storia_della_musica_home
Autore Messaggio
<  Musica  ~  Cosa stai ascoltando ?
zagor
MessaggioInviato: Lun Ago 26, 2019 12:09 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1467

leakato nella notte il nuovo Tool

a un primo ascolto, ennesimo capolavoro inj vista mi sa

Pneuma instant classic come le varie Eulogy, The Grudge e The Pot

Danny sempre piu' sugli scudi
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Lun Ago 26, 2019 1:43 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 5021
Residenza: Padova

Zag, abbiamo avuto la stessa idea a distanza di poche ore. Smile



Sono a quota tre ascolti, ma per un disco così lungo e mastodontico (peraltro ancora mutilo delle tre strumentali di raccordo che dovrebbero essere rese disponibili per la sola versione digitale) chissà quanti altri ce ne vorranno (ma non c'è fretta).

Tre osservazioni sparse, per il momento:

1) Mi pare che, pur contenendo al suo interno diversi ed inevitabili rimandi ad altro precedente materiale, questi pezzi abbiano il grandissimo pregio di testimoniare un'altra fase della band Tool, adulta e forse crepuscolare, sicuramente più matura e riflessiva. In altri termini, mi sembra che questi pezzi siano cresciuti, invecchiati, mutati assieme ai loro creatori.

2) Descending è un brano I N C R E D I B I L E. Lo dico ancora: I N C R E D I B I L E. Non sentivo una costruzione così perfetta da molto tempo.

3) Se le chitarre graffiano meno che in passato (e infatti, secondo me, 7empest è una robusta concessione ad un passato troppo lontano che poteva anche essere evitata), la sezione ritmica è assolutamente spaventosa. Tutto il disco è pervaso da un continuo groove, una ragnatela sotterranea che dà la spinta anche nei momenti di maggiore riflessività e che, quando prorompe in superficie, prende la forma di pattern tarantolati (Carey davvero il migliore in circolazione, anche nei segmenti di cazzeggio eterodosso come Chocolate Chip Trip: Chancellor altrettanto solido).

Ripeto: siamo ancora all'inizio, bisogna aspettare la versione completa e ci vuole tempo. Potrei cambiare idea da qui a poco. Per ora, comunque, mi sembra che il livello medio del disco non faccia rimpiangere l'attesa oceanica.

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
zagor
MessaggioInviato: Lun Ago 26, 2019 7:17 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1467

grande marco, aspetto la tua recensione dopo questa già impagabile preview Wink

si parla anche di un progetto con Fripp

http://www.groovebox.it/notizia.asp?Titolo=8779&fbclid=IwAR1NmXsOfuBU_4ZYw-H67HVfQXcY7iXBaO3WQlBmjVLl2ILWcdxOpEvINWs
Top
Profilo Invia messaggio privato
FrancescoB
MessaggioInviato: Mar Ago 27, 2019 5:21 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 08/02/09 19:40
Messaggi: 4399

Curiosissimo di provarlo ovviamente.

_________________
Qui c'è troppa puzza di Dio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hotstone
MessaggioInviato: Mar Ago 27, 2019 6:23 pm  Rispondi citando
Utente Junior


Registrato: 25/06/13 18:20
Messaggi: 26

Marco_Biasio ha scritto:
Zag, abbiamo avuto la stessa idea a distanza di poche ore. Smile



Sono a quota tre ascolti, ma per un disco così lungo e mastodontico (peraltro ancora mutilo delle tre strumentali di raccordo che dovrebbero essere rese disponibili per la sola versione digitale) chissà quanti altri ce ne vorranno (ma non c'è fretta).

Tre osservazioni sparse, per il momento:

1) Mi pare che, pur contenendo al suo interno diversi ed inevitabili rimandi ad altro precedente materiale, questi pezzi abbiano il grandissimo pregio di testimoniare un'altra fase della band Tool, adulta e forse crepuscolare, sicuramente più matura e riflessiva. In altri termini, mi sembra che questi pezzi siano cresciuti, invecchiati, mutati assieme ai loro creatori.

