R I migliori dischi del 2019

Nella corte dell’Arbat Henryk Górecki: Symphony No. 3 (Symphony Of Sorrowful Songs) Op. 36COIN COIN Chapter Four: MemphisLa regina Ex NihiloCrossing Volume QuattroInside The Rose SchlagenheimInfest The Rats' NestSlavic SpiritsPreziosoLa storia è adesso Benvenguts a Bòrd Of Violence

R Recensioni nuove uscite

Juice B Crypts6,5/10

Battles
Juice B Crypts (Warp 2019)

Tutti, pare, conoscono la freddura del momento: andando avanti con questo ritmo, nel 2030 i Battles saranno costretti a demandare ad un’intelligenza...
Even For Just The Briefest Moment / Keep Charging This “Expiation” / Plug In To Making It Slightly Better6,5/10

Keiji Haino & Sumac
Even For Just The Briefest Moment / Keep Charging This “Expiation” / Plug In To Making It Slightly Better (Trost 2019)

Come detriti di un’esplosione nucleare, le testimonianze della collaborazione tra il principe del japanoise Keiji Haino e i devastanti Sumac di Aaron Turner...
Jennifer Gentle7/10

Jennifer Gentle
Jennifer Gentle (Backwards / La Tempesta International 2019)

È forse quella la maschera del Leopoldo Mastelloni post-freak e carmelobeniano di Avere vent’anni, il trucco di scena dell’Irons formato M. Butterfly o...
Infection In The Sentence7/10

Sarah Tandy
Infection In The Sentence (Jazz Re:freshed 2019)

Nel recente sunto critico in cui, partendo dal suo esordio solista, abbiamo provato a schematizzare la frenetica attività del Binker Golding degli ultimi tre...
Crossing 8/10

Francesco Piu
Crossing (Appaloosa Records / IRD 2019)

Il viaggio di Francesco Piu nel mondo del blues, iniziato nel 2007 con “Blues Journey”, arriva al nuovo appuntamento discografico con l’incontro con uno dei...
Spiritual Instinct6,5/10

Alcest
Spiritual Instinct (Nuclear Blast 2019)

A Stéphane Paut e compagni, in retrospettiva, è andata bene. In ottemperanza alla legge non scritta secondo cui, eccettuato un manipolo di eletti per cui non...
Elettromagnetismo e Libertà7/10

OoopopoiooO
Elettromagnetismo e Libertà (OOPArt 2019)

Per qualche tempo, prima che tutto collassasse sotto il peso delle opime e monodimensionali figure del neo-indie, credevo possibile la realizzazione tricolore...
Blasphemy6,5/10

Kayo Dot
Blasphemy (Prophecy Productions 2019)

Tra i geni, i grandi artisti e i mediocri mestieranti, Toby Driver gioca da sempre un campionato a parte. Conta poco, ai fini del risultato finale, enumerare...
Nadir7/10

Indianizer
Nadir (Edison Box 2019)

Nell’underground tricolore che adotta senza batter ciglio la cumbia e riscopre nel riflesso internazionale, qualora se lo fosse mai dimenticato, una...