R Recensione

10/10

Popol Vuh

Hosianna Mantra

"Hosianna Mantra" fu un inno mistico intriso di purezza "cosmica" che univa mirabilmente  religiosità  cristiana e orientale e che risuonò all'epoca della sua uscita nelle menti  di tutti gli "iniziati" : Fricke aveva deciso di abiurare tutti gli strumenti elettronici e compose quello che rimane indiscutibilmente il suo capolavoro.Le suggestioni religiose e il percorso "spirituale" di Fricke sono probabilmente all'origine di questo ritorno alla "purezza" incontaminata degli strumenti acustici quali piano, clavicembalo , violino ed oboe che donò all'avanguardia dell'epoca una "perla" mantrica, una musica senza tempo e innovativa che, da qui in avanti, farà da spartiacque nella sua concezione musicale.

L'album è diviso in due "suite" : "Hosianna Mantra" e "Das V. Buch Mose".Si rivela preziosissimo il contributo della coreana Djong Yun : la sua  mistica voce sembra provenire da dimensioni ultraterrene e contribuisce in maniera determinante alla magia del disco insieme al lavoro di cesello della chitarra di Conny Veit che impreziosisce con i suoi ricami psichedelici l'aura mistica che promana  dai solchi.E' difficile descrivere le sensazioni guaritrici delle note di questa musica : sicuramente l'assenza della batteria contribuisce a "dilatare" il "suono" e a rendere l'ascolto un'esperienza catartica.

L'album si apre con le note romantiche e mitteleuropee del pianoforte di Fricke con "Ah!", il suono del piano si ripete poi ciclico e minimale accompagnato dalle note terapeutiche della Tamboura di Klaus Wiese e della chitarra di Conny Veit.In "Kyrie" fa la sua comparsa celestiale la voce di Djong Yun che recita  testi sacri accompagnata come sempre dall'onnipresente piano : è un'esperienza trascendente che non ha paragoni con nessuna musica dell'epoca.La title-track "Hosianna Mantra" è una lunga cavalcata che inizia in modo quieto con la Tamboura di K.Wiese e prosegue con la voce in estasi di Djong Jun e la chitarra elettrica che dona spezie psichedeliche al contesto mistico generatosi, il suono dell'oboe e la voce salmodiante inni sacri portano la mente dell'ascoltatore in uno stato di concentrazione e preghiera da cui è difficile risvegliarsi.

Il lato B si apre con "Abschied", brano impreziosito da un oboe luminoso e prosegue con "Segnung" in cui la voce radiosa di Djoung Yun recita testi tratti dalla Bibbia : questo pezzo sembra registrato in un monastero sperduto, solo i Popol Vuh sapevano in preda a quali visioni di purezza e innocenza si erano immersi.Un'altra delle gemme di questo lavoro epocale è  "Nich hoch im Himmel", questo brano mostra ancora il genio di Fricke alla composizione, l'atmosfera si rivela è fra le più intense e oscure di tutto l'album.

Alla fine dell'ascolto si è come storditi, è impossibile rimanere indifferenti se si riesce ad "entrare" nel misticismo panculturale di questo disco : è evidente che la sopraffina cultura musicale europea di Fricke è riuscita a coniugarsi a strutture "mantriche" orientali in un connubio perfetto che nessuno riuscirà più a ripetere in futuro a questi livelli.

V Voti

Voto degli utenti: 9,5/10 in media su 27 voti.
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
0,5
Cas 9/10
cthulhu 10/10
radure 10/10
bart 10/10
loson 10/10
Zeman 10/10
REBBY 10/10
David 10/10
gramsci 10/10
Steven 10/10
B-B-B 10/10
Lelling 10/10

C Commenti

Ci sono 16 commenti. Partecipa anche tu alla discussione!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.

Cas (ha votato 9 questo disco) alle 10:04 del 9 settembre 2008 ha scritto:

da ascoltare in religiosa contemplazione. quest'album è una delle opere più mistiche che abbia mai sentito, classicismo, psichedelia, spiritualismo orientale...tutto si fonde per dar vita ad un gioiello di eccezionale preziosità. ottima rece cesare!

Krautrick (ha votato 10 questo disco) alle 20:35 del 3 novembre 2008 ha scritto:

Date ascolto a Cesare...

...questo è un bel dischetto. Ihihihihihiihhihiih

radure (ha votato 10 questo disco) alle 22:08 del 28 dicembre 2008 ha scritto:

ottomila

e qui siamo al capolavoro

uno degli ottomila, fra i vertici della musica degli ultimi decenni

per me capolavoro assoluto, meraviglioso

bart (ha votato 10 questo disco) alle 1:45 del 30 marzo 2010 ha scritto:

Spirituale

Una rara gemma di ineguagliabile bellezza. Un disco che può cambiare (in meglio) la vita di chi lo ascolta.

loson (ha votato 10 questo disco) alle 16:41 del 21 aprile 2010 ha scritto:

Dall'alto della mia demenza, qui 5 stelle ci stanno tutte.

salvatore (ha votato 9 questo disco) alle 16:46 del 21 aprile 2010 ha scritto:

RE:

Los (perdonatemi per il mio essere continuamente off-topic, finirà che mi manderete propio in quel posto) complimenti per la lista dei tuoi film preferiti! Condividiamo diversi titoli

Ah, ma siamo sui Popol Vuh?!? Che dire? Quasi capolavoro!

loson (ha votato 10 questo disco) alle 16:56 del 21 aprile 2010 ha scritto:

RE: RE:

Daniele, ti ho risposto in pm, così non ci attiriamo ire ulteriori! ;D Grazie, comunque.

unknown alle 21:04 del 24 aprile 2010 ha scritto:

introvabile

grazie a voi ...leggendovi.....ho scoperto i neu bravissimi... e faust che pero' devo ancora ascoltare...vorrei trovare il cd anche di questo

ma sembra sia impossibile!!!!!

continuo la caccia!!!!

bart (ha votato 10 questo disco) alle 23:22 del 24 aprile 2010 ha scritto:

RE: introvabile

Continua a cercare, ne vale la pena. E' un capolavoro irrinunciabile!

scimmiadigiada (ha votato 9 questo disco) alle 12:43 del 31 gennaio 2011 ha scritto:

Basterebbe la sola "Nicht hoch im Himmel" a giustificare l'acquisto del disco...

dalvans (ha votato 4 questo disco) alle 17:02 del 23 settembre 2011 ha scritto:

Noioso

Noioso

Alfredo Cota (ha votato 10 questo disco) alle 20:03 del 18 ottobre 2011 ha scritto:

.

Templare1960 (ha votato 9 questo disco) alle 9:06 del 22 marzo 2012 ha scritto:

La Messa

Caro Cesare, il tuo ultimo capoverso racchiude semplicemente l'essenza di questo meraviglioso disco. Imperdibile.

Zeman (ha votato 10 questo disco) alle 11:24 del 2 settembre 2012 ha scritto:

Etereo.

B-B-B (ha votato 10 questo disco) alle 20:58 del 5 luglio 2015 ha scritto:

Se non è patrimonio dell'umanità questo...

tonysoprano (ha votato 10 questo disco) alle 21:12 del 29 marzo 2016 ha scritto:

Che dire, album spettacolare, uno dei migliori della storia...