R Dischi pubblicati da Merge (pagina 1 di 4)

Modern Country7/10

William Tyler
Modern Country (Merge 2016)

Spazialità, respiro, direzionalità. William Tyler infonde di tutte e tre le qualità il nuovo “Modern Country”, programmatico fin dal titolo. Tra questo e il...
The Most Lamentable Tragedy5,5/10

Titus Andronicus
The Most Lamentable Tragedy (Merge 2015)

Non poteva che essere il referto di un esaurimento nervoso patito da una personalità coscientemente bipolare, “The Most Lamentable Tragedy”, 3 Lp, 29 canzoni...
MCIII7,5/10

Mikal Cronin
MCIII (Merge 2015)

Era altalenante, Mikal Cronin, quando era un twenty-something di Los Angeles, desideroso di mettere in musica lo scazzo (“Apathy”) o l’energia (“Weight”)...
Range Anxiety7/10

Twerps
Range Anxiety (Merge 2015)

Sono una di quelle band che hanno bisogno di carburare, gli australiani Twerps, attivi dal 2008 ma solo ora, con il loro secondo album, “Range Anxiety”...
Rips6,5/10

Ex Hex
Rips (Merge 2014)

Le Ex Hex imprimono il loro marchio fuzzoso sul revival power-pop. Un girl-trio che vede ben saldo -pur senza far venir meno la personalità della bassista...
Our Love7,5/10

Caribou
Our Love (Merge 2014)

Daniel Snaith è uno che sa fiutare in che direzione tira il vento, gliene va dato atto. E’ anche uno dal tocco magico e leggero, quasi che, in tutte le sue...
Beauty & Ruin7/10

Bob Mould
Beauty & Ruin (Merge 2014)

“Dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori” Spesso le copertine degli album dicono poco o nulla del contenuto dello stesso. In...
Trouble7/10

Hospitality
Trouble (Merge, Fire Records 2014)

"Trouble", sophomore dei newyorkesi Hospitality (Amber Papini, Brian Betancourt e Nathan Michel), tradisce l'agile formula indie pop dell'esordio: al suo...
Reflektor6,5/10

Arcade Fire
Reflektor (Merge 2013)

Quando si dice il potere della musica. Pochi tra noi avevano visto il film “Orfeo negro”, vincitore a Cannes nel 1959, e ora lo conosciamo tutti. E quando...
Surrounded7/10

Richard Buckner
Surrounded (Merge 2013)

Tempo fa, su una rivista americana, Richard Buckner veniva tratteggiato con queste parole: “Le sue canzoni non hanno ritornelli, e si svolgono a un ritmo...
Ruby Red6/10

The Love Language
Ruby Red (Merge 2013)

Torna la creatura di Stuart McLamb, dopo la doppietta “The Love Language” (2009) - “Libraries” (2010) che l’aveva consacrato come una delle penne più ispirate...