenni?

Condizionamento che è molto più forte di quello di Scaruffi, ma che risulta meno percepibile perchè diffusissimo e condiviso, laddove coloro che si sono formati con lo Zio (pure io eh, in parte) sono più facilmente identificabili perchè hanno gusti meno usuali.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ivor the engine driver
MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 4:41 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 02/05/07 11:12
Messaggi: 85

Dr.Paul ha scritto:
Julian ha scritto:
. Da inizio anni '2000 però non convido praticamente più nulla di ciò che dice,

julian tu credi che la questione età c'entri qualcosa con tutto questo? io credo che scaruffi attecchisca in larga maggioranza sui ragazzini, almeno questo è quello che percepisco io, crescendo poi oltre a farti una tua idea, leggi altre fonti e ti rendi conto che lui è arrivato per ultimo, non so...


Più che altro è molto probabile che se lo avessi letto, chessò nel 93 (ossia da 16enne che andava formandosi una specie di cultura musicale) avrebbe attecchito su di me in maniera enorme, vista la tipica voglia di "uccidere i genitori" musicali e di essere "contro" degli adolescenti. Che poi è un'interpretazione sbagliata anche questa di Scaruffi (oltre che una visione imbecille della musica), ma attecchisce eccome. Coi pro e contro. Conosco gente che cresciuta a Beefheart, che però conosce a malapena i mostri sacri, ossia da spesso addosso a cose che non conosce.

Cmq il problema non è di Piero, e a volte dispiace anche a me scagliarmi contro di lui, perchè è infantile (illustra bene sopra julian), ma è più forte di me, vista la sua influenza sulle nuove generazioni. Se una volta i mostri sacri non si potevano toccare, ora è vero l'opposto, ossia che vanno criticato aprioristicamente. Ripeto il problema è di chi pende dalle sue labbra e si fa influenzare, lui alla fine ha una sua idea e visione e la porta avanti.

Dio, non avrei mai pensato di riuscire ad essere così politically correct con l'Innominabile! Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
loson
MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 6:12 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 17/06/07 18:17
Messaggi: 3049
Residenza: modena

Ivor the engine driver ha scritto:

Cmq il problema non è di Piero, e a volte dispiace anche a me scagliarmi contro di lui, perchè è infantile (illustra bene sopra julian), ma è più forte di me, vista la sua influenza sulle nuove generazioni. Se una volta i mostri sacri non si potevano toccare, ora è vero l'opposto, ossia che vanno criticato aprioristicamente.

Per me il discorso non arriva a questi estremi: Scaruffi sa dove mirare, non colpisce indiscriminatamente tutti "i mostri sacri". Eppoi si cala le braghe di fronte a Doors, Zappa e Rolling Stones come una queer di SoHo, andiamo... Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FrancescoB
MessaggioInviato: Lun Ott 26, 2009 6:20 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4593

Ma infatti, ha i suoi gusti come tutti, considerarli La Bibbia è una cazzata, ma scatenare guerre di religione lo è nello stesso identico modo. Very Happy

Accade semplicemente perchè smonta personaggi cui si è affezionati per motivi anche extra-musicali e questo fa incazzare, ma in fondo chissenefrega, tutto il polverone scatenato in questi anni è folle.

Non condivido nemmeno chi scrive "Il problema sono gli scaruffiani": per me non esiste nessun problema con nessun ascoltatore, chi vuole ascoltarsi Gigi D'Alessio o Ramazzotti è libero di farlo e non per questo lo reputo un idiota, chi apprezza Beefheart o i Pere Ubu è liberissimo di farlo, se li ha conosciuti grazie allo zio mica è un male, se condivide in parte la visione dello zio nemmeno. Tutto sto astio è davvero follia, ed in Italia secondo me è dovuto anche alla tradizionale britannofilia dell'appasionato di rock italiano (anche se, a ben vedere, Scaruffi esalta Wyatt, Roxy Music, Pop Group, Eno, Stones ed un sacco di inglesi, anche questa storia è un pò forzata).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 3 di 13
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 11, 12, 13  Successivo
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it