R Recensioni Soul&Jazz (pagina 1 di 35)

Don Karate7,5/10

Don Karate
Don Karate (Original Cultures 2020)

Dare una definizione non è solamente l’atto creativo per eccellenza, ma è anche una manifestazione di estrema, persino incosciente responsabilità: costringe a...
Contact7/10

Greg Fox
Contact (RVNG Intl. 2020)

Ma cesserebbe di esistere, il tempo, se non ci fosse il movimento? E cesserebbe di esistere, il movimento, se non ci fosse il tempo? (Thomas Mann, La montagna...
Fontessa8,5/10

Modern Jazz Quartet
Fontessa (Atlantic 1956)

Il 1956 fu un annus mirabilis per il jazz; da gennaio a dicembre, in quell’anno sono infatti stati registrati una serie impressionante di album memorabili...
Dinner Party [EP]5/10

Dinner Party
Dinner Party [EP] (Sounds Of Crenshaw / EMPIRE 2020)

Cambiano velocemente i tempi, molto più velocemente di quanto ci si renda effettivamente conto. Se pensiamo ai promotori e agli artefici del processo di...
It Is What It Is6/10

Thundercat
It Is What It Is (Brainfeeder 2020)

Iniziamo partendo dal fondo, con i nomi che contano. Kamasi Washington, Steven Ellison, Stephen Bruner: la trimūrti della black music contemporanea, tre...
Piano Reflections7,5/10

Duke Ellington
Piano Reflections (Capitol 1953)

Non necessita certo di presentazioni, Duke Ellington. Con le sue coraggiose suite, tra le quali ricordo almeno “Creole Rhapsody”, “Reminiscing In Tempo” e la...
GoGo Penguin7/10

GoGo Penguin
GoGo Penguin (Blue Note 2020)

Oggettino alquanto problematico per il cieco manicheismo della neocontemporaneità, i GoGo Penguin. Uno, per contiguità geocronologica, sarebbe tentato di...
Freedom Suite8,5/10

Sonny Rollins
Freedom Suite (Riverside 1958)

Pochi uomini nella storia del sax possono vantare un posto d’onore paragonabile a quello di Sonny Rollins. La qualità del suo fraseggio e l’innovatività delle...
Actions7/10

Fire! Orchestra
Actions (Rune Grammofon 2020)

Sempre più in alto, sempre più ambizioso. Il cammino artistico del Mats Gustaffson bandleader della Fire! Orchestra non sembra conoscere limite alcuno e, dopo...
On The Tender Spot Of Every Calloused Moment8/10

Ambrose Akinmusire
On The Tender Spot Of Every Calloused Moment (Blue Note 2020)

La sparo grossa: Ambrose Akinmusire è diventato ciò che Wynton Marsalis non è riuscito a essere. Wynton era e rimane chiaramente un musicista dotatissimo...
Erozje7,5/10

Błoto
Erozje (Astigmatic 2020)

Leggenda vuole che, nell’agosto di due anni fa, tra le pause di un minitour estivo organizzato nel triangolo Brzeg Dolny-Łódź-Sopot, i breslaviensi EABS –...