2) Descending è un brano I N C R E D I B I L E. Lo dico ancora: I N C R E D I B I L E. Non sentivo una costruzione così perfetta da molto tempo.

3) Se le chitarre graffiano meno che in passato (e infatti, secondo me, 7empest è una robusta concessione ad un passato troppo lontano che poteva anche essere evitata), la sezione ritmica è assolutamente spaventosa. Tutto il disco è pervaso da un continuo groove, una ragnatela sotterranea che dà la spinta anche nei momenti di maggiore riflessività e che, quando prorompe in superficie, prende la forma di pattern tarantolati (Carey davvero il migliore in circolazione, anche nei segmenti di cazzeggio eterodosso come Chocolate Chip Trip: Chancellor altrettanto solido).

Ripeto: siamo ancora all'inizio, bisogna aspettare la versione completa e ci vuole tempo. Potrei cambiare idea da qui a poco. Per ora, comunque, mi sembra che il livello medio del disco non faccia rimpiangere l'attesa oceanica.


Dove lo posso ascoltare?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2019 9:11 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 5021
Residenza: Padova

Gira in rete. Prova a cercare qualche anima... Wink

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
Totalblamblam
MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2019 10:13 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 17/12/07 13:07
Messaggi: 3095
Residenza: Ormen

la grafica mi fa gia' cacare Laughing non e' roba per me, troppo sofisticata

_________________
pagina bianca
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2019 11:15 am  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 117

Citazione:
non e' roba per me, troppo sofisticata


E ce credo, uno che ritiene "incredibile" il Blackstar del Bowie...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Totalblamblam
MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2019 1:22 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 17/12/07 13:07
Messaggi: 3095
Residenza: Ormen

Giorgio_Gennari ha scritto:
Citazione:
non e' roba per me, troppo sofisticata


E ce credo, uno che ritiene "incredibile" il Blackstar del Bowie...


I was just slightly taking the piss but you missed it..never mind, nobody's perfect

_________________
pagina bianca
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Giorgio_Gennari
MessaggioInviato: Mer Ago 28, 2019 2:07 pm  Rispondi citando
Utente Senior


Registrato: 22/02/18 13:15
Messaggi: 117

Massì scrivevo col sorriso! (e un briciolo di malizia)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cas
MessaggioInviato: Gio Ago 29, 2019 10:06 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 05/04/07 12:52
Messaggi: 3001
Residenza: Aosta



Cat Inside - Rewind (2019)

Scheggia alternative rock dall'Ucraina. Niente male.

https://www.youtube.com/watch?v=dAYu-Asls-k&ytbChannel=null

_________________
Un bel disco è un bel disco

https://rateyourmusic.com/~cas87

http://www.monkeythinkmonkeywrite.com/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
PehTer
MessaggioInviato: Sab Ago 31, 2019 12:30 am  Rispondi citando
Novizio


Registrato: 28/07/14 17:05
Messaggi: 11

Marco_Biasio ha scritto:
Zag, abbiamo avuto la stessa idea a distanza di poche ore. Smile



Sono a quota tre ascolti, ma per un disco così lungo e mastodontico (peraltro ancora mutilo delle tre strumentali di raccordo che dovrebbero essere rese disponibili per la sola versione digitale) chissà quanti altri ce ne vorranno (ma non c'è fretta).

Tre osservazioni sparse, per il momento:

1) Mi pare che, pur contenendo al suo interno diversi ed inevitabili rimandi ad altro precedente materiale, questi pezzi abbiano il grandissimo pregio di testimoniare un'altra fase della band Tool, adulta e forse crepuscolare, sicuramente più matura e riflessiva. In altri termini, mi sembra che questi pezzi siano cresciuti, invecchiati, mutati assieme ai loro creatori.

2) Descending è un brano I N C R E D I B I L E. Lo dico ancora: I N C R E D I B I L E. Non sentivo una costruzione così perfetta da molto tempo.

