R Recensioni oldies (pagina 1 di 487)

Duke6,5/10

Genesis
Duke (Charisma 1980)

La discografia completa dei Genesis, tutta quanta intera dall’acerbo “From Genesis to Revelation” del 1969 al marcescente “Calling All Stations” del 1997, la...
Trilogy7,5/10

Emerson, Lake & Palmer
Trilogy (Cotillion Records 1972)

Il terzo disco realizzato in studio da parte di quello che è da considerarsi il trio progressivo britannico per eccellenza è per certo il lavoro più...
Professor Moriarty Jukebox7/10

Paul Roland
Professor Moriarty Jukebox (Sireena records 2014)

Non è facile immaginare dove Paul Roland trovi il tempo per dedicarsi alla propria musica, considerata la mole di pubblicazioni che caratterizzano la sua...
Hydra7/10

Toto
Hydra (Columbia 1979)

Questo secondo album dell’ancor oggi attivo gruppo di Los Angeles è considerato, oltre che uno dei loro migliori, il più vicino al genere progressive...
My Favorite Things9/10

John Coltrane
My Favorite Things (Atlantic Records 1961)

Troppo spesso nel momento in cui si vuole recensire un acclamato capolavoro ci si trova di fronte a testi dal carattere poco più che scolastico e niente affatto...
This Is The Sea8,5/10

The Waterboys
This Is The Sea (Ensing Records 1985)

Si parla sempre relativamente poco del fenomeno della Big Music, vera e propria cometa capace di catalizzare l'attenzione di pubblico e critica per qualche...
Violente manipolazioni mentali6,5/10

Mastice
Violente manipolazioni mentali (I Dischi Del Minollo 2014)

In superficie piuttosto ruvidi eppure fanno presa in men che non si dica: i Mastice non potevano scegliere nome più azzeccato al proprio progetto. I ferraresi...
Union4/10

Yes
Union (Arista 1991)

Tra le discrete ciofeche che parzialmente vanno a inquinare la discografia di questa celebre e storica formazione progressiva britannica, indubbi passi falsi...
Oy oioi7,5/10

Minimal Klezmer
Oy oioi (Janus Sounds 2014)

And Now, something completely different... Fanfare sgangherate, jazz a rotta di collo, piani giocattolo, chincaglierie assortite, allegri funerali, bohémien in...
The Joshua Tree10/10

U2
The Joshua Tree (Island 1987)

È sempre un'impresa ardua scrivere di dischi storici che conoscono pure i sassi, si rischia ogni volta di cadere nel banale e nello scontato. Un lavoro del...
All or Nothin'5,5/10

Nikki Lane
All or Nothin' (New West Records 2014)

Immaginatevi Dan Auerbach dei Black Keys al mercatino delle pulci. Interessante, no? Comunque, Dan gironzola in cerca di qualche memorabilia della guerra...