3) Se le chitarre graffiano meno che in passato (e infatti, secondo me, 7empest è una robusta concessione ad un passato troppo lontano che poteva anche essere evitata), la sezione ritmica è assolutamente spaventosa. Tutto il disco è pervaso da un continuo groove, una ragnatela sotterranea che dà la spinta anche nei momenti di maggiore riflessività e che, quando prorompe in superficie, prende la forma di pattern tarantolati (Carey davvero il migliore in circolazione, anche nei segmenti di cazzeggio eterodosso come Chocolate Chip Trip: Chancellor altrettanto solido).

Ripeto: siamo ancora all'inizio, bisogna aspettare la versione completa e ci vuole tempo. Potrei cambiare idea da qui a poco. Per ora, comunque, mi sembra che il livello medio del disco non faccia rimpiangere l'attesa oceanica.


Devo riascoltarlo diverse volte prima di dare un vero giudizio, ma al momento sono tutt'altro che entusiasta. Noioso fino all'inverosimile, talmente autoriciclato da sembrare uno scherzo (giuro che all'incipit di Pneuma mi aspettavo partisse The Patient da un momento all'altro) e Maynard tremendo. Spero tanto di ricredermi con i tentativi successivi.

P.S. meno male che si sono messi su Spotify, 99 euro per un CD è un insulto agli appassionati, evito di dire dove si possono infilare "il monitor"...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco_Biasio
MessaggioInviato: Sab Ago 31, 2019 1:16 pm  Rispondi citando
Music God


Registrato: 16/01/07 20:30
Messaggi: 5021
Residenza: Padova

Io non mi aspettavo niente, anzi, ero pronto al peggio. Forse per questo mi sta piacendo (anche se, lo si capisce, con le sue criticità). Vero, non inventa nulla di nuovo (ma era l'ultima cosa da pretendere), ci sono svariate autocitazioni e un mood nettamente più "ambientale", meno teso e muscolare di 10.000 Days (per quanto questa sezione ritmica sia, probabilmente, la loro migliore di sempre).

Per chi ha seguito negli anni Puscifer e, soprattutto, il ritorno degli A Perfect Circle l'anno scorso, tuttavia, non penso si possa definire una sorpresa. Mi pare evidente che Maynard, che pure ormai da tempo cerca e si dedica ad altro, sia una voce assolutamente minore nell'economia dei Tool e di questo disco in particolare. Sarebbe forse stato più coerente, anzi, fare un disco interamente strumentale.

Sul marketing, è il capitalismo, bellezza...

_________________
Silencio...
No hay banda!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
zagor
MessaggioInviato: Mer Set 04, 2019 12:48 pm  Rispondi citando
Music Addicted


Registrato: 15/11/12 21:37
Messaggi: 1467

lo spartito è il solito dei Tool, ormai si concentrano su piccole divagazioni, soprattutto a livello strumentale ( CArey continua a sperimentare sui pattern di batteria, Jones cambia qualcosa negli assoli, Justin prosegue la sua ricerca di scansioni ritmiche sempre piu' cavernose etc), solo Maynard mi sembra un po' prevedibile

resta un ottimo sentire, per me è un 7 / 7 e mezzo come minimo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hiperwlt
MessaggioInviato: Gio Set 05, 2019 10:18 am  Rispondi citando
Music God


Registrato: 12/10/08 20:08
Messaggi: 2000

Sault, 5 (2019)


Nu funky-soul meticcio (dalle forti componenti afrobeat, art rock, anche r'n'b), con parti ritmiche davvero notevoli. È passato abbastanza inosservato (ho trovato pochi scritti in giro), peccato; una vera chicca.

Masterpiece
https://www.youtube.com/watch?v=R4gXNzPuNlk

Don't Waste Your Time
https://www.youtube.com/watch?v=i1F0qO7QIR4

_________________
Serve me the sky with a big slice of lemon
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Successivo
Precedente
Pagina 484 di 491
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 483, 484, 485 ... 489, 490, 491  Successivo
Indice del forum  ~  Musica

Nuovo argomento   Rispondi


 
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi




Powered by phpBB and NoseBleed v1.09
phpbb.it